20 settembre 2017

L'UNION PRO CEDE ALL'ISTRANA ED ESCE DALLA COPPA


UNION PRO 1 ISTRANA 2 
MARCATORI: pt 20’ Gallina, 43’ Massimo Zanatta; st 34’ Nobile. 
UNION PRO: Scarpa, Nobile, Marcato (st 10’ Simionato), Bonotto, Polato, Coin, Da Lio, Fuxa (st 20’ Alessio Zanatta), Ballarin (st 41’ Carpitella), De Poli (st 33’ Calza), Visinoni (st 38’ Zorzetto). 
ALLENATORE: Stefano Berto. 
ISTRANA: Gemin, Burbello, Molin, Gallina (st 21’ Shyti), Furlanetto, Zugno, Manente (st 1’ Barra), Doria, Massimo Zanatta (st 14’ Niero), Comin (st 1’ Bellè), Maschio (st 38’ Roccati). 
ALLENATORE: Marco Marchetti. 
ARBITRO: Shvay della sezione di Treviso. 
NOTE - Ammoniti: Nobile, Visinoni, Doria. Calci d’angolo 9 a 5 per l’Istrana. Recupero: pt 1’, st 4’. 

MOGLIANO VENETO - L’Union Pro lotta ma alla fine deve cedere il passo all’Istrana che vince per 2 a 1 qualificandosi per i quarti di finale di coppa Italia di Eccellenza. Pur con tante assenze mister Berto ha messo in campo una squadra competitiva che ha fatto la partita ma è stata castigata dal cinismo degli ospiti. 

CRONACA PRIMO TEMPO - All’8’ Doria ci prova da fuori con Scarpa bravo ad allungare in calcio d’angolo. Al 12’ cross dalla sinistra di Da Lio con Visinoni che al volo di destro manca la deviazione. Al 16’ e al 19’ l’ex Lele Comin si fa pericoloso con due tiri dal limite che Scarpa neutralizza bene in angolo. Sul secondo corner di Comin però Scarpa buca l’uscita favorendo Gallina che di testa insacca ad un metro dalla porta. Al 27’ Visinoni si libera bene in area ma il suo destro incoccia sul palo. Al 28’ Nobile scende in area sulla destra e calcia di potenza mettendo alto non di molto. Al 43’ l’Istrana raddoppia con Zanatta che ribatte in gol dopo la respinta di Scarpa anche se l’azione sembrava viziata da un fuorigioco in partenza. 

CRONACA SECONDO TEMPO - In avvio di ripresa al 2’ Visinoni prova il destro a girare da fuori area che esce di poco sopra la traversa. Al 5’ Molin scaglia un sinistro dalla distanza che, dopo una deviazione, costringe Scarpa alla grande deviazione in angolo. Dalla bandierina Gallina si trova sulla testa la palla del raddoppio ma la spedisce sul palo interno. Al 34’ Nobile prova a riaprire la partita insaccando su azione d’angolo a pochi passi dalla porta ma la rimonta si ferma lì. 
Alberto Duprè
 

GLI APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA



ECCELLENZA: Liapiave - Union Pro
Domenica 24 settembre ore 15 e 30 - San Polo di Piave, stadio comunale di via Rai.

JUNIORES ELITE: Union Pro - Villorba
Sabato 23 settembre ore 15 e 30 - Preganziol, stadio di via Manzoni.

ALLIEVI ELITE: Union Pro - Calvi Noale
Domenica 24 settembre ore 10 e 30 - Mogliano Veneto, campo settore giovanile di via Ferretto.

ALLIEVI SPERIMENTALI: Belluno - Union Pro
Domenica 24 settembre ore 10 e 30 - Fortogna di Longarone (BL), campo statale Alemagna.

GIOVANISSIMI ELITE: Calvi Noale - Union Pro
Domenica 24 settembre ore 10 e 30 - Noale (VE), campo comunale di via De Pol.

GIOVANISSIMI SPERIMENTALI: Rosà - Union Pro
Domenica 24 settembre ore 10 e 30 - Rosà (VI), campo di via Monsignor Filippi.

GIOVANISSIMI PROVINCIALI: Union Pro - Vazzola
Domenica 24 setttembre ore 10 e 15 - San Trovaso, campo di via Bassa

19 settembre 2017

DOMANI SERA L'UNION PRO CERCA LA VITTORIA CONTRO L'ISTRANA PER PASSARE AI QUARTI DI COPPA ITALIA

Partita da dentro o fuori per l’Union Pro in coppa Italia di Eccellenza domani sera contro l’Istrana (si gioca a Mogliano alle 20 e 30, arbitra Pavlo Shvay della sezione di Treviso). Per l’Union serve solo la vittoria per passare ai quarti di finale visto che nel girone 7 l’Istrana ha 6 punti contro i 4 della Pro. 

