22 novembre 2017

GLI APPUNTAMENTI DEL FINE SETTIMANA

ECCELLENZA: Union Pro - San Giorgio Sedico
Domenica 26 novembre ore 14 e 30 - Mogliano Veneto, stadio "Arles Panisi" di via Ferretto.

JUNIORES ELITE: Vittorio Falmec - Union Pro
Sabato 25 novembre ore 15 - Colle Umberto di Vittorio Veneto, stadio di via Roma.

ALLIEVI ELITE: Eurocalcio - Union Pro
Domenica 26 novembre ore 10 e 30 - San Giuseppe di Cassola, campo di via Brigata Cadore.

ALLIEVI SPERIMENTALI: Union Campo San Martino - Union Pro
Domenica 26 novembre ore 10 e 30 - Busiago di Campo San Martino, campo di via Stradone.

GIOVANISSIMI ELITE: Union Pro - Team Biancorossi
Domenica 26 novembre ore 10 e 30 - Mogliano Veneto, campo quartiere Ovest di via Torino.

GIOVANISSIMI SPERIMENTALI: Union Pro - Arzignano Valchiampo
Domenica 26 novembre ore 10 e 30 - Mogliano Veneto, campo settore giovanile di via Ferretto.

GIOVANISSIMI PROVINCIALI: Union Pro - Vedelago
Domenica 26 novembre ore 10 e 15 - San Trovaso, campo di via Bassa.

ESORDIENTI A 9 SECONDO ANNO: Union QDP - Union Pro
Sabato 25 novembre ore 15 e 30 - Farra di Soligo, campo di via della Madonna.

ESORDIENTI A 9 PRIMO ANNO: Giorgione - Union Pro
Sabato 25 novembre ore 15 e 30 - Postumia di Castelfranco, campo di via Bella Venezia.

21 novembre 2017

PAUSA CAFFE' CON... MICHELE SCARPA


L’Union Pro con il netto 3 a 0 contro l’Union QDP è risalita al decimo posto in classifica facendo il bis dopo il 4 a 3 al Porto Viro. Ad andare in gol sono stati Nicolò Visinoni (doppietta e 10 gol già raggiunti) ed Enrico Moretto ma l’intervista settimanale questa volta spetta a Michele Scarpa (classe ’97) che ha mantenuto la porta inviolata sostituendo al meglio lo squalificato Enrico Noè. 

Sulla carta era uno scontro diretto ma in campo non c’è stata storia giusto? 
«Si, è stata una prova di maturità perché perdendo l’Union QDP ci avrebbe scavalcato in classifica e saremmo tornati in zona playout. Abbiamo iniziato la partita subito determinati e dopo il vantaggio lampo di Visinoni le cose si sono messe subito bene». 

Maturità dimostrata anche dal fatto che non avete concesso praticamente nulla, cosa che in questa stagione non eravate riusciti a fare. 
«Sì, dopo il 3 a 0 del primo tempo ci eravamo dati l’obiettivo di non subire gol e siamo stati bravi a rimanere concentrati fino alla fine. Io ho dovuto fare solo un paio di interventi diciamo di ordinaria amministrazione e questo è merito dei miei compagni di reparto. Tutti hanno dato il massimo e abbiamo dato dimostrazione di essere davvero un bel gruppo». 

Il tuo collega e amico Noè ti deve almeno una birra visto non gli hai fatto pesare l’espulsione. 
«Con Enrico c’è un rapporto fraterno visto che tra l’altro abitiamo ad un metro di distanza al Lido. Ci eravamo allenati un anno insieme già nelle giovanili del Lido di Venezia e da 2 anni ci siamo ritrovati all’Union Pro. Lui ti mette sempre a tuo agio e si merita la fascia di capitano, non potrei avere un titolare migliore di lui che è sempre pronto a darti una mano anche in allenamento». 

Prima di chiudere l’andata dovrete affrontare Sedico, Nervesa, Giorgione e Vittorio Veneto tutte squadre che vi stanno davanti in classifica. Pronostico? 
«Contro le big noi di solito ci esaltiamo come abbiamo fatto anche nello scorso campionato e quindi speriamo di ripeterci nelle prossime 4 partite. Grazie a queste 2 vittorie di fila possiamo iniziare a guardare le squadre che ci precedono puntando a scalare ancora posizioni in classifica». 

