14 aprile 2013

Villorba - FC Union Pro 1-2




Villorba - FC Union Pro 1-2
marcatori: Comin al 45'pt, Gava al 1'st e Comin al 50'st (rig).

Villorba:
1 Urban, 2 Fedrigo, 3 Biasetto (17 Guarnieri C. dal 19'st), 4 Bello, 5 Orlandi, 6 Fantuzzi, 7 Pizzolato (14 Ciullo dal 40'st), 8 Guarnieri R., 9 Baldissin, 10 Carniato (18 Ifrim dal 28'st), 11 Gava.
All. Sig. Zamberlan
A disposizione: 12 Cavasin, 13 Bettiol, 14 Ciullo, 15 Posa, 16 Gobbo, 17 Guarnieri C., 18 Ifrim


FC Union Pro:
1 Noè, 2 Ziliotto, 3 Cagnato, 4 Lorenzatti, 5 Franchetto, 6 Bonotto, 7 Fuxa (17 Baratella dal 28'st), 8 Luise, 9 Basso, 10 Comin, 11 Fiacchi (18 Manzan dal 12'st).
All. Sig. Francesco Feltrin
A disposizione:
12 Freschi, 13 Nobile, 14 Cecchetto, 15 Stradiotto, 16 Giuliato, 17 Baratella, 18 Manzan

Arbitro: Sig. Culloca di Mestre

Note: Ammoniti: 21'pt Bonotto, 29'pt Pizzolato, 13'st Biasetto, 19'st Lorenzatti, 48'st Guarnieri R.
Angoli: 2-5


