8 aprile 2013

LE PAGELLE DEL PRES : FC UNION PRO 1 - CALVI NOALE 1

Che colpo d' occhio oggi al Comunale di Preganziol ! La tribuna è pienissima, tanto che mi sono dovuto accomodare sui gradoni, dopo aver letto le formazioni... Tanti i tifosi di Mogliano e Preganziol, tanti i ragazzi e le famiglie del nostro settore giovanile, parecchi anche i Noalesi, ma anche molti appassionati di calcio del circondario che sono venuti a vedere quella che era sicuramente la partita più interessante della giornata. I nostri ragazzi sono scesi in campo dopo la lunga sosta , consapevoli di giocarsi una buona parte della stagione in 90 minuti, e desiderosi di dare una gioia a se stessi ed ai nostri tifosi presenti. Assente Capitan Stradiotto, che in settimana  ha risentito di una noia muscolare, sostituito da Mister Feltrin con  Bonotto come centrale difensivo in coppia con Franchetto, mentre sulla destra è chiamato ad agire Ziliotto. Per il resto nessuna sorpresa con Noè in porta,  Franceschinis con la fascia al braccio che agisce sulla sinistra, Lorenzatti come play davanti al quale si muovono Luise e Cagnato, con Alvise Baratella da trequartista dietro alla coppia Basso-Comin. I  nostri avversari sono al gran completo, con Pilutti e Lopez tenuti a riposo da Mister Susic ( il Noale giovedì ha la finalissima di Coppa Veneto con l'ArzignanoChiampo ) ed il temuto tridente Guerra-Mason-Schiavon davanti. Si parte ed i nostri appaiono concentrati ma  dimostrano di risentire nei primi minuti dell' assenza prolungata del ritmo partita, per cui sono gli ospiti che partono meglio e si fanno pericolosi davanti in un paio di occasioni, con Noè attento. Poi a poco a poco i nostri mettono a punto le distanze ed il fraseggio prende quota con Lorenzatti che comincia a toccare di più la palla ed a trovare i compagni, per cui cominciamo a spingere bene sulle fasce con il France e Zilio spesso in sovrapposizione. Creiamo così un paio di possibilità, con Basso che in mezzo alle linee è pericoloso nell' aprire ai compagni e con il Bara che si muove bene,  ma ci manca l' ultimo passaggio o la deviazione vincente. Ma anche il Noale ribatte colpo su colpo e dietro mostriamo qualche tentennamento di troppo, con i nostri esperti avversari che ne approfittano subito con il furbo argentino Lermee che, dopo che i nostri difensori in due cincischiano con la palla in area senza riuscire a rilanciarla se la ritrova sui piedi e si butta a terra con abilità sull' intervento pericoloso da terra di Bonotto, che giurerà di non aver toccato il giocatore ma solo la palla. Ma l' arbitro, tradito dalla dinamica, fischia il rigore a favore del Noale, realizzato con freddezza da Mason che spiazza Enrico Noè. I nostri sembrano risentire psicologicamente della botta e faticano a costruire gioco e non riescono a liberarsi mai al tiro davanti. Così dopo pochi minuti, su una scivolata di Franchetto il Noale si ripresenta in area ed il tiro, o cross che fosse, viene fermato di  braccio, largo,  ancora da Bonny. L' arbitro, probabilmente a torto, lo considera involontario ( meno male,  altrimenti oltre al rigore ci sarebbe stata anche l' espulsione per seconda ammonizione del nostro difensore e la nostra partita sarebbe stata compromessa ) . Da qui alla fine del tempo la palla resta in nostro possesso, in mezzo giochiamo bene ma siamo sterili in fase offensiva anche per l' ottima prestazione dei due centrali avversari, soprattutto con un Ton che è veloce e reattivo e che arriva sempre primo sulla palla. Si chiude un bel primo tempo, da categoria superiore,  ben giocato da entrambe le squadre che dimostrano di essere meritatamente in alto in classifica.
Dopo aver salutato tanti amici, tra cui il nostro ex centralone D' Altoè, molti nostri Mister del Settore Giovanile ( anche ex come il bravo Corazza ) ed il Sindaco tifoso di Preganziol Marton, si riparte per i secondi quarantacinque. La partita si fa più spezzettata, il Noale cerca di rompere il ritmo e di perdere tempo fin dal principio. I nostri faticano così a costruire gioco come nel primo tempo e le azioni sono  più spezzettate ed il gioco non fluisce più continuo come nella prima frazione. Dopo una bella girata di Guerra, come sempre bravo a tenere su la palla per la sua squadra, i ragazzi di Checco Feltrin cercano di riportarsi avanti con caparbietà. La partita si fa più dura ed i lanci lunghi ed i rilanci di testa aumentano. Gli ospiti sostuiscono Guerra, che sembra zoppicare e che comunque ha autonomia limitata,  per andare ad infoltire il centrocampo, passando al 4-4-2.  