Per un portiere vincere rimanendo imbattuto è come fare gol quindi le dediche ti aspettano di diritto… 
«La lista è lunga e spero di non dimenticare nessuno… Parto con il gruppo del Lido (Visinoni, Da Lio, Fuxa, Ginocchi, Noè e De Poli) con il quale viaggio sempre insieme e sono un’ottima compagnia anche perché mi danno sempre consigli giusti. Poi a mio papà Anito che mi segue tutte le domeniche anche quando non gioco, a mia sorella Annachiara e a mia mamma Paola che è mancata 3 anni fa ma che sento sempre accanto me. Poi un grazie va a tutta la società e a chi c’è dietro da Gianni e Fernanda passando per il fisioterapista Mattia, tutte persone splendide che rendono l’Union Pro una vera e propria famiglia. Un ringraziamento speciale anche al mio mister e amico Claudio Moser, grandissima persona e mio primo tifoso. Un pensiero va anche a tutti i miei amici e tifosi Union Pro, ai miei vecchi mister del Venezia Nettuno Lido Andrea Longo e Andrea Salvagno e a tutte le persone che so che mi vogliono bene. E ultimo ma non per ultimo al grande Ferruccio!». 
Alberto Duprè
 

19 novembre 2017

L'UNION PRO DOMINA CONTRO L'UNION QDP VINCENDO CON UN NETTO 3 A 0: PERLE DI VISINONI (DOPPIETTA) E MORETTO


UNION QDP 0 UNION PRO 3
MARCATORI: pt 6’ Visinoni, 25’ Moretto, 44’ Visinoni.
UNION QDP: Tognon, Merotto, Frassetto (st 43' Nuiji), F. Mognon (st 36' Vigo), Pedon, G. Mognon (st 13' Tessaro), Vettoretti (st 28' Yara), Diomande, Cvetkovic, Gazzola, Markovic (st 47' Biasin).
ALLENATORE: Fedato.
ESPULSO: Yara.
AMMONITI: Merotto, F. Mognon, Pedon, G. Mognon, Diomande.
UNION PRO: Scarpa, Bonotto (st 34' Marcato), Nobile, Ginocchi (st 43' Polato), Da Lio, Minio, Coin, Zanatta, Visinoni (st 28' Fuxa), De Poli (st 41' Peron), Moretto (st 36' Ballarin). ALLENATORE: Stefano Berto.
AMMONITI: Ginocchi, Visinoni.
ARBITRO: Arnone di Empoli.
NOTE - Calci d’angolo 3 a 3. Recupero: pt 1’, st 4’.

FARRA DI SOLIGO - L’Union Pro centra la seconda vittoria consecutiva regolando con un secco 3 a 0 l’Union QDP e risalendo fino al decimo posto in classifica. Partita messa già in ghiaccio nel primo tempo grazie alla doppietta di Visinoni, sempre più capocannoniere con 10 gol, e al sigillo di Moretto. Per i padroni di casa si tratta invece della quarta sconfitta consecutiva con la classifica che inizia a preoccupare.

CRONACA PRIMO TEMPO - Dopo solo 1’ la Pro va subito capire di volere i tre punti ad ogni costo: De Poli da sinistra impegna Tognon con Zanatta che prova il tap-in ma trova Frassetto a negargli il gol rinviando sulla linea. Al 6’ però arriva lo stesso il vantaggio grazia alla perla di Visinoni che con un pallonetto dal limite insacca alle spalle di Tognon. I padroni di casa non reagiscono e così al 25’ Moretto imita il compagno di reparto e raddoppia anche lui con un perfetto pallonetto. Nonostante il doppio vantaggio la partita continuano a farla i biancoblu che prima del riposo calano il tris. Al 44’ su punizione Moretto mette in area per Visinoni che gonfia ancora la rete con un tiro al volo che Tognon non può prendere.

CRONACA SECONDO TEMPO - Nella ripresa la squadra di Fedato prova a mettere in campo il carattere per riaprire il match ma la difesa della Pro non concede nulla e al 20’ sfiora il poker. Coin serve Visinoni che si invola tutto solo verso la porta ma angola troppa mettendo alla sinistra del portiere. Al 23’ Vettoretti cerca il gol della bandiera ma sul suo rasoterra dal limite Scarpa si distende e blocca sicuro. Il resto è solo accademia e da domani si inizierà pensare al prossimo match in casa contro il San Giorgio Sedico.

ALTRI RISULTATI - Borgoricco 2 Careni Pievigina 2, Cornuda Crocetta 0 Liapiave 0, Piovese 1 Giorgione 3, Porto Viro 2 Sandonà 2, Real Martellago 1 Istrana 3, San Giorgio Sedico 4 Vittorio Falmec 2, Saonara Villatora 1 Nervesa 2. 
Alberto Duprè

18 novembre 2017

L'UNION PRO GIOCA IN TRASFERTA CONTRO L'UNION QDP PER CONTINUARE A RISALIRE LA CASSIFICA (ORE 14 E 30)

L’Union Pro nell’undicesima giornata di campionato affronta in trasferta l’Union QDP (Farra di Soligo ore 14 e 30, arbitra Arnone della sezione di Empoli). Dopo i risultati dell’ultima giornata la Pro è riuscita a sorpassare di due punti la squadra del quartier del Piave reduce dalla sconfitta contro la Piovese.