INDISPONIBILI - Lunga la lista degli indisponibili. Causa squalifica mancheranno il difensore Manu Ginocchi ed il centrocampista Christian Minio. In mezzo al campo fuori causa anche Alessandro Luise mentre si proverà fino all’ultimo a recuperare Gianluca Fuxa costretto alla sostituzione domenica. In attacco oltre ad Alberto Benato mancherà anche Enrico Moretto colpito da una ginocchiata nei primi minuti contro il Sandonà. 

PREPARTITA - L’allenatore Stefano Berto non guarda comunque agli assenti e infonde entusiasmo a tutto l’ambiente: «Puntiamo a passare il turno perché vogliamo regalare al presidente Gaiba il primo passaggio ai quarti di finale da quando è in carica. Avremo parecchie assenze ma dopo il pareggio in rimonta contro il Sandonà siamo carichi come una pentola a pressione e daremo tutto fino al 90’ per cercare la vittoria. L’Istrana l’abbiamo incontrata due domenica fa in campionato (finì 1 a 1 ndr) e abbiamo avuto la conferma che è una squadra ostica e che ci darà filo da torcere. Noi però abbiamo lavorato per eliminare gli errori commessi in quella partita». 
Alberto Duprè
 

18 settembre 2017

IL PUNTO DI VISTA TECNICO CON MISTER STEFANO BERTO


L’Union Pro con il pareggio contro il Sandonà domenica ha mantenuto l’imbattibilità stagionale. Dopo un primo tempo con 3 occasioni nette create (rigore compreso) è arrivato il gol ospite di Morbioli e una ripresa di sofferenza dove però l’Union è rimasta in piedi pur barcollando ma alla fine ha trovato le forze per assestare il montante con Alvise Nobile che ha regalato un ottimo pareggio. 

Mister rispetto alla vittoria in coppa la squadra di Pasa è corsa ai ripari dimostrando il proprio valore. Si può parlare di punto guadagnato visto come si era messa? 
«Loro sono bravi, questa è la qualità del Sandonà. Nel primo tempo abbiamo giocato la partita che avevamo preparato, penso al rigore sbagliato e alle occasioni avute con De Poli e Visinoni. La linea difensiva è stata perfetta rispetto alla partita di coppa dove avevamo sofferto tantissimo i primi 20’. Voglio sottolineare l’esordio positivo del giovane Simionato sulla destra. Come avevo detto alla vigilia mi piacerebbe per una volta vedere la mia squadra passare in vantaggio perché fin qui siamo andati sotto 4 volte riuscendo però sempre a recuperare sintomo del carattere della squadra e anche mio. Nella ripresa era facile mollare e disunirsi prendendo il secondo gol ed invece abbiamo stretto i denti trovando il pareggio nel finale. Logico che sarebbe stato meglio fare i 3 punti ma con questi squadroni è dura vincere. Gol su punizione loro e pari sugli sviluppi di una punizione per noi, risultato alla fine giusto direi». 

Dopo il rigore sbagliato la squadra è sembrata smarrirsi, condividi l’impressione? 
«Si c’è stato un contraccolpo psicologico anche da parte di Visinoni, mi sarebbe piaciuto che segnasse perché poi quando trova il gol diventa un altro giocatore e trascina tutti. Nella ripresa l’ho sostituito anche perché non stava benissimo. Perso Moretto per infortunio ho ridisegnato la squadra mettendo un esterno davanti che si è sacrificato in un ruolo non suo. Noi vogliamo continuare a costruire questo 4-3-3 senza snaturarci con scelte forzate se non negli ultimi 10’ di partita come abbiamo fatto». 

La ciliegina sulla torta è stata aver terminato con 5 giovani in campo. 
«Si, abbiamo chiuso la partita con in campo 5 fuoriquota: 2 ’98, 2 ’99 e un 2000. Questo è il risultato del lavoro fatto in settimana e dell’investimento della società nel vivario. Sono contentissimo di questo anche perché io stesso come allenatore esco dal settore giovanile e quindi provo una doppia gioia». 
Alberto Duprè

