25 settembre 2016

PAREGGIO RIGOROSO FRA UNION PRO E LIVENTINA APRE BOUNAFAA E RISPONDE FURLAN NELLA RIPRESA


UNION PRO 1 LIVENTINA 1 
MARCATORI: pt 44’ Bounafaa (rig.); st 12’ Furlan (rig.). 
UNION PRO (4-2-3-1): Scatemburlo*; Fontolan, Ginocchi, Granati, Marcato* (st 22’ Malerba); Rubinato* (st 1’ Coin*), Da Lio; Bounafaa, Visinoni (pt 23’ Tasca*), Bolchi; Geronazzo. 
PANCHINA: Noè, Mariuzzo*, Zorzetto*, Piccolo. 
ALLENATORE: Francesco Cominotto. 
LIVENTINA (4-1-3-2): Berto*; Cofini (st 3’ Florean), Trevisiol, Campaner, Franzin (st 21’ Zamuner); De Pin; Boem*, Casella (st 33’ Simone Soncin), Alex Soncin; Gullo*, Furlan. 
PANCHINA: Peresson, Ostan*, Scian, Vittore*. 
ALLENATORE: Mauro Conte. 
ARBITRO: Andrea Terribile della sezione di Bassano del Grappa. 
ASSISTENTI: Milos Djordjevic della sezione di Schio e Alessia Cerrato della sezione di San Donà di Piave. 

NOTE - Espulso Furlan al 31’ st per fallo di reazione. Ammoniti: Alex Soncin, Marcato, Ginocchi, Bolchi, Trevisiol, Simone Soncin. Calci d’angolo 10 a 1 per la Liventina. Recupero: pt 2’, st 4’. Spettatori 200 circa. (*) Under a referto

MOGLIANO VENETO - Nemmeno l’esordio a Mogliano porta fortuna all’Union Pro che pareggia per 1 a 1 contro la quotata Liventina. Dopo la partenza titubante (3 palle gol ospiti) la squadra di mister Cominotto era passata in vantaggio nel finale di tempo su rigore ma sempre dal dischetto ad inizio ripresa è arrivato il pari di Furlan. E’ mancata un po’ di precisione e concretezza in attacco soprattutto nell’ultimo quarto d’ora quando la squadra di Conte è rimasta prima in 10 e poi in 9. 

CRONACA PRIMO TEMPO - Al 2’ Bounafaa accentra per Da Lio che prova la legnata da 30 metri mettendo alto non di molto. Al 4’ lo imita Alex Soncin: la distanza è più ravvicinata ma il risultato identico. La Liventina aumenta il pressing e per tre volte in pochi minuti va ad un soffio dal vantaggio. Al 5’ Furlan si incunea in area dalla desta e calcia rasoterra sul primo palo con Scatemburlo bravo a smanacciare in corner. All’11’ Furlan calcia da fuori area: Scatemburlo respinge sui piedi di Gullo che a colpo sicuro colpisce il palo pieno alla destra del portiere. Al 14’ ancora Furlan si presenta solo in area e calcia di sinistro con Scatemburlo bravissimo ad alzare in angolo. Al 19’ Berto esce male e si fa soffiare la palla da Visinoni che poi finisce a terra colpito alle spalle da un difensore. Rigore? Non per l’arbitro mentre intanto Visinoni è costretto ad uscire con una caviglia gonfia come un melone. Al 43’ si sblocca la partita su un rigore meno evidente di quello negato in precedenza. Su un cross dalla destra di Tasca Trevisiol cintura all’altezza del dischetto Geronazzo: rigore fiscale che Bounafaa trasforma con un sinistro rasoterra che spiazza Berto. Al 45’ Geronazzo si involta in contropiede e, arrivato al limite dell’area, scarica sulla sinistra per Tasca che impegna Berto bravo a bloccare. 

