25 novembre 2012

Calvi Noale - FC Union Pro 2-0

Calvi Noale - FC Union Pro 2-0
marcatori: Mason al 33'pt, Lopez al 49'st

Calvi Noale:
1 Baldan, 2 Griggio, 3 Pensa, 4 Pilutti, 5 Zugno, 6 Ton, 7 Da Tos (16 Ciobanu dal 33'st), 8 Lermee, 9 Guerra, 10 Mason (18 Lopez dal 1'st), 11 Schiavon (14 Torresin dal 21'st).
All. Sig. Massimo Susic
A disposizione:
12 Barbaro, 13 Rigo, 14 Torresin, 15 Pasinato, 16 Ciobanu, 17 Tramacere, 18 Lopez

FC Union Pro:
1 Freschi, 2 Ziliotto (17 Basso dal 33'st), 3 Franceschinis, 4 Lorenzatti, 5 Bonotto, 6 Franchetto, 7 Fiacchi , 8 Luise (13 Nobile dal 11'st) , 9 Baratella, 10 Comin, 11 Cagnato (18 Manzan dal 19'st).
All. Sig. Francesco Feltrin
A disposizione:
12 Noè, 13 Nobile, 14 Cecchetto, 15 Giuliato, 16 Fuxa, 17 Basso, 18 Manzan

Arbitro: Sig. Paggiola di Legnago

Note: Ammoniti Zugno al 17'pt, Franchetto al 26'pt, Franceschinis al 33'pt. Angoli: 4-4

