23 dicembre 2012

Fontanelle - FC Union Pro 0-1


Fontanelle - FC Union Pro 0-1
marcatore: Comin al 22'pt

Fontanelle:
1 Dal Bo, 2 Piovesana, 3 Dalla Nora, 4 Casonato , 5 De Lazzer, 6 Furlanetto, 7 De Simone (14 Meneghin dal 7'st), 8 Bortolussi, 9 Campion (13 Serafin dal 36'st), 10 Fornasier, 11 Modolo.
All. Sig. Christian Cescon 
A disposizione:
12 Faganelli, 13 Serafin, 14 Meneghin, 15 Biasi, 16 Moro, 17 Bortoluzzi, 18 Bianchin


FC Union Pro:
1 Noè, 2 Ziliotto, 3 Franceschinis (14 Stradiotto dal 7'st), 4 Lorenzatti, 5 Bonotto, 6 Franchetto, 7 Baratella, 8 Luise, 9 Basso (18 Manzan dal 17'st), 10 Comin (16 Fiacchi dal 29'st), 11 Cagnato.
All. Sig. Francesco Feltrin
A disposizione:
12 Favretto, 13 Nobile, 14 Stradiotto, 15 Giuliato, 16 Fiacchi, 17 Trevisan, 18 Manzan


Arbitro: Sig. Milani di Portogruaro

Note: Ammoniti Bortolussi al 20'pt e Baratella al 41'st. Angoli: 2-8



Finalmente, dopo due settimane di pausa forzata, torniamo a parlare di calcio giocato con l'Union Pro che saluta il suo primo anno di vita con una sofferta vittoria ottenuta sull'ostico campo del Fontanelle, dove perfino il forte Noale era stato fermato sul pareggio. Partita a due volti quella andata in scena quest'oggi con un Union Pro arrembante in un primo tempo nel quale ha sfruttato gli spazi concessi dalla non impeccabile retroguardia avversaria mentre nella ripresa, complice un vistoso calo fisico e un Fontanelle più aggressivo, abbiamo rischiato più volte di subire il gol del pareggio. Dopo il ghiaccio e la pioggia delle scorse settimane ad accogliere i tifosi dell'Union Pro a Fontanelle c'era una fitta coltre nebbiosa che per fortuna non ha ostacolato il regolare svolgimento della partita. Rispetto alla partita contro il Villorba, Franceschinis torna a macinare chilometri sulla fascia mancina mentre Cagnato riprende la posizione di interno di centrocampo al posto di Fiacchi, davanti confermatissima la coppia d'attacco Comin-Basso. In panchina invece si rivede Stradiotto mentre Fuxa è indisponibile a causa di una frattura del dito medio del piede destro cosi come Freschi bloccato dal mal di schiena. Sin dai primi minuti l'Union Pro dimostra di essere una squadra di qualità e al 3' Baratella trova un buono spunto sulla fascia sinistra riuscendo a smarcare Comin che si scalda il piede con un tiro che frutta il primo degli otto angoli a favore dei nostri ragazzi. Anche Basso non sta a guardare e ci prova al 9' di prima intenzione ma il suo tiro centrale viene bloccato a terra dal Dal Bo. I padroni di casa si fanno vedere al 14' grazie a un contropiede avviato da Bortolussi e finalizzato dal veloce Modolo che evita l'intervento di Bonotto ma conclude debolmente tra le braccia di Noè. Lele Comin è una spina nel fianco per la difesa del Fontanelle e al 18', dopo aver intercettato un colpo di testa di De Lazzer, nasconde il pallone a Casonato e lascia partire un tiro a giro che finisce fuori di poco. Il gol è ormai nell'aria e arriva puntuale al 22': Basso girato di spalle rovescia il pallone trovando il taglio di Comin che non perdona una fatale indecisione della coppia di centrali avversari e infila il portiere in uscita allungando la punta del piede. L'Union Pro potrebbe chiudere i conti poco dopo quando il solito Comin, innescato da un passaggio di Ziliotto al 28', trova spazio sulla destra e serve in area Baratella che però spedisce alto da buona posizione. Ancora Ziliotto è decisivo un minuto dopo quando si oppone in scivolata a un tentativo offensivo di Modolo evitando il tap in dell'attaccante avversario appostato alle sue spalle. L'ultima emozione del primo tempo ce la regalano i nostri ragazzi al 42' con una pregevole azione di prima tra Cagnato, Luise e Basso con quest'ultimo che entra in area allungandosi la palla di testa