17 settembre 2017

UN'UNION PRO TUTTO CUORE SI PRENDE UN PUNTO D'ORO CONTRO IL SANDONA' - NOE' FA MIRACOLI E NOBILE SEGNA

UNION PRO 1 SANDONA’ 1 
MARCATORI: pt 41’ Morbioli; st 42’ Nobile. 
UNION PRO (4-3-3): Noè; Simionato*, Bonotto (st 19’ Nobile), Da Lio (st 38’ Gjomemo*), Marcato*; Coin*, Minio, Fuxa (st 23’ Calza*); Moretto (pt 33’ Ginocchi), Visinoni (st 13’ Ballarin), De Poli. 
PANCHINA: Scarpa*, Polato*. 
ALLENATORE: Stefano Berto. 
SANDONA’ (4-3-1-2): Gasparello*; Uliari*, Montin, De March, Ianneo; Scroccaro* (st 14’ Boem*), Favret, Beccia; Morbioli; Zorzetto (st 40’ Pellizzaro*), Paladin (st 27’ Cibin). 
PANCHINA: Memo, Brichese, Cassia*, Enzo*. 
ALLENATORE: Daniele Pasa. 
AMMONITI: Beccia, Boem. 
ARBITRO: Michael Poto della sezione di Mestre. 
ASSISTENTI: Michele Botter e Damiano Bosa della sezione di Castelfranco Veneto. 
NOTE - Recupero: pt 1’ st 4’. *Under a referto. Calci d’angolo 12 a 4 per il Sandonà. Spettatori 200 circa. 

MOGLIANO VENETO - L’Union Pro dimostra ancora una volta di avere un cuore immenso e recupera una partita che sembrava ormai persa. Dopo il rigore fallito da Visinoni che poteva indirizzare la partita in maniera diversa, il Sandonà è passato in vantaggio mancando il raddoppio in svariate occasioni anche per merito di Superman Noè. Ma quando la sconfitta sembrava ineluttabile è arrivata la zampata di Alvise Nobile a regalare un punto che permette di mantenere l’imbattibilità stagionale. 

CRONACA PRIMO TEMPO - Al 5’ palla gol per i padroni di casa. Visinoni trova il corridoio giusto in area per De Poli che calcia rasoterra con il destro con Gasparello bravissimo a respingere con i piedi. Al 18’ l’episodio che poteva cambiare le sorti del match. Coin è bravo a difendere palla in area venendo toccato da dietro da De March: rigore netto che però Visinoni spreca calciando alla destra di Gasaparello bravo comunque ad intuire smanacciando in angolo. L’Union accusa il colpo e dopo 2’ rischia di andare sotto. Da un corner a favore la difesa si fa trovare sguarnita con Morbioli che manda in porta Zorzetto che si vedere sbarrare la strada solo dalla grande uscita di Noè che respinge un gol quasi fatto. Al 24’ Paladin apre a destra per Scroccaro che calcia quasi dal fondo con il portiere di casa attendo a bloccare in 2 tempi. Al 33’ Moretto, zoppicante dopo un colpo duro, è costretto ad uscire lasciando il posto a Ginocchi. Al 37’ una punizione di Minio smorzata dalla barriera finisce sui piedi di Visinoni che calcia al volo di destro trovando la deviazione di un difensore a negargli il gol. Al 41’ il Sandonà passa. Morbioli si conquista una punizione dal limite dell’area che lui stesso insacca con un destro morbido che aggira la barriera. Al 46’ direttamente da rinvio di Noè Visinoni stoppa a seguire saltando due difensori ma si vede fermare da Gasparello che gli esce sui piedi. 

CRONACA SECONDO TEMPO - Si vede quasi solo il Sandonà fino al pareggio finale. Al 3’ Morbioli allarga per Beccia che dalla sinistra mette in area con Noè bravo a respingere. Al 6’ Uliari serve Zorzetto che solo davanti alla porta angola troppo il sinistro che sfiora il palo. All’8’ Paladin calcia al volo di destro sul primo palo con Noè che mette in angolo. Al 10’ Morbioli in contropiede smarca Zorzetto che si divora nuovamente il raddoppio mettendo fuori in diagonale. Al 14’ su azione d’angolo De March calcia da due passi ma Noè è di nuovo strepitoso a deviare sul palo. Al 20’ Morbioli prova il bis su punizione ma il portiere di casa alza sopra la traversa. Al 40’ si rivede l’Union Pro con Ballarin che viene toccato in area da Uliari lasciando parecchi dubbi di rigore. Al 43’ arriva il pari. Minio calcia una punizione da 25 metri con la palla che dopo una carambola fra Gasparello ed il palo finisce a centro area dove Alvise Nobile anticipa tutti e insacca nella porta sguarnita. L’ultimo sussulto al 4’ di recupero è degli ospiti con il cross dalla destra di Pellizzaro che Noè (migliore in campo) respinge di pugno. 

ALTRI RISULTATI - Nervesa 0 Borgoricco 4, Piovese 2 Liapiave 1, Porto Viro 2 Saonara Villatora 0, Real Martellago 2 Cornuda Crocetta 2, San Giorgio Sedico 2 Careni Pievigina 2, Union QDP 0 Istrana 2, Vittorio Falmec 0 Giorgione 1. 
Alberto Duprè