29 agosto 2013

FC UNION PRO - FC ISTRANA 2-0


FC UNION PRO - FC ISTRANA 2-0 
marcatore: Andrea Nobile al 12' e al 36' pt. 

FC UNION PRO: 1 Noè, 2 Bonotto, 3 Franceschinis (14 Teso dal 36'st), 4 Lorenzatti, 5 Franchetto, 6 Stradiotto, 7 Luise, 8 Niero, 9 Nobile Andrea (15 Fiacchi dal 44'st), 10 Casarotto (16 Baratella dal 27'st), 11 Ella (18 Basso dal 20'st).
A disposizione: 12 Pezzato, 13 Marchi, 14 Teso, 15 Fiacchi, 16 Baratella, 17 Nobile Alvise, 18 Basso. All. Sig. Francesco Feltrin.

FC ISTRANA: 1 Berti, 2 Cazzaro (13 Stecca dal 22'st), 3 Furlanetto, 4 Doria (15 Conte dal 1'st), 5 Bonaldo (14 Pavan dal 22'st), 6 Gallina, 7 Visentin (16 Biundo dal 22'st), 8 Tessaro, 9 Dartora, 10 Favaretto, 11 Bonetto.
A disposizione: 12 Meneghin, 13 Stecca, 14 Pavan, 15 Conte, 16 Biundo, 17 Kasi, 18 Marchesan. All. Sig. Dino Tonin.

NOTE: Ammoniti Gallina, Tessaro, Favaretto e Bonetto, espulso Furlanetto al 42'st per proteste.
Angoli 2-1

Comincia come meglio non poteva la stagione ufficiale 2013/14 dell'Union Pro, che nel primo match di Coppa Italia si sbarazza agevolmente di un avversario quotato come l'Istrana, capace lo scorso anno di raggiungere i playoff nel girone B di Eccellenza. Una vittoria che non possiamo fare a meno di dedicare a Lele Comin, assente stasera dopo il lutto familiare che lo ha colpito ieri notte. In attesa che il nostro bomber ritrovi la serenità necessaria per ritornare in campo al più presto, il suo nuovo partner d'attacco Andrea Nobile è stato in grado di non farlo rimpiangere, mettendo a segno una doppietta da attaccante di razza nel corso del primo tempo. La prima emozione dell'incontro ce la regala proprio Nobile al 3' quando, per poco non approfitta di un disimpegno errato del portiere, ma la sua conclusione è centrale. L'Istrana risponde al 6' su calcio di punizione ma il missile di Furlanetto per nostra fortuna finisce alto sopra la traversa. Al 12' Berti la combina grossa, controllando male un pallone innocuo sul quale sui fionda come un rapace Nobile, che gli porta via la sfera dai piedi e insacca indisturbato. Questo episodio mette subito la partita sui binari giusti per l'Union Pro che col passare dei minuti si fa apprezzare dal pubblico con il suo consueto gioco palla a terra, grazie a una fitta rete di passaggi che imbrigliano i nostri avversari. L'Istrana si affida a sporadiche iniziative personali come quella che al 20' vede protagonista Favaretto, bravo a seminare un paio di avversari con una serpentina ubriacante prima di concludere debolmente dal limite dell'area. Un minuto dopo ecco che anche Luise si traveste da fantasista avanzando palla al piede sino ai limiti dell'area ma, al momento di concludere, arriva scarico dopo una lunga corsa e non riesce a colpire come vorrebbe. Il pressing dell'Union Pro porta i suoi frutti al 36' quando, un filtrante da sinistra di Franceschinis, coglie impreparata la difesa ospite con Gallina che manca l'intervento lasciando così il via libera a Nobile, bravo a superare il portiere con un pallonetto. Nel finale di primo tempo abbiamo ancora un occasione con Franchetto, il cui colpo di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione di Franceschinis e di una sponda aerea di Stradiotto, esalta i riflessi di Berti che smanaccia in angolo. Nei primissimi minuti della ripresa l'Istrana parte forte per cercare immediatamente di riaprire la partita ma al 3' Bonotto è attento a liberare l'area dopo una giocata spettacolare di Dartora sulla quale stava per inserirsi Bonetto. Ma sono sempre dell'Union Pro le occasioni principali anche in questo secondo tempo come accade al 9', quando Nobile triangola bene con Luise al limite dell'area, anticipa l'uscita del portiere in velocità ma si allarga troppo e scivola al momento di concludere a porta sguarnita. Al 28' l'occasione di segnare se la crea il neoentrato Simone Basso, bravo a recuperare palla al limite dell'area e a tentare un diagonale velenoso che finisce poco distante dal palo più lontano. L'unico vero brivido della partita ce lo crea Favaretto al 32', ma il colpo di testa dell'attaccante dell'Istrana, pescato in area da un insidioso traversone da destra di Bonetto, finisce di poco a lato con Noè vigile sulla traiettoria. Gli ultimi minuti scorrono veloci verso il fischio finale ma c'è ancora tempo per vedere all'opera Baratella, il quale, subentrato a un generoso Casarotto, ci prova subito da posizione centrale chiamando in causa Berti al 36'. Poi al 42', con una splendida veronica, salta l'uomo e si guadagna un fallo da posizione interessante. Lorenzatti, che spegne oggi 27 candeline, calcia la punizione e dopo un tentativo di Basso rimpallato dalla difesa, prova a regalarsi il gol con un preciso rasoterra che finisce però tra le braccia di Berti. La partita termina male per l'Istrana che chiude in 10 per l'espulsione di Furlanetto mentre l'Union Pro si andrà a giocare una bella fetta di qualificazione domenica in caso del Quinto, che nell'altro match ha regolato sempre per 2-0 il Favaro Marcon.

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.