Aumentano anche i falli in mezzo al campo. Ed alle palle inattive affidiamo così le nostre chances . Così al 20', su una punizione dalla destra battuta splendidamente  di sinistro a rientrare dal France, si getta di prepotenza sulla palla Simone Basso che, in terzo tempo,  la incorna in anticipo su tutti e gonfia la rete. Esultiamo finalmente assieme ai nostri tifosi e ci apprestiamo a vivere un finale emozionante. Entrano anche Gianluca Fuxa al posto del positivo Bara . I nostri avversari, con un centrocampo più folto, e con il giovane Giubilato chiamato a marcare a uomo il nostro Lorenzatti, per togliere ispirazione al nostro gioco, tengono però posizione, anche se davanti non si rendono quasi mai pericolosi, se non su calci da fermo. Comin sembra ora riuscire a tenere meglio la palla davanti ed è sua l' azione migliore in questa fase, quando va via in dribbling sul fondo sulla destra, saltando due avversari e mettendola rasoterra al centro, con Basso che viene però murato al tiro sul primo palo. Peccato, ma ora sembriamo più freschi dei nostri avversari, anche se anche qualcuno dei nostri è in debito di ossigeno ( in particolare Luise e Ziliotto mi sono sembrati in difficoltà fisicamente nel finale ). Gian fatica ad entrare in partita, mentre lo fa benissimo Pietro Fiacchi  ( entrato forse in ritardo, ma Mister Feltrin spiegherà che era pronto ad  entrare ma il gol di Basso ha fatto rimandare il cambio con Leo Cagnato, comunque autore di una prova intelligente e gagliarda ) . Ed è Pietro che spacca in due il centrocampo avversario e va via di prepotenza e la serve a Comin che invece di chiudere il triangolo con Fiacchi si accentra e prova il tiro, che gli esce però debole.  Il Noale sembra stanco e fatica a ripartire ora, ma la sua difesa spazza senza preoccuparsi dell' estetica e tiene botta ed i minuti passano così inesorabili. Ma l' occasionissima per i nostri ci scappa comunque a pochi minuti dalla fine, sempre da una punizione, stavolta sulla sinistra, del France  che spiove lunga sul secondo palo dove si avventa Bonotto che, solo,  non riesce  a colpire la palla ed a buttarla dentro . Disperazione sulle tribune, ed il triplice fischio finale sancisce un pareggio, sicuramente  giusto per quanto si è visto in campo, ma che va molto meglio ai nostri avversari che a noi. Forse avremmo dovuto osare un pò di più, un punto non ci serve molto, ma alla fine ci permette comunque di poter continuare a sperare. Ma ora serve un filotto di vittorie e sperare in un passo falso dei nostri avversari. Ma continuiamo a credere di poter fare un grande finale di stagione.  A proposito, bisognerà studiare qualche coro, oggi con tutte le persone presenti avremmo dovuto farci sentire di più,  ma miglioreremo anche in questo ! Forza ragazzi, forza Union Pro !
Eccovi le mie pagelle di oggi :
NOE' : partita impeccabile di Enrico oggi. Sempre reattivo in tutte le circostanze, non è impegnato in parate difficili, ma dà sicurezza, sia nelle uscite alte che basse che di piede. E' concentrato dal primo al novantesimo e prova anche a dare la carica ai suoi compagni, facendosi sentire ed incitando. I tifosi gli vogliono bene, e si capisce perchè.
ZILIOTTO : parte molto bene e con convinzione, anche se nella foga di spingere un paio di volte dalla sua parte si fa trovare troppo alto e non riesce a coprire ( in occasione dell' azione del rigore e di quella successiva del mani di Bonotto mi è parso fuori posizione ). Chiude anche bene il primo tempo con una splendida sovrapposizione con cross al centro che avrebbe meritato miglior fortuna. Nel secondo tempo è meno lucido e nel finale risente della lunga inattività e va in riserva e saggiamente tiene la posizione e non spinge più. Prestazione comunque volitiva.
FRANCESCHINIS : oggi la fascia di capitano lo ha ancora più caricato ed il France è stato autore di una prova maiuscola. Grandi anticipi, ottimi appoggi, spunti decisi . Il gol viene da una sua punizione battuta da manuale per Basso ed anche nel finale una sua punizione ci dà la migliore occasione per vincere la partita. Continuo e determinato, non molla mai. Protagonista !
LORENZATTI : il nostro regista anche oggi è uno dei protagonisti e nel primo tempo è probabilmente il migliore in campo. Da lui nasce il nostro gioco e la palla con lui gira sempre di prima  e sempre verso il compagno giusto. Nel secondo tempo Mister Susic prova a limitarlo dedicandogli una marcatura a uomo. Lui tocca meno palloni e fa fatica ad incidere, ma comunque la sua personalità in campo si sente, eccome. Ci crede sempre, fino alla fine. Il cuore e la mente !