INDISPONIBILI - Sono solo due i giocatori indisponibili per questa partita. Oltre al centrocampista Alessandro Luise mancherà fra i pali Enrico Noè primo squalificato di questa stagione. Il difensore Pierluigi Marcato ha invece recuperato a tempo di record dopo la frattura al piede e torna fra i convocati.

PREPARTITA - L’allenatore Stefano Berto fa un passo indietro tornando a parlare della vittoria contro il Porto Viro dopo averla rivista al video: «Rivedendola ho notato che i gol presi sono arrivati tutti da errori individuali più che da situazioni di squadra. Chiaro che in Eccellenza non puoi fare certe concessioni altrimenti ti castigano. Serve lavorare ancora di più sotto il punto dell’attenzione e della concentrazione».

Contro l’Union QDP è un altro scontro diretto, cosa temi?
«Mi aspetto una partita simile a quella contro il Porto Viro. Dopo 10 partite gli alibi sono finiti, ci serve continuità di risultati per continuare a risalire la classifica. L’Union QDP ha da poco cambiato allenatore e, dopo la sconfitta contro la Piovese, avrà motivazioni extra. Non giocano tanto palla a terra ma hanno fisicità e anche parecchie buone individualità. In settimana ci siamo allenati con voglia e con il sorriso e questo mi lascia ben sperare. Nelle ultime 4 partita di andata affronteremo poi Sedico, Nervesa, Giorgione e Vittorio Veneto: tutte squadre che ci precedono in classifica e di conseguenza sarebbe meglio incontrarle con la classifica un po’ più tranquilla».

Giocherete con il 4-3-3 o con il 4-3-1-2 con De Poli trequartista?
«Non ho ancora deciso, visto il campo non tanto grande potrebbe essere difficile trovare spazi in mezzo e quindi forse è più indicato il 4-3-3. In ogni caso abbiamo dimostrato di saper fare bene entrambi i moduli anche in partita in corso».
Alberto Duprè

16 novembre 2017

IL PUNTO DI VISTA TECNICO CON MISTER STEFANO BERTO


L’Union Pro contro il Porto Viro è tornata al successo mettendo una pietra sopra dopo le 3 sconfitte consecutive. Chiuso il primo tempo sul 2 a 0 in avvio di ripresa è arrivato un momento di blackout che aveva permesso al Porto di pareggiare in 3 minuti ma i fantasmi di Cornuda sono stati subito scacciati dalla grande reazione che ha permesso di centrare 3 punti fondamentali per la classifica.

Mister è stata una vittoria sofferta ma bastava vincere giusto? 
«Da questa partita avevo chiesto per prima cosa ai ragazzi di prendere i 3 punti in qualsiasi modo. La reazione dopo il 2 a 2 mi è piaciuta e abbiamo cancellato il precedente di Cornuda. Mi è piaciuta anche la compostezza della squadra nei momenti di difficoltà. E’ stata una vittoria fondamentale per tutto il movimento, per la società, per il presidente e per tutti quanti. Sul modo in cui è arrivata lo analizzeremo con calma, intanto speriamo sia scoccata la famosa scintilla ». 

Oltre ai soliti Visinoni e De Poli si è visto un Coin in grande crescita. 
«Si, Seba ha fatto vedere sia quantità che qualità. Alla fine quando siamo passati a 4 in mezzo l’ho messo in fascia e ha dimostrato di poter giocare bene anche lì. Visinoni si è dimostrato ancora una volta decisivo come De Poli che gioca bene in qualsiasi ruolo venga impiegato in attacco». 

Fra le note negative l’espulsione di Noè e un Moretto che fatica a trovare la brillantezza della scorsa stagione. 
«Noè con la sua esperienza non doveva cadere nella trappola del nervosismo facendosi ammonire la seconda volta anche perché ci mancherà nello scontro diretto contro l’Union QDP. Moretto l’abbiamo recuperato all’ultimo, gli avevo chiesto un sacrificio e non si è tirato indietro. Fisicamente non poteva essere al massimo ma ha dato tutto quello che poteva. Conosciamo le sue qualità e quindi lo aspettiamo». 
Alberto Duprè