21 aprile 2013

FC Union Pro - S.Giorgio Sedico 1-0




FC Union Pro - S. Giorgio Sedico 1-0 
marcatore: 27'pt Comin.


FC Union Pro: 1 Noè, 2 Bonotto, 3 Franceschinis, 4 Lorenzatti, 5 Franchetto, 6 Stradiotto, 7 Baratella (18 Fuxa dal 12'st), 8 Luise (15 Nobile dal 31'st), 9 Basso, 10 Comin, 11 Cagnato (17 Fiacchi dal 41'st).
All. Sig. Francesco Feltrin
A disposizione: 12 Freschi, 13 Ziliotto, 14 Cecchetto, 15 Nobile, 16 Giuliato, 17 Fiacchi, 18 Fuxa

S. Giorgio: 1 Casanova, 2 Zanon, 3 Fagherazzi, 4 Longo, 5 Antoniol, 6 Zanolla, 7 Sitran, 8 Bernard (15 Pontin dal 12'st), 9 Herrera (17 Ibrahim dal 25'st), 10 Pilotti (18 Andriollo dal 44'st), 11 Zanvettor.
All. Sig. Sandro Tormen
A disposizione: 12 Cervo, 13 Sommacal, 14 Bertagno, 15 Pontin, 16 Simonetti, 17 Ibrahim, 18 Andriollo.

Arbitro: Sig. Giacomo Canova di Vicenza

Note: Ammoniti Basso all'11'pt, Pilotti al 21'pt, Zanolla al 31'pt, Antoniol al 39'pt, Zanvettor al 6'st, Lorenzatti al 28'st. Espulso Zanella per somma di ammonizioni al 49'st. Angoli: 8-6