FRANCHETTO : con una vecchia volpe come Guerra che tiene su la squadra e le folate improvvise di Mason e Schiavon , Ale  va talvolta in affanno. Barcolla ma non molla, e si riprende poi nel secondo tempo, dando ben poche chances ai nostri avversari. In fase di possesso palla,  come al solito vede bene il gioco e quando ha il pallone tra i piedi non gli scotta mai. E' comunque cresciuto in  personalità e rispetto alle precedenti partite contro il Noale fa molto meglio.
BONOTTO : ritorna centrale il nostro Bonny neo laureato. Parte molto bene, attento e dinamico . Poi però è protagonista in negativo dell' azione del rigore ( che non c' era, ma cosa ci faceva a terra ? ) e del fallo di mano che poteva costargli e costarci  caro. Ma poi si riprende anche lui e si fa ammirare per alcuni bei recuperi, anche di testa, e per la precisione nell' impostazione del gioco. Nel finale potrebbe farci esultare ma non riesce ad impattare la palla con la fronte ed a buttarla dentro. Mannaggia !
BARATELLA : Alvise è molto cresciuto e si muove bene tra le linee. Uomo in più in mezzo in fase difensiva, si libero bene quando siamo in possesso palla. Il ruolo che Mister Feltrin gli ha ritagliato gli si adatta a pennello e lui ci mette del suo, facendo vedere anche una fisicità nuova rispetto all' andata. Peccato non gli venga fuori lo spunto vincente, che sembra sempre abbia in canna pronto ad esplodere. Esce tra gli applausi.
FUXA : Gian , solitamente bravo ad entrare subito in partita, oggi sembra non trovare la posizione e le giocate giuste, e si perde un pò in mezzo alle maglie avversarie. Ci prova ma non riesce ad incidere come vorrebbe. Ma lotta fino alla fine, per cui merita un elogio comunque. Alla prossima !
LUISE : eravamo tutti curiosi di vedere in che condizioni fisiche e psicologiche sarebbe tornato Ale dal massacrante Torneo delle Regioni in Sardegna. Devo dire che ce lo hanno reso un pò spremuto ed oggi , pur facendo girare bene la palla in coppia con il Peluca, non gli riescono giocate particolari, nè riesce a rendersi protagonista di incursioni in area avversaria, che ci aveva spesso fatto vedere in passato. Nel finale per la prima volta l' ho visto un pò stanco. Ma la sua età lo aiuta e lo ritroveremo presto protagonista. Forza Ale !
BASSO : entra in partita ad intermittenza, sia accende e si spegne con la stessa facilità. Ma quando parte sono dolori per gli avversari ed anche oggi le nostre azioni più pericolose nascono da sue giocate sulla trequarti dove salta l' uomo e libera i compagni. Poi ha il merito dello splendido colpo di testa in elevazione ed anticipo su tutta la difesa avversaria che ci regala  il pareggio. Peccato che anche lui nel finale non trovi il guizzo vincente. E' arrivato a quota 10 gol, è sempre più determinate. E può fare di più !
COMIN : Lele oggi fa una partita volenterosa, cerca di dare profondità come sempre alle nostre azioni, ma non riesce a trovare il guizzo in  verticale che in tutte le partite precedenti ha messo in crisi gli avversari. Patisce la marcatura tosta e rapida di Ton ( che è difensore che ha trascorso gli ultimi due anni da professionista in C1 a Pisa, mica in terza categoria ! )  ma non si demoralizza. Cresce nel finale e  gli riesce  uno grande spunto sulla destra sul fondo, dove ne salta due,  e che potrebbe darci il vantaggio a pochi minuti dal termine. Comunque ora diventano  determinanti  i suoi gol ed i suoi assist in queste ultime sei partite, per cui forza Lele !
CAGNATO : Leo fa un grande primo tempo e fa vedere di essere giocatore adatto a queste gare dove conta anche la personalità, oltre alle qualità tecniche. Legge bene tutte le situazioni e non sbaglia quasi niente in mezzo. Molti palloni recuperati e poche palle perse, dà equilibrio alla squadra, bilancio senza dubbio positivo. Esce nel finale. In crescita e pronto per un grande finale di stagione.
FIACCHI : Pietro ha poco tempo ma tanta voglia di far vedere che può essere decisivo. In effetti dimostra subito con una grande discesa e con un pallone dato a Comin che sarebbe stato il giocatore giusto per ribaltare la gara con i suoi inserimenti e con la sua fisicità unita alla tecnica ed al colpo di testa. Sarebbe titolare in qualsiasi squadra, come dice Mister Feltrin, ed ora che sta bene credo sia giusto dargli qualche minuto in più. Lo ripagherà a suon di gol e giocate, statene certi !

