18 febbraio 2013

LE PAGELLE DEL PRES : LAGUNA DI VENEZIA 0 - FC UNION PRO 3

In una splendida giornata di sole si va a Murano per una trasferta importante e temuta. Nel motoscafo organizzato insieme con i ragazzi della squadra ci si ritrova tra i fedelissimi tifosi di Mogliano e Preganziol e, dopo un pranzo in compagnia, si va tutti al campo dove si rivedono tanti amici veneziani con i quali è bello scambiarsi saluti ed auguri. Ma l' attenzione è tutta rivolta a questa partita dove uscire dal campo con i tre punti è veramente cruciale per il proseguo del campionato, dopo il mezzo passo falso di Codognè. Oggi tutti i ragazzi in rosa sono tornati disponibili e per Mister Feltrin c' è l' imbarazzo della scelta. Si ritorna così con gli undici iniziali che meglio stanno interpretando le idee di gioco del Mister, mentre i nostri avversari partono molto coperti con 4 difensori e dietro di loro il lungo Romano staccato in posizione di libero vecchi tempi. Il campo di gioco, per quanto tirato da poco, è infido ed i rimbalzi sono irregolari, per cui giocare la palla a terra è difficile e per i Nostri, chiamati a far gioco, poche sono le giocate che riescono per il verso giusto. Il possesso palla è comunque quasi sempre nostro e, malgrado la buona volontà ed il movimento del lungo centravanti lagunare Peron i nostri avversari non riescono mai a tirare in porta con pericolosità. La migliore occasione dei primi quarantacinque minuti capita sui piedi di Simone Basso che prende il tempo ai difensori ositi e scavalca il portiere Gatto con un pallonetto che però termina incredibilmente a lato. Poi il lungo predominio dei nostri non si traduce in vere occasoni da gol. Il gioco dell' Union Pro sembra pendere troppo a sinistra con Bonotto che si fa vedere spesso libero sulla fascia destra ma che non viene mai servito. Lorenzati e Luise sembrano un pò opachi in questo primo tempo, come pure Comin e Basso, che  si fanno vedere poco dai compagni. Bene invece dietro Ale Franchetto e Capitan Stradiotto, sempre sicuri e mai in affanno. Ma al termine del primo tempo le cose non sembrano per niente facili ed è opinione comune che questa possa essere la classica partita decisa da un episodio. Ma nella seconda metà i nostri cambiano marcia e si rivede finalmente l' Union Pro dei tempi migliori. I ritmi crescono, l' intensità di gioco pure. Arriviamo sempre primi sulla palla e ce la scambiamo con precisione, malgrado il terreno. Così prima è il France che, proiettato in area in posizione centrale, viene pescato da uno splendido pallonetto sopra i difensori del Peluca Lorenzatti tutto solo. La conclusione è a botta sicura, la palla è colpita bene ma si va ad infrangere sull' incrocio dei pali ! Sembra un' altra partita stregata ma i Nostri ragazzi non mollano. Basso e Comin sono altri giocatori in questo secondo tempo, si muovono di più e anticipano sempre i propri marcatori. Così è Simone Basso che viene incontro alla palla, la riceve e la scarica di fianco ad Alvise Baratella che arriva da dietro a tutta velocità, riceve palla sul filo del fuorigioco, entra in area  e la scarica alle spalle dell' incolpevole Gatto. Gol finalmente e la partita si fa in discesa, con i nostri che proseguono sulle ali dell' entusiasmo. Sulla destra Bonny è irrefrenabile., in mezzo cresce Federico a dare i ritmi, Luise e Baratella prima e Gianluca Fuxa poi fanno vedere giocate importanti, ed anche Pietro Fiacchi, subentrato a Leo Cagnato, si fa apprezzare con splendide azioni e servizi per i compagni. Il dominio diventa totale ed i ragazzi si divertono nel proporre il loro gioco e  chiudono la partita con Lele Comin che scaraventa in rete la sua doppietta personale, prima rubando palla al povero centrocampista Valentini in ripiegamento difensivo, poi su splendido assist dello scatenato Basso che  dimostra grande  altruismo ( e questa è la qualità fondamentale se si vuole far vincere la squadra ! ). Finisce in gloria con i nostri tifosi che applaudono i ragazzi all' uscita e lo sportivo pubblico di Murano che riconosce i meriti di una Union Pro davvero bella. I tre punti ci portano a soli due punti dalla vetta, al terzo posto in una classifica cortissima per i primi quattro posti. Saranno due mesi e mezzo di fuoco, in cui verrà fuori la verità in un campionato bellissimo e combattuto, ma il gioco di questa squadra e lo spirito di gruppo di questi ragazzi fanno pensare che batterci sarà difficile per tutti.
Eccovi le pagelle di questa domenica :
NOE ' : sarà anche stato poco impegnato ma ogni giornata che passa ed Enrico si dimostra più presente e sicuro. E' più reattivo sulle gambe, segno che ha lavorato duro ed ora ne vede i benefici. Tempestivo nelle uscite basse ma anche in tuffo sembra arrivare più distante.   Comanda la difesa con sempre maggiore autorità. Non c' è che dire, tra i migliori estremi del campionato, nonostante i 18 anni. Ed anche il meno battuto !
BONOTTO : voglioso di riscattarsi dalla partita in maschera di domenica scorsa, oggi Bonny ritorna bello pimpante ed  irrefrenabile sulla destra. Nel primo tempo si fa vedere spesso libero ma i compagni lo ignorano colpevolmente. Poi nel secondo tempo lo servono e dalle sue parti asfalta tutti quelli che gli girano intorno. Grande gara, anche in fase difensiva, forse la sua migliore in questo campionato. Giocatore vero !
FRANCESCHINIS : peccato solo che non abbia centrato la porta nell' occasionissima nel secondo tempo, altrimenti avrebbe anche esultato meritatamente, assieme alla nostra Fernanda, sua prima fan ed oggi anche lei presente. Ottima prestazione, deciso e sempre in anticipo sugli avversari, veloce nelle chiusure ma anche nel riproporsi. Vola il France e ci crede sempre. Bravo !
LORENZATTI : nel primo tempo Federico non trova i ritmi giusti e sembra non così preciso e rapido di testa come nelle sue migliori gare, anche se la palla gol a Basso la mette lui. Poi nel secondo tempo cresce a dismisura, splendido l' assist per il France prima e sontuosa la regia poi, con varietà di schemi e giocate che liberano le potenzialità della squadra. E la squadra lo segue. SuperPeluca !
FRANCHETTO : rientra oggi Ale ed anche il temuto Peron, forte di testa e tecnico, trova pane per i suoi denti. Con classe limita l' avversario di turno rendendolo innocuo. Mai in affanno, sempre concreto però e deciso nelle giocate. Sa far ripartire la squadra e con lui si può giocare palla da dietro e questo è un gran vantaggio. Fondamentale !
STRADIOTTO : oggi ritorna il Capitano invincibile delle partite migliori. Non lo superano mai, anche se raramente gli avversari passano la nostra metà campo. Partita senza affanni e con grande sostanza. Sempre ben posizionato, dà sicurezza ad un reparto che sta diventando sempre più un punto di forza di questa squadra. Vai Capitano !
BARATELLA : ritorna a sorpresa in campo Alvise dopo l' infortunio che lo ha tenuto fuori a lungo, segno della grande stima che gode dal Mister e dai compagni. Parte un pò contratto, poi cresce con il passare dei minuti. Finalmente un gol decisivo, con uno splendido inserimento, che dimostra come stia maturando in fretta e si senta sempre più importante in questo gruppo. Lo aspettiamo sempre più determinante in questo finale di stagione. Esce tra gli applausi. Meritati !
FUXA : gioca a Venezia e si vede che sente la gara e vuole a tutti i costi dire la sua. E fa tutto bene, con grande spirito ed altrettante capacità.
LUISE : al rientro il nostro ragazzino parte un poco titubante e patisce i rimbalzi impazziti del pallone. Poi cresce a dismisura nel secondo tempo e fa vedere prima giocate utili alla squadra e poi  sembra volersi anche divertire e far vedere che tempi di inserimento e  doti tecniche non gli mancano. Si sta rivelando uno dei '95 più completi del panorama veneto, ha dato fiducia a questa società per la sua crescita e ne sta ricevendo i benefici. Ma può fare ancora di più. Vedrete !
BASSO : primo tempo sulla falsariga dell' ultima gara, cioè da pedate nel didietro, anche se la palla gol più importante in fondo la costruisce lui. Poi nel secondo tempo cambia decisamente registro e va finalmente a cercarsi la palla ed entra sempre nel vivo del gioco. Ha notevoli qualità ed una velocità in progressione davvero notevole e se gira lui diventiamo irresistibili. Così succede che due assist siano suoi e che nel secondo tempo faccia vedere la sue parte migliore. Ti vogliamo così Simone !
COMIN : Lele torna a Venezia e si vede lontano un miglio che pagherebbe di suo pur di far felice sè stesso e la sua famiglia presente in tribuna al gran completo.  Nel primo tempo rimane imbrigliato nelle maglie ospiti ma nel secondo tempo rispolvera le sue doti di opportunista e si conquista il secondo gol, strappando la palla al giovane Valentini e poi fa doppietta facendosi trovare smarcato sull' assist di Simone Basso. Non c' era a Venezia uno più felice di lui oggi !
MANZAN : si rivede in campo, finalmente ! Ma l' arbitro non gli fa toccare il palllone e fischia la fine senza concedere recupero. Bentornato Mansa !
CAGNATO : Leo ha un periodo non di grande forma ma è in queste circostanze che si vede l' intelligenza del giocatore vero. Si mette al servizio della squadra e dà equilibrio ai nostri in entrambe le fasi. Nel secondo tempo cresce anche lui e sulla sinistra non sbaglia quasi nulla. Cede la scena nel finale a Fiacchi. Fondamentale sempre e comunque !
FIACCHI : un grande quarto d' ora. Bravo Pietro !