Non è bastato esprimere un bel calcio all'Union Pro che esce dal campo con la consapevolezza di aver dato tutto per raggiungere un risultato che invece agguantano i padroni di casa del Noale, dimostratisi cinici e fortunati nei due episodi che hanno portato alle loro marcature. Fischi impietosi e lamentele esasperate hanno accompagnato l'uscita dal campo dell'arbitro Paggiola, il cui operato ci è parso decisamente inadeguato. La squadra di Feltrin, ancora priva di Stradiotto, si è schierata in campo con un inedito 4-1-4-1 con il peso dell'attacco tutto sulle spalle di Comin supportato sulle fasce da Cagnato e Baratella.
I nostri ragazzi partono subito aggressivi e determinati consapevoli dell'importanza della partita e il primo pericolo lo regala al 10' un cross dal fondo di Baratella, sul quale Fiacchi impatta di testa anticipando però fallosamente il portiere. Al 14' malinteso tra Franchetto e Freschi con il portiere che, sbilanciato, non riesce a ricevere il colpo di testa del nostro difensore, il quale però non si lascia prendere dal panico e allontana la palla prima dell'intervento dell'attaccante avversario. Al 26' Cagnato è abile a servire Luise in profondità, Ale da posizione ravvicinata mette in mezzo la sfera ma i difensori del Noale sventano il pericolo sul nascere. Passa un minuto e registriamo la prima "discutibile" decisione dell'arbitro che assegna un calcio di punizione al Noale su fallo che potremo definire di sfondamento in attacco ai danni di Franchetto. Se il calcio di punizione viene controllato da Freschi, l'ammonizione che subisce il nostro difensore è ben più pesante in quanto lo terrà fuori per la prossima sfida di campionato. La partita si accende e al 28', dopo una veloce combinazione di prima tra Comin e Ziliotto, il nostro terzino trova lo spazio giusto per il cross da destra e sul suo traversone Baratella ci mette la testa ma non basta per superare Baldan che con un riflesso felino salva il risultato. Al 33' un lancio lungo del Noale favorisce l'inserimento di Mason che, trovato il varco giusto, entra in area di rigore da sinistra e fredda Freschi sul suo palo. Peccato però che il varco sia stato trovato da Mason dopo aver sgambettato in corsa Franchetto, che era in vantaggio sull'attaccante ma a giudizio dell'arbitro deve essersi clamorosamente incespicato da solo. Passato in vantaggio il Noale guadagna campo e chiude senza rischiare ulteriormente la prima frazione di gioco. La ripresa però vede ancora una buona partenza dei nostri giocatori che, dopo un solo minuto, hanno un importante occasione con Luise il quale, servito da Comin, entra in area, si allarga a sinistra evitando l'intervento del difensore e del portiere ma una volta giratosi per calciare si sbilancia non riuscendo a centrare lo specchio della porta. Il Noale non sta a guardare e con il neoentrato Lopez (già autore di una doppietta contro di noi in coppa) crea diversi pericoli sul nostro fianco destro come al 6' quando Guerra ciccia da ottima posizione il passaggio teso del compagno. Al 13' ancora Cagnato trova un altra giocata in profondità che mette in movimento Comin, sul cui traversone insidioso non arriva però nessun compagno. Al 16' di nuovo Lopez pericoloso in contropiede e altro assist stavolta più calibrato per Schiavon a cui basterebbe un appoggio morbido per buttarla dentro se non fosse per il memorabile intervento in scivolata di Franceschinis, che mura letteralmente il tiro a botta sicura dell'attaccante avversario. I minuti passano e Feltrin si gioca le carte Manzan e Basso che entrano a dare manforte per cercare il gol del pareggio. Al 36' è però Franceschinis a rendersi pericoloso su calcio di punizione da destra: il suo tiro cross è smanacciato ancora una volta da un grande Baldan. Davvero interessante questo portiere classe '95 cresciuto nelle giovanili del Cittadella. Siamo agli sgoccioli ma l'Union Pro, seppur molto stanca e in dieci uomini per l'infortunio occorso a Manzan che cade male battendo la schiena, ci prova ancora ed è Basso al 40' a testare per l'ennesima volta i riflessi di Baldan, il quale devia in corner il gran tiro di controbalzo, l'arbitro però annulla tutto per un fuorigioco di Simone. Già sarebbe dura per l'Union Pro accettare una sconfitta in questi termini, immaginate il putiferio che si scatena al 49' quando su ennesimo contropiede dei padroni di casa, Bonotto, nettamente in vantaggio su Lopez, subisce un fallo da dietro dal lesto attaccante che non contento della malefatta scarta anche Freschi e deposita in rete tra l'incredulità del pubblico presente. Nel dopogara l'allenatore Feltrin cerca di analizzare il momento della squadra indipendentemente dagli episodi sfavorevoli di oggi: "effettivamente è da un po' che le cose non ci girano per il verso giusto e anche oggi abbiamo perso contro una squadra di prima fascia pur giocando un buon calcio. Non ho niente da rimproverare ai ragazzi che ho visto molto amareggiati nello spogliatoio a fine gara perchè hanno dato veramente tutto senza riuscire a raccogliere quanto seminato. Sono convinto che alla lunga il nostro modo di giocare ci darà ragione anche nei risultati, ora dobbiamo essere bravi a ripartire già domenica prossima contro un avversario in serie positiva da diverse partite come il Villorba". Federico Lorenzatti, impegnato oggi contro l'amico e connazionale Lermee, vede invece nella mancanza di cattiveria le cause della sconfitta odierna: "è sempre bello giocare contro grandi giocatori e grandi squadre ma purtroppo per vincere un campionato bisogna avere quella forza e quella fame che ti spinge e volere la palla in qualsiasi momento...bisogna lottare sempre, dentro il campo è una battaglia, vince chi gioca meglio e chi non si arrende mai".

15 commenti:

  1. Vergognatevi con Tutto quello che prendete!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con na punta ma dai signor feltrin hai gia bruccciato tutti i giovani nn ho parole

      Elimina
  2. Grande gara e grande Union Pro che ha dominato la Calvi in casa propria. Ma se non si fa gol si può al massimo pareggiare...