44 commenti:

  1. Massimo Prete8 aprile 2013 08:35

    Non mi è ancora passata e quindi metto da parte i miei tradizionali interventi pacati (é sempre sbagliato dare giudizi quando non si lavora con i ragazzi tutta la settimana) e parlo da tifoso (mi farò anche qualche nemico ma tant'è, oggi sono un tifoso, non un dirigente, posso permettermi anche di osare o meglio di dire le cose come stanno). A Feltrin non serve una rosa di 22 giocatori, a questo allenatore ne bastano 12 e anche gli avanzano. Se a proprio bisogno si trovano al caso due "interinali". Poi il calcio non è il biliardo, non si gioca tutto e solo di sponda, non ci sono dei birilli in mezzo, ne delle buche ai lati... tic toc tic toc e la porta? La differenza la fanno sempre e solo i giocatori che hanno le capacità fisiche e tecnico-mentali per creare la superiorità numerica. Punto. Certe cose che si sono viste domenica, non si possono vedere a certi livelli. Sarà bene recuperare il film della partita da Pippo de ilPippoCalcio e farla rivedere a chi di dovere. Ero talmente infastidito che nel secondo tempo ho deciso di scendere a livello del campo per vedere se era colpa del fatto che io vedevo la partita dall'alto mentre la prospettiva dalla panchina era diversa. E invece niente... Poi trovi il pareggio con un "gratta e vinci" e ti SFORZI per pareggiare la partita che ti vale una stagione a quattro gare dalla fine con gli avversari che si stanno risparmiando perché hanno in settimana una finale.... tic toc tic toc tic toc tic toc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. noi abbiamo trovato il pareggio col gratta e vinci...e loro il gol come l'hanno trovato?con un rigore

      Elimina
  2. Massimo, capisco il tuo disappunto, ma non voglio farmi trascinare in polemiche che a questo punto decisivo della stagione non sono utili. Obiettivamente ieri per noi era difficile fare meglio. Certo nel finale si poteva anche osare di più ed inserire la terza punta, visto il loro calo e visto che a noi serve poco il pareggio ( che comunque ci lascia ancora delle possibilità ). Anch' io sono come te e le partite le vorrei sempre giocare per vincerle ( mi ricordo che nel passato ho mandato via un allenatore perchè ogni volta che stavamo vincendo toglieva una punta ed inseriva un centrocampista o un difensore ... ) ma ieri era obiettivamente difficile fare di più. Di fronte avevamo una squadra molto quadrata e forte fisicamente, ma più degli avversari hanno potuto la giornata di scarsa vena di 3 o 4 dei nostri. Troppi non erano al massimo ( da capire il perchè ) e qualche comprensibile calo fisico c' è stato nel finale, e se non sei al massimo queste partite non le vinci. Magari si poteva provare qualche soluzione più offensiva, ma dopo il pareggio, arrivato a metà del secondo tempo, era anche sensato lasciare la squadra inalterata e vedere se , sull'onda positiva, si riusciva a fare il secondo gol. Forse si poteva provare qualche cambio in più nel finale ( Fiacchi e Manzan erano i giocatori più utili in circostanze simili viste le loro caratteristiche ). Comunque è vero che noi facciamo possesso palla ma non è mai il titictitoc fine a se stesso, ma cerchiamo sempre di trovare la profondità quando è possibile. Se per qualche motivo non ci riusciamo, il gioco spesso si ferma sulla trequarti. Ma dipende dalla nostra giornata e dagli avversari. Almeno io la vedo così...

    RispondiElimina
  3. concordo pienamente sulla frase di Massimo "A Feltrin non serve una rosa di 22 giocatori, a questo allenatore ne bastano 12 e anche gli avanzano. Se a proprio bisogno si trovano al caso due "interinali"".

    Ma cacchio, dovevamo vincerla questa partita, ma perche non ha osato di più? non poteva mettere una punta almeno nel quarto d'ora finale? L'ho guardato nel secondo tempo, è rimasto fermo e zitto fino al gol del pareggio, solo poi ha iniziato a parlare e urlare...

    Ora dobbiamo sperare nel risultato negativo delle altre squadre, non dipende più in tutto e per tutto solo da noi!!!