ma viene anticipato da Dal Bo al momento di concludere. La ripresa inizia ancora nel segno di un ispirato Baratella che al 6' va al tiro da fuori ma senza riuscire ad insidiare il portiere. Passano pochi secondi e a metà campo Franceschins cade a terra dopo aver appoggiato male il piede: dal suo lamento si capisce subito che non potrà continuare e difatti a fine partita sapremo che si è procurato una distorsione alla caviglia. L'uscita del nostro pendolino (al quale auguriamo una pronta guarigione) toglie velocità alla manovra della squadra e col passare dei minuti è il Fontanelle a prendere in mano le redini della partita. Al 17' un disimpegno errato di Stradiotto potrebbe costarci caro ma Campion, servito in area di rigore da Meneghin, manca il bersaglio per un soffio. Il numero 9 avversario potrebbe riscattarsi al 22' quando dalla stessa posizione, con un tocco sotto, evita l'intervento di Noè ma non quello di Franchetto che recupera il pallone quasi sulla linea di porta. Feltrin capisce che è meglio cercare di contenere più che offendere e inserisce Fiacchi al posto di un esausto Comin passando al 4-5-1 con Manzan, entrato al posto di Basso, a far reparto da solo. Proprio Andrea, lottando spalla a spalla col marcatore avversario, si procura una punizione dal limite dell'area al 31' ma la sua conclusione potente centra in pieno la barriera. Al 43' il Fontanelle va vicinissimo al pareggio: protagonista ancora il solito Modolo che, servito da un traversone proveniente dalla sinistra, si trova tutto solo in area ma vanifica l'occasione e la sua prestazione sparando incredibilmente alto. Il finale è molto concitato e su un nostro contropiede al 44' Baratella da l'illusione del gol calciando la palla sull'esterno della rete per merito della deviazione di Dal Bo. Capovolgimento di fronte e il pericoloso Meneghin si fa largo sulla sinistra, traversone in mezzo ma Noè anticipa tutti bloccando la sfera con sicurezza. Passato il pericolo l'Union Pro soffre ancora per 6 lunghi minuti di recupero prima di gioire per aver conquistato la settima vittoria in questo campionato. A fine gara il presidente Gaiba si dichiara soddisfatto soprattutto per il primo tempo “dominato” e per aver ottenuto l'intera posta in palio nonostante il gran ritmo dell'avversario nel secondo tempo: “per quanto visto nelle precedenti partite un incontro del genere l'avremo probabilmente pareggiato. Quindi diciamo che questo risultato lo prendo come di buon auspicio per l'anno nuovo” dice sorridendo il presidente. Un cinismo che effettivamente era mancato ai ragazzi nei precedenti incontri e che ci fan ben sperare in vista del prossimo delicato match contro la capolista San Giorgio che ci darà maggiori indicazioni sulle ambizioni della squadra allenata da Checco Feltrin. 

2 commenti:

  1. Andrea, vorrei dissentire sul tuo racconto del secondo tempo, almeno per come l'ho visto io. Secondo me il pallino del gioco è sempre stato in mano all'U&P che ha fatto la partita anche nella ripresa, Il Fontanelle ha avuto si delle occasioni (alcune anche clamorose), ma tutte estemporanee, nate da azioni di rimessa o gravi errori di piazzamento degli ospiti. Per il resto un saluto a tutti e Buone Feste.

    RispondiElimina
  2. Seguendo la squadra da inizio stagione devo dire che nel secondo tempo mi sono piaciuti meno rispetto ad altre occasioni, il Fontanelle, pur essendo tecnicamente inferiore, ha fatto la sua partita e per quanto prodotto forse avrebbe meritato il pareggio. Tutto sommato però essere stati meno belli ma più cinici del solito ha avuto i suoi vantaggi! Mi associo all'augurio di Massimo alla società, a tutti i giocatori, i tifosi e i lettori del sito per un 2013 da protagonisti! Andrea

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.