CRONACA SECONDO TEMPO - Al 5’ Furlan libera il sinistro dal limite che sfiora il palo dopo la deviazione di un difensore. All’11’ su un lungo lancio Ginocchi protegge palla sull’uscita del portiere sfiorando Florean che cade in area: l’arbitro lontanissimo dall’azione indica il dischetto con Furlan che infila Scatemburlo che intuisce ma non ci arriva. Al 26’ Gullo entra in area dalla destra e batte di potenza sfiorando la traversa. Al 29’ Bolchi ci prova su punizione dalla distanza con Berto che respinge affannosamente. Al 31’ Furlan a palla lontana colpisce Ginocchi con l’assistente Djordjevic che segnala l’episodio all’arbitro che estrae subito il cartellino rosso per l’attaccante ospite. Al 36’ Florean su punizione dal limite colpisce in pieno l’incrocio dei pali. Al 38’ l’ex Trevisiol fa il furbo portandosi avanti due volte la palla per calciare una punizione a metà campo: l’arbitro gli sventola sotto il naso il giallo e subito dopo il rosso. Peccato che per il difensore si trattasse del primo cartellino e infatti il direttore di gara è costretto a fare retromarcia attirandosi i commenti ironici del pubblico. Beffa nella beffa per Trevisiol che calcia la punizione e finisce a terra urlando per un problema muscolare alla coscia destra, forse a conti fatti era meglio l’espulsione… Con la Liventina costretta in 9 l’Union Pro prova il forcing finale ma le energie ormai sono al lumicino. Al 43’ Bolchi prova il colpaccio con un destro a giro dal limite che Campaner devia di testa sopra la traversa. 

ALTRI RISULTATI - Nervesa 0 San Donà 0, Istrana 1 Favaro 2, Cornuda Crocetta 1 Borgoricco 2, Liapiave 4 Real Martellago 1, Union QDP 2 Giorgione 2, Treviso 2 Portomansuè 5, Saonara Villatora 0 San Giorgio Sedico 1. 
Alberto Duprè
 

24 settembre 2016

DOMANI ESORDIO A MOGLIANO CONTRO LA LIVENTINA (ORE 15 E 30) - GIANLUCA DEL PAPA FUORI 40 GIORNI CONTRO IL SAN DONA' SI GIOCA SABATO 1 OTTOBRE

Nella terza giornata di campionato l’Union Pro ospita la Liventina di Mauro Conte neoretrocessa dalla Serie D e subito desiderosa nel tornare nella massima serie interregionale (si gioca a Mogliano alle 15 e 30, arbitra Terribile della sezione di Bassano del Grappa). In classifica la squadra di Mauro Conte vanta 4 punti ed è reduce dal sonante 4 a 0 rifiliato al Cornuda mente l'Union ha un solo punto preso all'esordio contro il Portomansuè.

INDISPONIBILI - Il più grave dell’infermeria è il centrocampista Gianluca Dalpapa che a Favaro ha rimediato una distorsione al comparto mediale della caviglia: tempi di recupero stimati in un mese, un mese e mezzo. In caso di rottura del legamenti del comparto mediale i tempi di recupero sarebbero quasi raddoppiati arrivando a 3 mesi. Il centrocampista Alessandro Luise ha invece ripreso a correre e se tutto va bene potrebbe essere convocato per la partita contro San Donà. Tempi da stabilire per gli altri due centrocampisti infortunati Alberto Gaiba (pubalgia da sottoporre a visita specialistica) ed Alessandro Borghetto (fastidi al ginocchio). Il portiere Noè, al rientro in coppa, ha sofferto un dolore al quadricipite che verrà valutato nella giornata di oggi. Infine il centrocampista Giulio Scanferlato sta lentamente trovando la condizione dopo l’operazione ai legamenti che lo ha fatto tribolare.

ANTICIPO -  La prossima partita contro il San Donà si giocherà ancora a Mogliano e verrà anticipata a sabato 1 ottobre. La società veneziana aveva chiesto l'inversione di campo essendoci a San Donà una manifestazione che blocca le vie d'accesso allo stadio per tutta la giornata.