    Onestamente (parere mio) con la stessa squadra, Favaretto avrebbe fatto meglio.

    Sempre forza Union Pro, anche se l'allenatore, a me, proprio non va giù.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Favaretto è fresco di scarpe a tacchetti, è bravo certo ma ha bisogno di esperienza panchina.

      Elimina
    2. hai ragione...infatti con l'edo in eccellenza ha fatto male....vero?informati prima di parlare

      Elimina
    3. Vedi amico, non ho criticato nessuno, ho detto che è bravo, ricordati che l'anno scorso si è salvato con diversa fortuna e i nomi per un campionato tranquillo c'erano tutti.
      Sii obbiettivo non ottuso.

      Elimina
  4. la differenza è che loro hanno 4-5 giocatori di esperienza che in queste partite fanno la differenza, noi non ci troviamo con nessun giocatore di esperienza. comunque un pareggio ci puo stare con questa squadra, l'importante è fare i 3 punti sia con la pievigina sia con il gazzera!
    FORZA UNION PRO! e domenica tutti a villorba per il "derby"
    marco

    RispondiElimina
  5. Un leggero calo era prevedibile dopo la lunga sosta e le amichevoli non sono mai la stessa cosa di una partita ufficiale. Forse era meglio non fermarsi: i portieri sono due e ci sono altri '95 nella società...
    Gio'

    RispondiElimina
  6. La prossima domenica , se vinceremo a Villorba, tutto può cambiare... Forza Union Pro !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unico commento degno di nota è questo.
      Bravo
      Così parla il vero tifoso.
      Il tifoso è quello che spera
      il tifoso è quello soffre per una sconfitta ingiusta
      il tifoso è quello applaude i nostri ragazzi sempre.
      il tifoso è quello che dovrebbe essere rispettato portando rispetto.

      Elimina
    2. Ma va là siamo mica in Inghilterra qua si beve vino rosso non birra

      Elimina
  7. Massimo Prete8 aprile 2013 16:00

    Nel mio intervento precedente manca una "h"... Comunque caro Marco, non voglio trascinarti in nessunissima polemica, capisco appieno il tuo ruolo dirigenziale, ci mancherebbe, e soprattutto lo rispetto. Ma per una volta, lasciami fare il tifoso, lasciami sfogare e dire che questo allenatore non mi piace. O meglio non lo sopporto. Dopo un intero campionato credo di poterlo dire, anzi oggi che sono ancora innervosito da ieri, gridare. Non mi piace perché è come un totem. E' immobile nei suoi schemi tattici, nel suo modulo. Non cambia mai, niente. Ne tra gara e gara, ne a gara in corso. Ha solo i SUOI 11-12 giocatori (e vedrete che esodo tra le SUE seconde linee in estate) e basta. Giocatori che sembrano intoccabili. Me se sei Capello, che non ha sbagliato quasi mai un giudizio su un singolo giocatore, puoi anche farlo, in caso contrario rischi di sputtanare "la piazza" (nel senso, c'è quello che allena, no grazie non vengo, sì lo so, siete una società seria, sarebbe tutto ok, ma preferisco non venire da voi). Capisco avere una intelaiatura di base ma questa è una gabbia di faraday... Ricordo un episodio personale: gara di campionato fuoricasa contro la prima dove già arriviamo secondo alcuni rimaneggiati. Uno dei centrocampisti ha un problemino e prova durante il riscaldamento, ma niente non può giocare. Il mister ci chiama dentro per distribuire le maglie e con una faccia tetra ci comunica che deve giocare "y" al posto di "x". "x" allora si alza in piedi e tutto serio dice; "me sta ben tuto, ma basta che non se metemo piansar". Risultato vinciamo 2 a 1 con doppietta di "x" e partita strepitosa delle cosiddette seconde linee, "x" riporta la borsa dal martedì successivo, per cambiare aria e allenatore esonerato. L'onda positiva dopo il pareggio io non l'ho proprio vista, nemmeno impegnandomi. Ho visto tanta acqua stagna, ma non in campo dove sono sicuro che i ragazzi si sono battuti allo stremo, ma in zona panchine. Forza ragazzi, forza U&P.
    Il tic toc tic toc tic toc allora spero sia il ticchettio della "bomba" piazzata sotto la panchina. :-))
    Questo intervento va preso comunque per il verso giusto, senza drammatizzare niente, d'altronde non si può piacere tutti.



