23 settembre 2012

FC UNION PRO - GRATICOLATO VE 1-1

FC UNION PRO - GRATICOLATO VE 1-1
marcatori: 27'pt Comin (Uni), 21'st (rig) Milan (Gra)

FC UNION PRO: 1 Freschi, 2 Bonotto, 3 Cagnato, 4 Lorenzatti, 5 Franchetto, 6 Stradiotto, 7 Luise, 8 Fiacchi, 9 Manzan (18 Basso dal 22'st), 10 Comin, 11 Fuxa (17 Biancato dal 29'st) A disposizione: 12 Noè, 13 Bison, 14 Mazzola, 15 Cecchetto, 16 Trevisan, 17 Biancato, 18 Basso S. All. Francesco Feltrin

GRATICOLATO VE: 1 Tamai, 2 Baggio, 3 Bortolato (16 Daniele dal 1'st), 4 Scatamburlo, 5 Bertolini, 6 Catto da Silva, 7 Brunello, 8 Munaretto, 9 Buciuni (17 Zin dal 29'st), 10 Milan, 11 Bortoletto (13 Nejmeddine dal 11'st) A disposizione: 12 Marinello, 13 Nejmeddine, 14 Marchiori, 15 Simonato, 16 Daniele, 17 Zin, 18 Basso J. All. Lorenzo Compagno

ARBITRO: Sig. Marco Bozzo di San Donà.

NOTE: Ammoniti Munaretto al 23’pt e Cagnato al 4’st, Angoli 7-3.

Occasione sprecata per l’Union Pro che esce con un piccolo punticino dalla partita casalinga contro il non certo irresistibile Graticolato, uscito fuori alla distanza complice un secondo tempo dove gli ingranaggi della nostra squadra non hanno girato come di consueto. Rammarico anche per il presidente Gaiba che vede il bicchiere mezzo vuoto: “potevamo sicuramente chiuderla prima ma qualcosa nel secondo tempo non ha funzionato ed è un peccato anche perché il loro pareggio è arrivato grazie a un rigore inesistente”. Una partita abbastanza strana quella andata in scena oggi al Comunale di Mogliano con i nostri ragazzi che, contrariamente a quanto visto nelle partite precedenti, chiudono in calando dopo aver dominato la prima frazione di gioco. L’undici iniziale presenta alcune novità sulle fasce difensive dove Feltrin preferisce Cagnato al posto dell’acciaccato Franceschinis mentre Bonotto, dopo la buona prestazione difensiva di Pieve di Soligo, scala sulla fascia destra lasciando il posto al centro al rientrante Stradiotto. Al 7’ è proprio Bonotto che, sganciatosi dalle retrovie, effettua un traversone sul quale Manzan anticipa di testa il marcatore di turno ma non trova la porta. Al 15’ la punizione di Cagnato da vita ad uno schema: il tocco sotto del numero 3 serve un velocissimo Comin, il cui cross in mezzo trova il colpo di testa di Franchetto ma la sfera è di poco fuori. Il primo tempo vede, come già detto, il netto predominio dell’Union Pro che rimane su ritmi bassi facendo molto possesso palla. Il Graticolato invece fatica a uscire dalla propria metàcampo, salvo alcuni sporadici episodi come al 18’ quando Brunello ruba il tempo a Cagnato e, dopo un controllo non perfetto, riesce a servire l’accorrente Catto il cui tiro è salvato da Stradiotto a portiere battuto. Al 27’ come un fulmine a ciel sereno, arriva il vantaggio firmato da Comin che arpiona un pallone innocuo al limite dell’area e senza pensarci su lo scaraventa di potenza nell’angolino più lontano dove Tamai non può arrivare. Al 34' tocca a Manzan cercare di emulare il compagno di reparto ma il tiro dalla distanza termina di poco a lato. Prima del riposo da segnalare un goffo episodio che ha come protagonisti Franchetto e Stradiotto che al 41' si scontrano su una palla alta e quasi favoriscono l'attaccante avversario frenato però da una sicura uscita da Freschi. Nella ripresa ci si aspetta che la nostra squadra continui a spingere alla ricerca del gol che chiuderebbe la partita ma invece i nostri ragazzi perdono progressivamente metri complice un Graticolato deciso a non recitare il ruolo della vittima sacrificale che sembrava cucitogli addosso dopo i primi 45'. Ciò nonostante la prima occasione pericolosa è ancora ad opera dei nostri attaccanti con la coppia Comin-Manzan che confeziona una pregevole azione al limite dell'area ma sul tiro del nostro numero 9, Tamai è reattivo a deviare in calcio d'angolo. Al 21' l'episodio che deciderà la gara: su incursione di Milan nella nostra difesa, Lorenzatti spinge l'attaccante avversario che probabilmente accentua la caduta. L'arbitro non ha dubbi e assegna il rigore che lo stesso Milan trasforma calciando a mezza altezza appena sopra i guantoni di Freschi. Da questo momento saltano gli schemi e le occasioni si sussegguono da una parte e dall'altra: siamo al 32' quando sull'ennesima punizione di Cagnato, Franchetto spizza la sfera in mischia ma il successivo colpo di testa di Comin non trova la porta. Contropiede ospite al 36' ma Franchetto si accorge del'attaccante alle sue spalle e mette in angolo il cross insidioso di Brunello. Al 43' doppia occasione per l'Union Pro prima con un tiro di Fiacchi da fuori, troppo centrale per impensierire Tamai e pochi secondi dopo con un colpo di testa di Basso parato ancora una volta dall'estremo difensore ospite. Spingersi in attacco è però rischioso e ancora una volta rischiamo molto in contropiede, orchestrato sempre del rapido Brunello, il quale al 45' riesce a servire il neoentrato Zin che tutto solo ritarda la conclusione di quel tanto che basta per consentire il recupero all'instancabile Cagnato. L'ultima occasione è ancora per l'Union Pro e serve ancora di più per aumentare i rimpianti visto che al 48' Comin è bravissimo a sfruttare un pasticcio della difesa ospite riuscendo addirittura a saltare il portiere ma da posizione defilata non riesce a colpire abbastanza forte da evitare il recupero in extremis del difensore avversario. 



6 commenti:

  1. VOLEVO SOLO SCUSARMI CON IL N° 5 PER L'ECCESSO
    SPERO CHE ALESSANDRO LE ACCETTI
    UN TIFOSO.

    RispondiElimina
  2. Se nn c'era cognato mia nonna aveva la cariola e ne prendevamo altri 2 gol bravo bravo bravo bravo .feltrin il tuo gioco e questo ? Le fasce erano in testa nn in campo mi dispiace di parlare male . Ma 8 euro x vedere il non gioco no . P.s mi fermo qua che è meglio

    RispondiElimina
  3. E' vero negli ultimi 20 minuti si poteva perdere la partita ma anche vincere, c'è stato un rallentamento della linea difensiva (hanno lavorato per 90') che poteva farci prendere gol. E' andata così, siamo alla terza amico aspettiamo e lasciamo in pace i ragazzi con il loro Mister.

    RispondiElimina
  4. non è il caso di mettere pressione ai nostri ragazzi.. incitiamoli con questa determinazione e la prossima volta faremo bottino pieno. garantito.
    grazie caressa!

    RispondiElimina
  5. 3 punti a Martellago per rifarci sotto ! Forza Union Pro !!!

    RispondiElimina
  6. Si può anche lasciare in tribuna qualche vecchio visto che i giovani han più voglia ma a noi piace vincere facile batutina

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.