4 commenti:

  1. Oggi per me Man of The Match è stato il Gioco di Feltrin. Complimenti Mister !

    RispondiElimina
  2. Il primo elogio al Mister ! Finalmente !
    Messa cantata per tutti.

    RispondiElimina
  3. Compliemti a tutti!
    Ieri mi sono veramente divertito, approfittando della bella giornata, mi sono girato un po Venezia e poi vi ho "seguiti" allo stadio. Complimenti per la partita!
    Sergio

    RispondiElimina
  4. Sono d' accordo con il tifoso che ha elogiato il gioco della nostra squadra e di Checco Feltrin. Sicuramente questo è il nostro principale punto di forza. Avere un proprio gioco, che i giocatori sanno sempre interpretare come uno spartito ed a cui possono fare affidamento quando si trovano in difficoltà è fondamentale per raggiungere il risultato. Quando poi esiste un gioco di qualità, è all' interno di questo gioco che anche il singolo giocatore può far risaltare le proprie qualità. Il gioco è quello che fa la differenza fra un allenatore normale ( che si limita a mettere i giocatori in campo ed a motivarli ) ed un bravo allenatore. Questo vale anche per le nostre squadre giovanili. Ed è questo il metro principale che l' Union Pro utilizza per valutare i propri allenatori sul campo.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.