    :-)

    RispondiElimina
  8. Bel clima all'Union Pro con il Presidente che sputa sentenze con l'unico risultato di aizzare i tifosi contro l'allenatore. Ma se proprio non gli va perche' non lo caccia? Fortuna che l'obiettivo che la società dichiarava all'inizio dell'anno (play-off) lo hanno raggiunto con ancora 6 partite da giocare!!!!! Sempre e solo Union Preganziol. Con questa gente non abbiamo nulla da spartire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massimo Lunian8 aprile 2013 19:38

      Il Pres ha espresso un'opinione personale, ci mancherebbe non potesse farlo, e quando ha ritenuto opportuno ha sempre elargito belle parole nei confronti di tutti. Sinceramente questo tentativo di aizzare i tifosi lo vede solo lei non riconoscendo la bontà delle considerazioni espresse (un Presidente è il primo tifoso e come tutti ha il suo pensiero). Rispetto invece alle sue parole di congedo le posso dire che sono anacronistiche: la gloriosa Union Preganziol (come la gloriosa Pro Mogliano Calcio) fa, fanno parte del passato. Un passato che non si dimentica ma viviamo nel presente. Sapesse quante belle persone ho conosciuto con la fusione, persone che stanno facendo un gran bel lavoro nel Settore Giovanile e che remano tutti verso la stessa direzione (questo per dirle che la fusione ha portato grandi benefici). Se si fosse fatto un giro a Mogliano domenica pomeriggio avrebbe potuto assistere ad un bellissimo derby dei Piccoli Amici 2005 tra le due Union Pro. A guardarle... Entrambe le squadre con le stesse casacche... Non avrebbe potuto riconoscere chi fosse stato di Preganziol e chi di Mogliano... La stessa sportività, voglia di vincere ed educazione. Le assicuro un vero spettacolo!

      Elimina
    2. Mi sono riletto bene il mio commento alla partita scritto a caldo per vedere se per caso avessi sputato qualche sentenza o ci fosse qualche frase che si presta ad equivoci, ma proprio non ho trovato nulla di tutto questo. Aizzare i tifosi contro il nostro Mister? Ma dove? Ma quando mai? Anche perché mai potrei dire qualcosa di negativo su un allenatore come Francesco Feltrin che ho imparato a conoscere e che stimo tantissimo come persona e come mister. Lo stesso vale per tutti i componenti dello staff della prima squadra, persone che stanno dando tutti un grande contributo ed ottenendo splendidi risultati non a caso. Poi ricordo che nella nostra società le scelte sulla prima squadra spettano in primis al mio socio ed amico Maurizio Michielan mentre io mi dedico maggiormente al settore giovanile. Chi sta all' interno della società sa che il clima è splendido e non saranno certo queste critiche gratuite e rancorose di chi ci vuole male a rovinare quanto di buono stiamo costruendo. Poi, se per inciso, una società prende le sue decisioni non su un sito, che è il luogo del tifo, ma confrontandosi al proprio interno con le persone competenti per farlo. Noi non ci siamo dimenticati della Pro Mogliano e dell ' Union Preganziol e le loro date di nascita, 1928 e 1962, sono ben incise nel nostro stemma a ricordo della nostra storia, ma stiamo cercando di guardare avanti e di costruire per il futuro. Esci dal tuo guscio e fatti un giro a Mogliano, a Preganziol e San Trovaso a vedere le nostre squadre, a parlare con i nostri allenatori e dirigenti, a vedere il nostro spirito e magari alla fine la penserai diversamente. Se non sei prevenuto.

      Elimina
    3. Bene Pres ! Manteniamo intatto questo bel giocattolo che abbiamo.
      I tifosi sanno che i ragazzi stanno mettendo anche il cuore.
      Basta !
      Sono uno di quelli che per rispondere a tono mi hanno spammato diversi commenti.
      Volevo ricordare tra questi commenti diversi andrebbero cestinati alla grande.

      Elimina
    4. sempre e solo union preganziol bravo.a parte stradio, il desaparecido freschi e basso,dalla prima squadra ai 2000 quanti ragazzi e giocatori sono stati confermati?chissà perchè

      Elimina
    5. Cosa ne sai tu dello stadio
      di Freschi, di Basso,
      dei ragazzi del 2000
      e delle conferme ? ?

      Elimina
    6. Vai a guardarti il significato dei vocaboli che usi in maniera non appropriata ( Storia America Latina ).
      Non mi sembrano che siano scomparsi o inesistenti.
      Fanno parte di una squadra e vengono utilizzati dal mister per le loro caratteristiche e condizioni di forma fisica e psichica.
      Tu le conosci le loro caratteristiche ? Sei un visionatore di un grosso club ?
      O sei come i tanti mercenari che scorrazzano per i campi a illudere o rovinare ragazzi ?
      Taci

      Elimina
    7. All'amico del "bel clima"
      Guarda che solo tu e Prete state esagerando.
      Se analizzi il tuo commento, ti sei risposto da solo.