    RispondiElimina
  3. ...e noi tifosi che pensavamo fossero arrivati fenomeni quest'anno...ma dove???tiratevela di meno e pedalate.vergogna

    RispondiElimina
  4. feltrin questo e il tuo gioco e nn e colpa dei giocatori cosa volevi fare oggi con una punta portare a casa un pareggio non hai fattto paura al calvi perniente troppa fiducia ai soliti giovani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I giovani oggi hanno fatto bene

      Elimina
  5. e anche oggi...bravi tutti...grande partita,abbiamo dominato...bravi comunque!si è PERSO! di nuovo.bravi cosa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro tifoso, non sono d' accordo nel criticare i giocatori e la squadra solo guardando il risultato finale. Per noi la prestazione e la voglia che ci si mette è molto più importante del risultato. Se per te conta solo il risultato vai a vedere le partite di serie A, dove la cultura sportiva ( ma sportiva cosa ? ) che impera è questa, come lamentava ieri Buffon intervistato dopo la partita con il Milan. Personalmente tutti noi dirigenti eravamo molto più arrabbiati con i ragazzi dopo le due prestazioni non all' altezza contro Miranese e Gazzera. Dopo una prestazione come quellla di ieri dobbiamo invece solo applaudire i nostri ragazzi e stare loro vicini. Certo che vincere fa molto più piacere che perdere, ma non è guardando solo al risultato che si cresce come società e come squadra.

      Elimina
  6. Chi ha visto la partita ha potuto assistere ad un bel incontro, giocato da due ottime squadre e dal risultato bugiardo. Non sempre se si gioca bene la squadra riesce a raccogliere quel che semina e oggi per demerito nostro non siamo riusciti ad andare in rete. E' innegabile che i goal siano nati da due infortuni dell'arbitro (solo chi era presente se ne può rendere conto perché i falli erano evidenti e il silenzio di imbarazzo del pubblico noalese alle proteste ne è una prova). Bravi i nostri perché hanno giocato bene, soprattutto i giovani come Baratella che è calato solo nel finale per stanchezza. La scelta di Feltrin è stata coraggiosa ma con densità in mezzo al campo abbiamo concesso davvero poco e probabilmente la partita sarebbe finita a reti bianche (il giovanissimo portiere del Noale ha fatto due super parate mentre Freschi è stato praticamente inoperoso... a dispetto del punteggio). Un plauso a Fiacchi che merita più spazio e ai due terzini che oggi erano davvero pimpanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse nn hai capito piu giovani in campo con una punta dall inizio? che tattttica era un pareggio e al 90 fare un gol beffa guardati quando si vinceva guarda quando segnava comin con chi segnava chi gli fa da spalla freschi ? per la stanchezza non farmi ridere dovrebbbberooo spacccccare il mondo gli avvversari nn erano stanchi o piu forti?

      Elimina
    2. Caro Massi in diverse occasioni l'ultima linea difensiva si è presentata in tre, in occasione del primo gol in due.
      La copertura deve essere garantita anche da chi sta a centrocampo.

      Elimina
  7. E' stata una gran bella partita, di categoria superiore. Unico intruso in questo spettacolo l' arbitro, davvero modesto e che ha condizionato la partita con il mancato fallo sul primo gol. Faccio i nmiei complimenti all' Union Pro che quest' anno non avevo mai visto giocare così e che ha messo sotto il Noale. Molto bravi anche i due giovani dell' Union Pro, ma davanti il Noale era molto più forte e questo alla fine ha fatto la differenza.

    RispondiElimina
  8. chi critica il gioco e la squadra di ieri o non ha visto la partita o non capisce molto di calcio o .......ha altri interessi.
    Le critiche poi ai due giovani in campo ieri, Luise e Baratella, non hanno alcun fondamento, ci hanno messo cuore e grinta e cedere leggermente nel finale è normale anche per i più bravi campioni (o siete abituati a guardare le partite del campionato di Marte?).
    Complimenti a tutta la squadra e un appello ai tifosi: creare malumori con critiche gratuite non serve a nessuno, se da tifosi non siete capaci di stare vicino alla squadra quando serve (quando si vince sono bravi tutti a salire sul carro) trovatevi altro da fare la domenica, fate un favore a tanti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d' accordo con te, chiunque tu sia !

      Elimina
  9. Non si può pretendere che comin si vada a prendere i palloni, se li porti in area e segni.
    Ci vuole qualcuno che i palloni vada a recuperarli per lui, chi mandiamo? il raccattapalle ?

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.