2 dicembre 2012

FC Union Pro - Villorba 3-0

FC Union Pro - Villorba 3-0
marcatori: Comin al 5'pt, Basso al 39'pt e Comin al 40'st



FC Union Pro:
1 Noè, 2 Ziliotto, 3 Cagnato, 4 Lorenzatti, 5 Bonotto, 6 Franchetto, 7 Baratella (16 Fuxa dal 14' st), 8 Luise, 9 Basso, 10 Comin (18 Trevisan dal 42'st), 11 Fiacchi (15 Giuliato dal 22'st).
All. Sig. Francesco Feltrin
A disposizione:
12 Freschi, 13 Nobile, 14 Cecchetto, 15 Giuliato, 16 Fuxa, 17 Giurin, 18 Trevisan

Villorba:
1 Urban, 2 Guarnieri R., 3 Biasetto (17 Guarnieri C. dal 34'pt), 4 Bello , 5 Orlandi, 6 Pellegrini (13 Bettiol G. dal 39'st), 7 Nardi, 8 Gava, 9 Baldissin, 10 Carniato, 11 Pizzolato (16 Zago dal 26'st).
All. Sig. Giorgio Carniato 
A disposizione:
12 Renucci, 13 Bettiol G., 14 Bettiol F., 15 Bandiera, 16 Zago, 17 Guarnieri C., 18 Gobbo