      Elimina
  9. Tutta la vita era meglio Mr. Favaretto (quello dell'anno scorso per chi non lo sa).

    Matteo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta con sto Favaretto.

      Elimina
  10. E facile sentenziare ma vorrei ricordare che nella vita non tutti possono essere solo tifosi. C'è chi sceglie anche di prendersi delle responsabilità e ricoprire cariche come Presidente/i. Per giudicare in modo coerente bisogna essere obiettivi e ricordarsi dei passi avanti fatti da queste società in questi ultimi anni.
    Se non ricordo male all'inizio dell'anno, nessuno della dirigenza ha illuso tifosi con aspettative ambiziose, anzi...e una volta tanto non facciamo i soliti italiani e sosteniamo la squadra, invece di dare contro alla minima occasione e dire era meglio questo o altro.
    Andreotti diceva: Italiani ? sono tutti tecnici seduti in poltrona !
    L'Union Pro è ancora 2^. Chi di voi avrebbe scommesso a inizio campionato sull'attuale posizione ? e non dimentichiamo che è una squadra giovane e ha cercato senza riuscirci di opporsi a una corazzata di squadra. Vogliamo mettere anche in conto la maturità, provenienza di alcuni giocatori e compensi di questi ?.

    Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Completamente d'accordo Francesco.. E ieri ce la siamo giocata alla pari e la corazzata Noale non ha dimostrato di giocare meglio dei nostri. Nessuno dopo le prime dieci gare ci avrebbe scommesso che a questo punto della stagione ci saremmo ritrovati a competere per il primo posto. Da Dicembre in poi i numeri dicono che siamo la squadra migliore e che ha fatto più punti. Per cui crediamoci fino alla fine!

      Elimina
    2. Massimo Prete8 aprile 2013 21:50

      Se mi è permesso questo intervento è completamente fuori tema e non coglie il punto. Il Noale avrà anche speso di più come monte stipendi, ma se al 20'st dello scontro diretto a quattro giornate dal termine sono in parità (e bene che vadano i recuperi sotto di un punto in classifica) cosa faccio? Sto li a pensare che in fin dei conti l'annata è andata bene perché il Noale è solo un punto sopra, ma ha speso molto di più. Ma stiamo scherzando? Da che mondo è mondo proverò a vincere, non è questione di essere tecnici più o meno preparati, di ambizioni di inizio stagione, di sostenere o no la squadra. Perché la squadra la si sostiene sempre, questo tecnico no. A me non piace.
      Tuttavia queste sono solo chiacchere da bar dello sport e con questo spirito goliardico vanno prese, senza prendersi troppo sul serio. I problemi della vita sono altri

      Elimina
    3. Massimo Prete8 aprile 2013 22:23

      Il mio intervento era in relazione a quello di Stefano... la moderazione dei commenti crea qualche problema, per cui nel mezzo si è infilato anche Marco. Ma dato che il Pres (Marco) è d'accordo con Stefano (lui dice Francesco ma penso si riferisca a Stefano) sono in disaccordo pure con lui. Se il Noale gioca in Promozione e non due o tre categorie sopra è normale giocarsela. Poi stiamo parlando di una squadra che è prima, ma ben lungi da aver dominato o ancor di più ammazzato il campionato. Sono una squadra di Promozione mica dei marziani della categoria che hanno stabilito il record dei punti fatti.

      Elimina
    4. Prete ritorna in te e lascia le frattaglie di bassa macelleria.
      Abbiamo bisogno di calma e tranquillità in questi momenti non di sputa sentenze.

      Elimina
    5. Calma e tranquillità sette punti sotto... così riprendiamo a dormire da dove ci ha svegliato il triplice fischio finale di domenica

      Elimina
  11. Signori adesso basta !
    voglio ricordare che fino a qualche mese fa stavamo rincorrendo e sognando.
    Mi dispiace solo che la grande saggezza di Prete si andata a farsi benedire.
    Caro Massimo non si fa così, da esempio buono a critico di bassa macelleria.
    Cosa volete fare rompere il giocattolo ?
    Be, lo sapete vero che una volta rotto non si aggiusta più.
    Silenzio ! silenzio !
    combattere e soffrire fino alla fine per il rispetto dei
    NOSTRI GRANDI RAGAZZI.