L'Union Pro si conferma la bestia nera per i bellunesi del S.Giorgio che a tre mesi di distanza dallo 0-3 casalingo rimediano quest'oggi un'altra sconfitta dando di fatto l'addio alle speranze di promozione diretta. Speranza che invece i nostri ragazzi dimostrano di voler coltivare fino alla fine anche se la capolista Noale non molla un colpo e vincendo a Chirignago si avvicina sempre più alla storica accoppiata campionato-coppa. Fatta questa doverosa premessa veniamo all'incontro di oggi che ha visto l'Union Pro disputare una grande partita, specialmente nel primo tempo, dove un terreno di gioco ideale e l'affiatamento consolidato tra i nostri ragazzi, hanno favorito un gioco davvero divertente, regalando al pubblico presente uno spettacolo all'altezza di una partita di vertice. Dal primo minuto Feltrin da fiducia alla formazione che possiamo ormai considerare titolare con Stradiotto che rientra a ringhiare al centro della difesa e Bonotto e Franceschinis a spingere sulle fasce. Proprio quest'ultimo, forse per colpa dei nuovi scarpini, scivola dopo pochi secondi dall'inizio del match e regala un contropiede a Zanvettor che avanza per vie centrali prima di allargare il gioco per Herrera che da posizione defilata trova comunque un tiro preciso che Noè è bravo a neutralizzare in due tempi. Scampato il pericolo è lo stesso Franceschinis a farsi perdonare al 4' quando trova il varco per effettuare un preciso cross da sinistra che Casanova smanaccia debolmente sui piedi di Comin, il quale prova immediatamente un tap-in che finisce fuori di pochi centimetri. Sin da subito le squadre giocano a ritmi elevati e all'11' Basso sembra trovare il varco giusto per avviarsi verso la porta ma l'arbitro fischia il fallo per uno scontro apparso fortuito tra un difensore ospite e il nostro attaccante, che nell'occasione viene pure ammonito per proteste. Al 16' Franceschinis effettua una punizione tagliata dalla zona sinistra sulla quale si avventa Franchetto che colpisce bene di collo pieno sfiorando il palo alla sinistra del portiere. L'Union Pro in questi minuti si impossessa del pallone e da il meglio di se creando azioni in velocità che fanno ammattire i difensori ospiti costretti spesso al fallo per fermare i nostri giocatori. L'intesa migliore è sicuramente quella tra Comin e Basso con quest'ultimo che al 21' chiude una triangolazione in area di rigore ma non riesce a inquadrare lo specchio della porta ostacolato dall'avversario diretto. Al 25' ancora Basso si esibisce in uno splendido sinistro al volo su suggerimento di tacco di Comin, con il pallone che scende ma con un attimo di ritardo per creare problemi a Casanova. Al terzo tentativo però Basso e Comin confezionano il meritato vantaggio con un azione da spellarsi le mani per gli applausi, dove i due attaccanti si scambiano palla in velocità con l'ultimo passaggio di Simone che pesca Lele in area di rigore e il nostro capocannoniere che sigla la sua quindicesima marcatura stagionale con un preciso piattone all'angolino che scavalca l'incolpevole Casanova. Sulle ali dell'entusiasmo Baratella al 31' si procura un'ottimo calcio di punizione dal limite dell'area ma il tiro di Lorenzatti finisce piuttosto alto. Il S. Giorgio si risveglia improvvisamente al 36' quando, dopo aver conquistato un corner, va vicino al pareggio con una sberla centrale di Sitran, sulla quale si immola Stradiotto respingendo in scivolata la minaccia. Ma è ancora l'Union Pro a chiudere in avanti questo magnifico primo tempo con Basso che, ricevuta palla in area da Comin, viene chiuso dal recupero provvidenziale di Zanolla sul tiro che poteva valere il raddoppio. La ripresa si apre con un S. Giorgio più motivato alla ricerca del pareggio e già dopo 2' Herrera ha una buona occasione calciando una punizione dal limite ma il suo tiro si infrange contro la barriera. Il nervosismo, così come l'agonismo, crescono a dismisura e dimostrazione ne è un'entrataccia di Zanvaettor su Baratella che toccato duro è costretto a lasciare il campo. Al 13' Basso riesce a rubare palla in area a Zanolla che scivola ma proprio mentre si appresta a concludere il pallone davanti a lui si sposta grazie all'intervento da terra dello stesso difensore. Un minuto dopo Basso prova a lanciare Comin che però non sfrutta a dovere l'azione facendosi chiudere lo specchio della porta dall'uscita di Casanova. E'un buon momento per l'Union Pro che va molto vicina al raddoppio al 18' ancora con Franchetto in versione centravanti d'area, il cui colpo di testa su splendido esterno di Lorenzatti, attraversa tutto lo specchio della porta prima di spegnersi sul fondo. Al 23' altra azione pericolosa sempre prodotta dai nostri attaccanti con Comin che avvia l'azione di Basso, il quale è bravo a insistere palla al piede e dopo essersi lasciato dietro i difensori avversari prova ad incrociare il tiro mancando il bersaglio di un niente. Al 29' segnaliamo un brutto episodio con Fuxa e Cagnato che si scontrano a centrocampo rimanendo a terra e il S. Giorgio che tra l'incredulità dei nostri continua a giocare. A questo punto Lorenzatti, probabilmente indispettito dall'accaduto, ferma il gioco in maniera troppo dura rimediando una pesante ammonizione che lo terrà fuori nel delicato recupero infrasettimanale contro la Pievigina. Nonostante l'incitamento dei tifosi ospiti e l'inserimento del promettente Ibrahim nell'ultima mezzora, il S. Giorgio non riesce praticamente più a farsi vedere dalle parti di Noè con i nostri ragazzi che gestiscono il pallone con tranquillità e sfiorano nuovamente il gol con il neoentrato Fiacchi che sfrutta una sponda aerea di Basso ma spara addosso a Casanova al momento di concludere. Finisce con 4' di recupero e con l'espulsione di Zanolla da parte del fiscale arbitro Canova che oggi ha sventolato ben 7 cartellini. Peccato anche per le scene di nervosismo tra alcuni tifosi che si sono lasciati andare a provocazioni gratuite che per poco non sfociavano in reazioni violente. Ora però bisogna mantenere la tranquillità e pensare al recupero di mercoledi con la Pievigina, il terzo incontro di vertice ravvicinato che potrà darci la possibilità di cullare ancora un sogno chiamato Eccellenza.  

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.