Arbitro: Sig. Giulio Bonaldo di Conegliano

Note: Ammoniti Zago al 28'st e Pellegrini al 34'st. Angoli: 4-6


Lasciatosi alle spalle un novembre nero dal punto di vista dei risultati (2 punti in 4 partite), l'Union Pro torna a vincere davanti i propri tifosi i quali, nonostante il maltempo, hanno riempito lo stadio per festeggiare questo storico debutto a Preganziol. E festa è stata a fine partita con i ragazzi di Feltrin che hanno liquidato la pratica Villorba grazie a un primo tempo con tante occasioni da rete create e ad un secondo tempo di contenimento a protezione del doppio vantaggio, prima della rete finale di Comin che ha chiuso definitivamente le ostilità. Le tre reti messe a segno oggi hanno certificato l'ottima prova dei nostri attaccanti che oltre ai gol, hanno contribuito alla vittoria finale realizzando un assist ciascuno: "Sono molto contento per la bella vittoria-dice Comin-e anche per essere tornato al gol che mi mancava da molto...abbiamo passato un mese di novembre davvero difficile chissà che questa prestazione ci dia morale e un po' di fiducia per continuare a fare risultati".
Nell'undici iniziale, sceso in campo per l'occasione con la maglia rosso-blu del Preganziol, non figura nemmeno uno dei giocatori che qui giocavano le scorse stagioni: a Stradiotto, ancora indisponibile ma sulla via del recupero per la prossima partita, si aggiunge infatti l'influenzato Franceschinis mentre Cecchetto e Freschi rimangono in panchina. Si rivede dunque tra i pali Noè mentre Cagnato viene arretrato come terzino sinistro, ruolo che già ricopriva l'anno scorso nelle file del Lia Piave. Pronti-via ed è subito gol: al 5' Franchetto fa partire un lungo lancio in profondità che pesca Comin scattato sul filo del fuorigioco; Lele stavolta non si fa pregare e una volta entrato in area trafigge Urban con un diagonale ravvicinato. Una rete importante per Comin che si sblocca dopo 7 giornate di digiuno e che consente alla squadra di prendere in mano da subito le redini della partita. All'8' prime avvisaglie della grande intesa tra i nostri attaccanti: Comin chiede e ottiene una rapida triangolazione da Basso ma stavolta deve arrendersi a Urban che respinge in corner il suo tiro a botta sicura. Al 17' Zilotto trova un varco sulla fascia destra e crossa: sulla traiettoria c'è Baratella che però non riesce a coordinarsi bene. L'Union Pro crea un altro pericolo al 26' grazie a una bella apertura di Luise per Comin che prova il gol fotocopia dalla stessa posizione ma stavolta la palla esce di un niente. Ancora Luise al 28', dopo aver recuperato palla a centrocampo, scambia con Comin e prova un difficile tiro al volo affrettando però un po' troppo i tempi dell'esecuzione. Il Villorba subisce l'ennesima offensiva alla mezzora, Comin riceve palla e visto con la coda dell'occhio il movimento di Basso, lo serve con un pallonetto in rovesciata ma il tiro dalla distanza di Simone non inquadra lo specchio della porta. Al 39' i due ci riprovano e Simone tramuta in oro il delizioso assist di Lele, evitando con grande tempismo l'intervento alla disperata del portiere e del difensore avversario grazie a un tocco preciso che si infila lentamente in rete dopo aver accarezzato il palo. Gli ospiti frastornati si fanno notare solo per una flebile protesta al 41' quando a Noè scivola per un attimo il pallone e lo va a recuperare tra i piedi di Nardi che chiede invano il rigore. Nella ripresa il copione è inizialmente lo stesso e si apre al 3' con una nuova azione in velocità sviluppata da Baratella, Basso e infine Comin che entrato in area da destra mette in mezzo un pallone pericoloso sul quale però non arriva nessun compagno. Col passare dei minuti però il Villorba prende coraggio e testimonianza ne è il caparbio recupero di Roberto Guarnieri che all'8 va su una palla che sembrava persa e riesce a farla sua effettuando poi un cross che Noè sventa con una presa alta. al 10' Basso recupera palla sulla trequarti, si inserisce Zilotto che serve al limite dell'area Comin, il quale, chiuso dai difensori avversari, prova la giocata difficile con un pallonetto d'esterno che termina alto sopra la traversa. Al 14' prima azione pericolosa del Villorba con Christian Guarnieri che scodella in mezzo un cross per Pizzolato, murato in corner da un grande intervento in chiusura di Franchetto. Sugli sviluppi del calcio d'angolo Gava lascia partire un rasoterra angolato sul quale è provvidenziale l'intervento in scivolata di Cagnato. L'azione più pericolosa degli ospiti,  che in questi minuti spingono per provare a riaprire la partita, la registriamo al 25', quando un preciso assist di Carniato mette Pizzolato solo davanti a Noè ma il nostro portiere salva il risultato uscendo bene sull'attaccante del Villorba. Il forcing ospite si fa più flebile sul finire della gara e l'Union Pro approfitta degli spazi che si aprono con dei micidiali contropiede come al 37',  quando il neoentrato Fuxa, sfruttando la velocità e l'altruismo di Comin, prova un tiro su suggerimento di tacco di Lele senza però centrare la porta. Passano 3' e l'Union Pro chiude la partita: Basso corona degnamente quella che è stata certamente la sua miglior partita da quando gioca con la nostra maglia, restituendo a Comin l'assist ricevuto nel primo tempo: Lele ringrazia e defilandosi per evitare l'uscita frontale di Urban deposita in porta il definitivo 3-0. Un gol che appare facile proprio per la bravura e la sicurezza che Lele è riuscito a dimostrare sia nell'ambito dell'azione che nell'intera partita. A questo punto Feltrin non può che concedergli la strameritata standing ovation, sostituendolo al 42' con il bomber della juniores Trevisan. Negli ultimissimi minuti l'Union Pro "rischia" di dilagare con lo scatenato Basso che viene murato da Bello al termine di un'azione da lui avviata al 43' poi in successione Luise (alto), Fuxa e Trevisan (parato) mettono gli ultimi brividi a un Villorba che vede il fischio finale come una liberazione dalle continue scorribande delle maglie rosso-blu.

1 commenti:

  1. Questi ragazzi hanno dato un'ottima prova di riscatto. Spero che adesso si dia spazio anche per i complimenti.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.