L'Union Pro sbanca Villorba all'ultimo secondo e si regala una vittoria che sembrava ormai sfumata dopo un secondo tempo tiratissimo, in cui la voglia dei ragazzi di provarci fino alla fine ha prevalso sulla strenua resistenza dei padroni di casa e sull'irregolarità del terreno di gioco che ha creato non pochi problemi a entrambi gli schieramenti. Grande cuore dunque anche se la reazione della squadra, apparsa piuttosto sbiadita inizialmente, è stata propiziata in avvio di ripresa dal gol del pareggio del Villorba, che ci ha obbligato ad attaccare anche con un uomo in più davanti e con una disposizione tattica che ha prodotto risultati decisamente migliori rispetto all'iniziale 4-4-2. Modulo questo in cui Cagnato è stato arretrato sulla linea dei difensori per sostituire lo squalificato Franceschinis mentre a centrocampo Fiacchi e Luise hanno agito più larghi del solito per cercare di aggirare la folta difesa del Villorba, schierata spesso a cinque uomini. Nonostante un nostro sterile predominio territoriale, è il Villorba che ha avuto le migliori occasioni nel corso del primo tempo dove Noè è stato sicuramente il migliore dei nostri. Il primo intervento Enrico lo deve compiere al 5' quando blocca una punizione dalla distanza di Carniato. Al 21' rischia Bonotto che, dopo essersi lasciato sorprendere da un rimbalzo anomalo del pallone, commette un fallo al limite dell'area che per poco non ci costa caro: sulla punizione seguente di Orlandi infatti è bravissimo Noè che prima respinge a terra la forte conclusione centrale e poi si rialza in tempo per neutralizzare l'immediata ribattuta di testa di Fantuzzi. Al 29' il furetto Pizzolato crea scompiglio nella nostra difesa inserendosi bene tra i nostri centrali e ricevendo palla in area di rigore, nel momento di scartare Noè però, l'esterno gialloblu accentua vistosamente la caduta rimediando un giallo per simulazione. Ancora Pizzolato sfugge dalla nostra marcatura difensiva al 44' e stavolta ci prova con una bella conclusione da posizione defilata che esalta nuovamente i riflessi di Noè. Quando tutto sembra presagire ad uno 0-0 l'Union Pro colpisce alla prima vera occasione grazie a un guizzo di Comin che sfrutta un'incertezza difensiva e si inserisce tra il portiere e la spizzata di testa del compagno su cross di Fuxa con un letale tocco ravvicinato che ci porta al riposo in vantaggio. Risultato che però non dura neppure un giro di lancette in quanto il Villorba pareggia immediatamente grazie a un' iniziativa sulla destra del solito Pizzolato che, approfittando di un buco difensivo dei nostri centrali, serve un solissimo Gava che a tu per tu con Noè non può proprio sbagliare. Come detto in precedenza, la rete subita ci risveglia dal torpore e da questo momento i nostri ragazzi tornano a giocare come d'abitudine: già al 6' Basso prende palla sulla trequarti e serve Comin, scattato in sovrapposizione sul filo del fuorigioco, il quale però conclude centralmente tra le braccia di Urban. Un minuto dopo ci prova anche Fuxa che si avvita di testa sul bel cross da destra di Ziliotto e per poco non sorprende il portiere. L'Union Pro scricchiola ancora in difesa al 15' quando un disimpegno errato di Franchetto innesca la giocata di Fantuzzi, sulla quale però Gava si dimostra meno freddo rispetto alla precedente circostanza. Scampato il pericolo Feltrin sostituisce Fiacchi con Manzan e passa a un 4-3-3 che schiaccia letteralmente l'avversario nella sua metàcampo. L'ultima mezzora infatti vede l'Union Pro determinata alla ricerca della vittoria ben consapevole che con un pareggio le speranze di rimonta sul Noale si vedrebbero ridotte al lumicino. Una buona occasione capita proprio sui piedi di Manzan pochi minuti dopo il suo ingresso, ma Andrea, al 16', non riesce a sfruttare una bella combinazione Basso-Comin, concludendo a lato da posizione ravvicinata. Neppure un minuto e Fuxa trova il fondo sulla destra effettuando un traversone per la testa di Basso sul quale Urban si supera con un difficile intervento. Al 23' Franchetto fa partire un lancio lungo che Comin è bravo a stoppare tra due giocatori, Lele si gira e cerca ancora la porta ma Urban è sulla traiettoria del pallone. Al 32' il neoentrato Baratella batte un ottimo corner da destra trovando la testa di Franchetto che per un soffio manca l'angolino alla sinistra della porta. Il finale è degno di un thriller con tutta la squadra alla ricerca del gol ma proprio mentre stavamo perdendo la speranza all'ultima azione Franchetto, nel frattempo spintosi nell'area di rigore avversaria, viene atterrato da un avversario nel tentativo di controllare il pallone. L'arbitro concede il rigore che un freddisimo Comin trasforma calciando forte e a mezza altezza alla destra di Urban che intuisce ma non ci arriva. Sono dunque 14 i centri stagionali del nostro bomber, così come 14 sono i nostri risultati utili consecutivi, alla faccia di chi, pur professandosi un nostro tifoso, trova ancora del tempo per attaccare la gestione Feltrin considerandolo un allenatore non all'altezza.
Siamo andati a sentire dunque il diretto interessato che ha commentato così quanto scritto sul nostro sito in questi giorni: “personalmente sono abituato alle critiche e ormai in questi anni ho imparato a non lasciarmi disturbare da quanto possa pensare il singolo tifoso. Chi però ha fatto queste accuse alla squadra non può considerarsi tale e credo che il nostro gruppo non meriti le sue attenzioni, specialmente quei giocatori come Cagnato, che sono stati giudicati in maniera affrettata e ingenerosa per quanto stanno contribuendo ai risultati di questa stagione”.
Per quanto riguarda la partita odierna invece Feltrin si è rallegrato dello spirito combattivo dei suoi, dimostrato anche da qualche battibecco in campo, che è indice di quanto il gruppo abbia fame di successi. Non mancano però gli aspetti da migliorare, come ad esempio la condizione atletica e la rapidità dei movimenti rispetto a qualche settimana fa: “penso che abbiam perso qualcosa a livello di ritmo partita durante l'ultima sosta e ora siamo più prevedibili nel nostro gioco. Cercheremo dunque di far meglio sia a livello di palleggio sia nella copertura a centrocampo nella fase difensiva”. Dal punto di vista della classifica invece il mister non può essere che soddisfatto e dichiara di volersela giocare fino alla fine con il Noale, pronti ad approfittare di un loro eventuale passo falso:”vogliamo migliorare nelle prossime partite in cui avremo anche due scontri diretti contro S.Giorgio e Pievigina, consapevoli che in casa non abbiamo mai perso da inizio campionato”.

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.