5 maggio 2013

FC UNION PRO - FONTANELLE 1-0




FC Union Pro - Fontanelle  1-0 
marcatore: Franchetto al 19'st


FC Union Pro: 1 Noè, 2 Bonotto, 3 Franceschinis, 4 Lorenzatti, 5 Franchetto, 6 Stradiotto, 7 Baratella (16 Fuxa dal 25'st), 8 Luise, 9 Basso (18 Manzan dal 35'st), 10 Comin, 11 Giuliato (17 Fiacchi dal 13'st).
All. Sig. Francesco Feltrin
A disposizione: 12 Freschi, 13 Ziliotto, 14 Cecchetto, 15 Nobile, 16 Fuxa, 17 Fiacchi, 18 Manzan

Fontanelle: 1 Dal Bo, 2 Zavan, 3 Moro, 4 Casonato, 5 Piovesana, 6 Furlanetto, 7 Gottardi, 8 Fornasier, 9 Bortolussi (18 Bekteshi dal 4'st), 10 Serafin, 11 Biasi (17 Parro dal 13'st).
All. Sig. Christian Ceccon
A disposizione: 12 Dalla Nora, 13 Modolo, 14 Campion, 15 De Lazzer, 16 Bortolussi, 17 Parro, 18 Bekteshi.