    RispondiElimina
  12. Senza aggiungere ulteriori polemiche e mi scuso se per qualcuno potrà sembrare che sono andato fuori tema.
    Ad ogni modo sono d'accordo con l'ultimo commento delle 21.45 ma non mi sembra affatto di aver sostenuto che bisogna accontentarsi ma semplicemente si farà quel che si può. Ve lo dice uno che non ama affatto perdere e se può. combatte con i denti ! E sono sicuro che sia il Mister che i NOSTRI GRANDI RAGAZZI ci proveranno fino alla fine. Ma appunto non ne farei una tragedia se i problemi sono altri....spero di non essere fuori luogo anche in questo. Poi....se la vera ragione è l'opinione personale sul Mister, rimane personale.

    RispondiElimina
  13. Ehi webmaster ! ti faccio lavorare stasera eh?
    ;-)

    RispondiElimina
  14. Signori... Ho dovuto eliminare alcuni commenti i quali vanno oltre il dialogo civile. Si può controbattere, argomentare, discutere... Provocazioni, attacchi fini a se stessi, non portano a nulla quindi verranno eliminati. Sia chiaro che quello che viene cestinato è esclusivamente relativo ad atteggiamenti offensivi e inutili. Invito tutti a discutere civilmente. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho offeso nessuno, state eliminando commenti che sarebbe utile portare a conoscenza.

      Elimina
    2. Nessun commento che dovrebbe essere portato a conoscenza e' stato eliminato, vengono cestinati solo quelli offensivi o quelli poco comprensibili. La moderazione dei commenti e' fatta in assoluta buona fede e rispetta tutte le opinioni a patto che siano entro i limiti dell'educazione e del rispetto. Non sempre siamo d'accordo con le opinioni espresse, anzi... Ma le riportiamo per rispetto di tutti. Sarebbe gradita la firma dei diversi opinionisti che potrebbero quindi dare un nome a chi scrive tali marcate considerazioni.

      Elimina
  15. Con questa carica vi vogliamo tutti a Villorba a tifare per i nostri ragazzi!!

    RispondiElimina
  16. proposta:cacciamo tutti e eleggiamo massimo prete presidente,allenatore,dir.sportivo,tattico,prep.atletico e pure capo uff.stampa?quanto ne sa...vero uomo di calcio! (ah ah ah)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Prete,
      se sei un dirigente dovresti filtrare le tue esternazioni da come dici tu "tifoso".
      Ti togli l'incarico per sentenziare , per poi riprendere la veste del dirigente e limare le sbavature dei tuoi proclami fatti poco prima.
      Rifletti e ritorna il Prete che conosciamo, riflessivo e obbiettivo.
      Lascia al tifoso, fare il tifoso.

      Elimina
    2. Caro webmaster ! se avete bisogno di un interlocutore che risponda e dialoghi con la massa dei tanti ignoranti sono pronto a rispondere a tutti.
      Meditare.

      Elimina
  17. X Prete:
    PREMETTO CHE SONO OSSERVATORE ESTERNO ALLA SOCIETA'
    Ma secondo te il problema è Checco Feltrin?
    Uno che ha allenato a Montebelluna, Venezia, Treviso, Cagliari, Cittadella, Bologna, Bassano, ecc...VINCENDO
    Uno che ha avuto sotto di se giocatori divenuti professionisti?
    Uno che solitamente va d'accordo con la squadra?
    Tra l'altro BRAVA PERSONA
    Ma se 5 anni fa avete rifondato il settore giovanile (bravi Chinellato e Lunian e con loro tutti i mister)e grazie alla bravura e alla disponibilità (in tutti i sensi) di gente come Gaiba e Michielan siete lì siatene contenti e orgogliosi.
    Forse siete lì anche per merito di Checco Feltrin, o no? Secondo te gioca a perdere?
    Mah...

    RispondiElimina
  18. siete tutti occasionali, quando si vince tutti contenti e quando si pareggia o si perde tutti a dire parole al mister o alla squadra.
    andando avanti cosi non si andra lontano.
    Sergio

    RispondiElimina
  19. sto prete ha un pò stufato.ma poco poco...

    RispondiElimina
  20. Egr. Sig. Massimo Prete ho letto il Suo intervento del 8/4/2013 ore 08 35 dove , in questa occasione tifoso e non dirigente quale si dichiara(pur non comparendo nell'organigramma societario allegato al sito)critica apertamente le scelte del Mister Feltrin.Mi permetta di dissentire elencandoLe i fatti che solitamente valgono più delle parole:personalmente presente alla presentazione della prima squadra l'obbiettivo dichiarato quel giorno dai Sigg. Presidenti Michielan e Gaiba che guidano questa società con grande passione(complimenti!!)a tutt'oggi è confermato in toto.Certamente Lei potrà obiettare che i conti si fanno alla fine ma La invito in questo delicato momento a sostenere i ragazzi , il mister, e la società perchè è ciò che meritano . Cordialmente La saluto.Un "tifoso" :)

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.