PREPARTITA - Il mister Francesco Cominotto prima di concentrarsi sul prossimo avversario fa un passo indietro per commentare la sconfitta il coppa contro la squadra di Marchetti: «Contro l’Istrana abbiamo fatto bene nel primo tempo, forse la miglior prima frazione giocata in questo avvio di campionato. Della ripresa invece mi è piaciuto poco perché li abbiamo lasciati troppo giocare. Non penso siano state decisive le motivazioni, è che a noi è mancata la voglia di vincere e di portare a casa la partita». 

L’esordio al centro della difesa di Malerba come lo valuti? 
«Massimo ha fatto molto bene nel primo tempo mentre nella ripresa ha ovviamente pagato il calo di condizione fisica. Ho voluto lasciarlo in campo per 90’ proprio per fargli ritrovare il ritmo gara visto che era fermo da 9 mesi dopo l’operazione ai legamenti crociati. L’ho visto andare deciso nei contrasti e questo vuol dire che anche a livello psicologico ha superato l’infortunio. Gli serve mettere ancora minuti nelle gambe e poi sarà apposto». 

Domenica a Mogliano arriva la Liventina che non nasconde le sue ambizioni di puntare in alto, come la si affronta?
«E’ una squadra molto ostica che all’apparenza non ha punti deboli. Dall’età media elevata si capisce che l’esperienza non gli difetta. L’attacco è il punto di forza con Furlan, Miolli (2 gol a testa), Florean e Scian tutti giocatori di categoria. In coppa hanno rifilato un 3 a 0 al San Donà che penso dica molto. Detto questo noi di solito contro le squadre favorite moltiplichiamo le motivazioni facendo sempre buone gare. Torniamo a giocare a Mogliano che anche se l’anno scorso non ci ha portato tanto bene resta un campo che ci permettere di esprimere le nostre caratteristiche che si basano su tecnica e velocità»
 Alberto Duprè
 

23 settembre 2016

CLASSIFICA MARCATORI: DOPO 2 GIORNATE GUIDANO NICOLO' VISINONI E ALTRI 5 GIOCATORI CON 2 RETI


2 RETI: Visinoni (Union Pro), Furlan e Miolli (Liventina), Cibin (San Donà), Zorzetto (Portomansuè), Talato (Saonara Villatora) 

1 RETE: Comin e Minio (Real Martellago), Luna e Bozzon (Nervesa), F. Mognon (Union QdP), Perna e Zojzi (Treviso), Radrezza e Pilotti (San Giorgio Sedico), Fardin, Gomiero e Regazzo (Borgoricco), De Freitas e Pedrozo (San Donà), Minozzi (Saonara Villatora), Gullo (Liventina), Bortoluzzi (Liapiave) Luca Cester e Massariolo (Favaro). 

TOTALE RETI: 31 
Alberto Duprè
 

22 settembre 2016

GLI APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA


ECCELLENZA: Union Pro - Liventina
Domenica 25 settembre ore 15 e 30 - Mogliano, stadio "Arles Panisi" di via Ferretto

JUNIORES REGIONALI: Union Pro - Jesolo
Sabato 24 settembre ore 15 e 30 - Preganziol, stadio di via Manzoni

ALLIEVI ELITE: Union Pro - Nervesa
Domenica 25 settembre ore 10 e 30 - Mogliano, campi settore giovanile di via Ferretto

ALLIEVI SPERIMENTALI: Este - Union Pro
Domenica 25 settembre ore 10 e 30 - Galzignano (Padova), campo di viale dello Sport

GIOVANISSIMI ELITE: Unione Graticolato - Union Pro
Domenica 25 settembre ore 10 e 30 - Veternigo di Santa Maria di Sala, campo "San Bastian" di via Cimitero

GIOVANISSIMI SPERIMENTALI: Montebelluna - Union Pro
Domenica 25 settembre ore 10 e 30 - Cornuda, campo comunale di via Franzoia