Arbitro: Sig. Acampora di Schio

Note: Ammoniti Franceschinis al 34'pt, Zavan al 38'pt. Angoli 9-1

Il 5 maggio è una data calcisticamente strana...è capitato a squadre fortissime di perdere un campionato che sembrava già vinto e ad altre che al contrario, dopo un estenuante rimonta, hanno ottenuto una gioia inaspettata proprio nel corso di questa giornata. Per l'Union Pro, che oggi recitava il ruolo della favorita per la prima volta da inizio campionato, questo 5 maggio 2013 ha invece sorriso due volte: da un lato perchè non ha riservato sorprese clamorose e dall'altro perchè ha visto fruttare una straordinaria rimonta che solo fino a una settimana fa pareva qualcosa di inimmaginabile. I tifosi, accorsi in gran numero per festeggiare la tanto agognata promozione, trasformano il Comunale di Preganziol in una bolgia a tinte bianco-blu dove capeggiano ben tre bandiere oltre a numerosi striscioni. Gli spalti sono gremiti in ogni ordine di posto con la presenza di una vera propria curva di giovani calciatori con tanto di tamburi e pronti a scandire i nomi dei loro beniamini per incitarli durante tutti i novanta minuti. Sicuramente i nostri ragazzi hanno percepito questa piacevole novità e carichi come una molla dopo aver ascoltato le canzoni da loro scelte nel riscaldamento pre-gara, si sono gettati in campo con il coltello tra i denti. In concomitanza col calcio d'inizio si accendono anche dei fumogeni colorati che, a causa del vento che li spinge in direzione degli spalti, ci impediscono di vedere bene la prima iniziativa dei nostri ragazzi con Basso che, imbeccato da Franceschinis dopo pochi secondi, va al tiro da distanza ravvicinata ma la palla sibila a fil di palo, ci sembra senza alcuna deviazione. Ancora Basso al 6' si scatena sulla sinistra dove salta tre uomini, l'ultimo dei quali con un dribbling, prima di mettere al centro con un esterno destro troppo potente per essere intercettato dai nostri giocatori presenti in area. Com'è facilmente intuibile, la partita si gioca ad una sola porta col portiere del Fontanelle protagonista indiscusso del match con almeno quattro parate decisive. La prima di queste la compie all'8' andando a togliere dal sette un tiro-cross effettuato da Franceschinis. Siamo sfortunati invece al 21' quando un bellissimo cross da sinistra di Comin, propiziato da una palla difesa da Baratella, pesca Basso davanti al portiere ma la semirovesciata di Simone scheggia soltanto la traversa. Lorenzatti sale in cattedra al 24' quando innesca la velocità di Comin che sguscia via al proprio marcatore ma da buona posizione ha troppa fretta di concludere e calcia addosso al portiere in uscita, sulla ribattuta ci prova anche Giuliato in scivolata con la palla che esce di pochissimo. In tribuna cresce l'incitamento dei nostri tifosi e nel contempo anche la pressione sulle spalle dei nostri ragazzi, i quali, dopo un inizio frenetico e un agonismo incredibile su ogni pallone, rischiano di sprecare preziose energie senza riuscire a segnare il gol decisivo. La porta del Fontanelle sembra infatti stregata come nell'occasione capitata a Stradiotto al 33: sugli sviluppi di un calcio d'angolo conquistato in seguito a una bordata di Luise deviata in corner dall'onnipresente Dal Bo, il nostro capitano si ritrova a due passi dalla porta e nonostante il cross di Comin arrivi proprio nella sua direzione colpisce la palla in modo stranissimo attutendone la traiettoria con un rimbalzo tra il suo corpo e il terreno di gioco con Dal Bo che riesce a recuperare bloccando proprio sulla linea di porta. Dal 37' al 39' andiamo per tre volte vicini al gol prima con una punizione di tagliata di Franceschinis bloccata in due tempi da Dal Bo, poi con Bonotto dal limite dell'area e infine con Comin che chiama il portiere del Fontanelle a un difficile intervento volante. Ma le emozioni di questo incredibile primo tempo non sono ancora finite ed è ancora Comin al 42' a provare un difficile pallonetto d'esterno che finisce abbondantemente alto. Al 45' invece Lorenzatti calcia benissimo una punizione dal limite cercando il palo più lontano: la palla supera la barriera ma anche questa volta non vuole saperne di entrare in rete. Si va dunque al riposo con almeno dieci palle-gol non sfruttate e con dei minacciosi nuvoloni che sembrano voler rovinarci la festa. Ma questi ragazzi si dimostrano più forti anche della malasorte e dal primo minuto del secondo tempo tornano in campo trasformati, basta agonismo esagerato e spazio a un atteggiamento più rilassato con i giocatori che si trovano a memoria e maggior possesso palla, merito del gioco fortemente voluto da Checco Feltrin che i nostri tornano a farci apprezzare. Le occasioni rispetto al primo tempo saranno più rare ma tutte spettacolari a partire da quella che capita sui piedi di Comin, che al 12' si divora un gol fatto quando, tutto solo dopo un fuorigioco sbagliato dalla difesa del Fontanelle, preferisce al tiro un debole pallonetto che Dal Bo neutralizza senza troppi patemi. Lele prova a farsi perdonare un minuto dopo quando è bravo a girarsi spalle alla porta e a trovare un tiro insidioso su cui Basso riesce a ribattere in rete ma in posizione di fuorigioco. Il duello tra i nostri attaccanti e il portiere del Fontanelle continua al 15' con Basso che tira fuori dal cilindro una spettacolare semi-rovesciata che però non basta a sorprendere il formidabile Dal Bo. L'Union Pro alza ulteriormente il baricentro con tutti gli uomini, a eccezione di Noè, a presidiare la metacampo ospite schiacciando gli avversari nella loro area di rigore. E così dopo tanto forzare al 19' arriva finalmente il gol che vale un intero campionato: lo segna Franchetto che sugli sviluppi di un corner battuto dalla destra da Franceschinis, svetta in cielo e di testa spinge in fondo al sacco il pallone dell'importantissimo vantaggio. Sulle ali dell'entusiasmo proviamo a chiudere i conti al 26' grazie a un indomabile Basso che dopo aver difeso palla in area, scocca un missile destinato sotto la traversa con Dal Bo che disinnesca anche questa minaccia. La partita praticamente finisce qui col Fontanelle che non riesce mai a rendersi pericoloso nonostante la stanchezza dei nostri per aver messo in campo ogni singola energia, inseguendo il coronamento di questo sogno che finalmente si avvera. Cosi al fischio finale del signor Acampora i nostri giocatori possono finalmente sfogare la loro gioia immensa indossando la maglietta celebrativa che avevano preparato per questa occasione su cui è scritto: UNION PRO...mossi in Eccellenza! Festa grande con i tifosi che tributano un lungo applauso a tutti i giocatori, i quali ringraziano correndo per mano fin sotto la tribuna. Poi tutti in campo, con i due presidenti, i sindaci di Preganziol e Mogliano, i relativi assessori e le numerose persone che hanno collaborato a questa fantastica prima stagione della nostra società. Neppure la pioggia, che irrompe violentemente nel bel mezzo del rinfresco finale, riesce a rovinare questa giornata perfetta, anzi se vogliamo la rende ancor più leggendaria, un vero e proprio "bagno di folla" che ha sancito l'inizio dei festeggiamenti per i nostri eroi. A loro, in conclusione, va il mio personale ringraziamento per avermi regalato il piacere di commentare un campionato così entusiasmante, raccontato tra tante gioie e qualche piccolo rammarico sempre condiviso da una schiera di irriducibili tifosi a cui va un affettuoso saluto. E' proprio questo che mi rimarrà per sempre di questa esperienza, la gioia condivisa di vivere la partita di domenica in domenica, uno straordinario viaggio che ci ha permesso infine di arrivare a celebrare questa vittoria finale...GRAZIE DI CUORE!