21 settembre 2016

L'UNION PRO CEDE ALL'ISTRANA CHE PASSA IL TURNO



UNION PRO 1 ISTRANA 2 
MARCATORI: st 15’ Noè autorete, 19’ Bellè, 48’ Visinoni. 
UNION PRO (4-2-3-1): Noè; Fontolan (st 1’ Ginocchi), Malerba, Granati, Zorzetto (st 1’ Marcato); Coin, Da Lio (st 37’ Zanatta); Piccolo, Bolchi (st 1’ Visinoni), Tasca; Geronazzo (st 1’ Bounafaa). 
PANCHINA: Scatemburlo, Mariuzzo. 
ALLENATORE: Francesco Cominotto. 
ISTRANA (4-2-3-1): Cavarzan; Lovisetto, Trevisan (st 11’ Pivato), Furlanetto (st 23’ Granello), Nobile; Gregorio, De Prezzo; Bellè (st 32’ Benetton), Doria (st 1’ De Faveri), Michielan (st 16’ Kwafo); Mason.
PANCHINA: Donà, Niero. 
ALLENATORE: Marco Marchetti. 
ARBITRO: Squarcina della sezione di Venezia. 
ASSISTENTI: Varotto della sezione di Padova e Paccagnan della sezione di Venezia. 
NOTE - Ammoniti: Doria, Granati, Malerba. Calci d’angolo 6 a 5 per l’Union Pro. Recupero: pt 1’, st 4’. Spettatori 100 circa. 

PREGANZIOL - L’Union Pro perde anche la terza partita di coppa Italia di Eccellenza contro un’Istrana decisamente più motivato e che festeggia il passaggio del turno ai quarti di finale ai danni di Treviso e Favaro per merito delle reti nella classifica avulsa. Fra le buone notizie da segnalare il buonissimo primo tempo e i rientri di Noè fra i pali (sfortunato nell’autorete ma autore di buoni interventi) e di Malerba al centro della difesa. 

CRONACA PRIMO TEMPO - Al 10’ cross di Bolchi dalla destra respinto dalla difesa: riprende Tasca dal limite mettendo alto di poco con il destro. Al 13’ bel triangolo Piccolo - Bolchi - Piccolo con cross rasoterra al centro messo in corner da un difensore. Al 15’ Michielan dal limite calcia un destro rasoterra che Noè è bravo a togliere dall’angolino basso. Al 18’ Da Lio apre sulla destra per Tasca: cross sul primo palo che Geronazzo ciabatta sul fondo davanti alla porta. Al 32’ splendida azione di prima fra Piccolo, Fontolan e Bolchi che conclude di destro mettendo alto. 

CRONACA SECONDO TEMPO - Al 10’ veloce scambio Tasca - Visinoni - Tasca con il sinistro finale di quest’ultimo troppo schiacciato e finito sul fondo. Al 14’ Bellè entra in area e calcia di destro con Malerba bravo ad opporsi in scivolata. Al 15’ passa l’Istrana. Michielan scodella un cross dalla sinistra con il pallone che sbatte sul palo e poi su Noè carambolando infine in rete. Al 17’ Visinoni calcia a sue metri dalla porta con Furlanetto che riesce a salvare sulla linea. Al 19’ arriva il raddoppio ospite. Mason dal fondo destra mette a centro area per Bellè che insacca a due passi dalla porta. Al 41’ Visinoni riprende una respinta della difesa e in diagonale di destro sfiora il palo. In pieno recupero Visinoni riesce finalmente ad andare in gol con una splendida punizione che non dà scampo a Cavarzan. Per l’attaccante si tratta del quarto gol fra coppa e campionato sui 4 totali dell’Union Pro, ovvero segna solo lui! 

RISULTATI GIRONE 6 - 1^ giornata: Istrana 4 Favaro 1, Treviso 3 Union Pro 1. 2^ giornata: Union Pro 0 Favaro 2, Istrana 2 Treviso 3. 3^ giornata: Union Pro 1 Istrana 2, Favaro 3 Treviso 1. 

CLASSIFICA: Istrana, Treviso e Favaro 6 punti, Union Pro 0 punti. 
Alberto Duprè