Andrea


8 commenti:

  1. Grazie di cuore per averci fatto vivere questa meravigliosa gioia!! La cronaca ed i puntuali commenti di ogni partita hanno aiutato noi tifosi a vivere emozioni anche quando non eravamo presenti allo stadio. Grandiosi, continuiamo cosi'!!

    RispondiElimina
  2. Bravo Andrea !!!!

    RispondiElimina
  3. Dire Grazie è molto semplice , richiamare per nome ogni singolo giocatore sarebbe l'ideale, questo è un gruppo di ragazzi che ha fatto dell'amicizia un punto di vera forza, ricordiamoci che ogni giocatore per arrivare al risultato di ieri ha fatto molti sacrifici rimanendo spesso in silenzio. Per me stingere la mano al capitano e a tutti i ragazzi e ringraziarli è stato un grande onore.
    Vincenzo.

    RispondiElimina
  4. Ieri abbiamo tutti vissuto una giornata fantastica che va a coronare il grande lavoro svolto dalla FC UNION PRO in questo suo primo anno dalla fusione di Pro Mogliano e Union Preganziol. E' stato splendido vedere tanta gente felice e festante allo stadio, molti visi noti ed anche molti volti nuovi a tifare Union Pro che ora, con questa vittoria che ci porta in Eccellenza, è davvero diventata la squadra delle nostre città di Mogliano e Preganziol ( e tutte le frazioni comprese ). Non dimentichiamo che quest' anno non c' è stato solo il successo della prima squadra, anzi mettiamo in evidenza anche la grande crescita di tutto le nostre squadre, dai più piccoli, agli Esordienti, Giovanissimi, Allievi e Juniores che ci fa essere ottimisti per il futuro e che ieri hanno festeggiato con noi questa splendida vittoria dei ragazzi di Checco Feltrin. Con Maurizio Michielan ( che è poco presente sui social network e nel sito ma che vi posso garantire che è presenza fondamentale nella società )diciamo insieme grazie a tutti i ragazzi ed a tutti quelli che in società hanno lavorato per questo traguardo.
    E' stata una bella serata in cui davvero tutti abbiamo festeggiato a lungo in campo e negli spogliatoi e poi fuori fino a tarda sera. Giorni come questi rendono più solida una società e ci danno morale per proseguire nel futuro verso altri traguardi. Per le pagelle del Pres dico che meritano tutti un 10 in pagella, da chi ha giocato di più a chi ha giocato di meno, perchè queste vittorie si costruiscono con il contributo di tutti. E chi ha festeggiato ieri con la squadra può dire quanto importanti siano stati davvero tutti i ragazzi dentro questo gruppo fantastico.
    Forza Union Pro !

    RispondiElimina
  5. grandissimi sia i giocatori, sia lo staff che da agosto ad oggi ha trasformato un insieme di ottimi giocatori che però non si conoscevano non in una squadra, ma in una macchina da guerra, un computer! e a chi li ha scelti! p.s. un pensiero va agli anonimi che ora magari saltano sul carro dei vincitori, ma per tutto l' anno hanno saputo solo criticare senza sapere niente, talvolta anche dando giudizi un pò affrettati sui singoli

    RispondiElimina
  6. Caro Presidente,
    visto la grande insistenza dei ragazzi di un suo interessamento per un'eventuale gita a P.
    mi domandavo se ci fosse un posto libero ?

    Poi, sempre nella serata di domenica, nei pressi degli spogliatoi, mi sono informato dai ragazzi, sui "gratta e vinci"
    Sa cosa mi hanno risposto
    mi hanno risposto in coro che sono finiti.
    Va beh !
    Per l'UNIONPRO Urrà ! Urrà !Urrà !

    RispondiElimina
  7. LA SERATA DI DOMENICA E' STATA FANTASTICA, ABBIAMO TRASFORMATO IL RISTORANTE IN UNA BOLGIA!
    E' STATO FANTASTICO!
    MARCO

    RispondiElimina
  8. Che bel giocattolo che abbiamo !
    Cerchiamo di tenerlo aggiustato però.
    Complimenti a tutti i ragazzi, Superlativi
    è dire poco.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.