18 settembre 2013

Coppa Italia: FC UNION PRO - FAVAROMARCON 4-0


FC UNION PRO - FAVAROMARCON 4-0
marcatori: Bison al 16'pt, Comin al 3'st, Basso al 31'st, Fuxa al 37'st. 

FC UNION PRO: 1 Pezzato, 2 Bison (14 Zulian dal 38'st), 3 Marchi (13 Checchin dal 43'st), 4 Carniato (16 Milanese dal 41'st), 5 Fiacchi, 6 Nobile Alvise, 7 Casarotto (18 Fuxa dal 19'st), 8 Baratella, 9 Basso, 10 Comin (15 Barbanti dal 34'st), 11 Ella. A disposizione: 12 Noè, 13 Checchin, 14 Zulian, 15 Barbanti, 16 Milanese, 17 Luise, 18 Fuxa. All. Sig. Francesco Feltrin

FAVAROMARCON: 1 Saltarel (12 Cestaro dal 1'st), 2 Rumor, 3 Valier, 4 Carraretto, 5 Caramel, 6 Buso, 7 Carraro, 8 Scantamburlo (13 Bazzacco dal 13'st), 9 Crivellin, 10 Mattiazzo, 11 Svraka. A disposizione: 12 Cestaro, 13 Bazzacco, 14 Lermee, 15 Orlandi, 16 Schiavon, 17 Doria, 18 Gemelli.
All. Sig. Michele Favaretto

ARBITRO: Sig. Furlan di S. Donà

NOTE: Ammoniti Carniato e Buso. Angoli 3-7

L'Union Pro cala il poker in Coppa e legittima la qualificazione al turno successivo vincendo il suo girone a punteggio pieno. Vittima sacrificale ancora una volta è il FavaroMarcon, battuto per la seconda volta in soli 3 giorni. Risultato a parte, stasera le indicazioni migliori le ha date il campo, dove è scesa una formazione giovanissima con ben otto giocatori nati negli anni novanta e altri cinque che sono subentrati a partita in corso. Siamo rimasti davvero impressionati dalla personalità di molti di loro, i quali sembrano già pronti a ritagliarsi un posto in prima squadra, magari dalla prossima stagione. L'undici sperimentale di stasera ha dato quindi risposte molto positive a partire dal portiere Pezzato che si è sempre fatto trovare pronto, a tutto il reparto difensivo, con un inedito Fiacchi in versione stopper, che non ha lasciato intravedere alcuno spiraglio agli attaccanti avversari. Molto bene anche Bison sulla fascia destra e Carniato in mezzo al campo, il quale non si è lasciato spaventare dal ruolo di regista, dimostrando di avere delle doti fuori dal comune in fase di impostazione del gioco. In avanti si è rivisto invece un reattivo Simone Basso, specie nel secondo tempo, quando ha mandato in crisi la difesa del Favaro assieme alle accelerazioni di Lele Comin. Eppure gli ospiti erano partiti bene nel primo tempo, facendo la partita per lunghi tratti e contribuendo a rendere il match molto piacevole agli occhi dei numerosi tifosi presenti in tribuna. Prima del vantaggio dell'Union Pro è infatti il Favaro ad avere una palla gol con Buso, che da ottima posizione schiaccia troppo di testa, sprecando un corner a suo favore. Capovolgimento di fronte e su passaggio in verticale di Marchi, la difesa ospite si fa sorprendere, Comin ringrazia ed evita il portiere in uscita ma prima che la palla oltrepassi la linea di porta l'ultimo difensore riesce a deviare in angolo. Poco male perchè dal corner di Marchi sbuca la testa di Bison che con un tuffo acrobatico anticipa tutti e realizza così il suo primo gol tra i "grandi". Il Favaro va vicino al pareggio al 33', quando Svraka effettua un cross tagliente che Crivellin riesce solo a spizzare di coscia senza inquadrare lo specchio della porta. Le velleità del Favaro, che nonostante l'eliminazione si danna l'anima per provare a metterci in difficoltà, vengono spente all'improvviso in apertura di ripresa. Il merito è di una velocissima azione ai limite dell'area con Comin che al 3' ottiene la triangolazione da Basso, si inserisce in area tra i difensori e fredda il neoentrato Cestaro con un perfido scavetto. I gemelli del gol della scorsa stagione si esaltano ancora al 10', quando Comin, con un delizioso stop volante in seguito a un rinvio di Pezzato, mette in movimento Basso che si allarga, trova il fondo e crossa ancora per Comin, il cui tiro al volo finisce fuori di un niente. Il pubblico applaude anche per una difficile giocata di Baratella in area al 17', che però si traduce in un nulla di fatto visto che sul passaggio filtrante non c'è nessun compagno in grado di intervenire. Al 22' sugli sviluppi di un corner si crea una mischia nell'area del Favaro con Fiacchi che riesce a colpire due traverse consecutive prima che la palla esca. Ormai in campo c'è solo l'Union Pro nella quale si rivede Fuxa, finalmente recuperato dopo lo stop di un mese per infortunio. Carniato sale in cattedra al 24', quando, con un lancio di trenta metri, serve splendidamente Comin il quale da l'illusione del gol con il suo tiro preciso che invece termina a lato. Al 31' Lele restituisce il favore a Basso che ringrazia e fissa il risultato sul 3-0 con un movimento ben riuscito in area che lascia intravedere una condizione di forma in crescita. Dopo Simone, anche un altro protagonista della scorsa annata: Gianluca Fuxa, scrive il suo nome nel tabellino della serata al 37', realizzando il poker in semirovesciata sugli sviluppi di un preciso cross da destra di Bison. Negli ultimissimi minuti c'è spazio anche per altri ragazzi della juniores tra cui Zulian, il quale vince un rimpallo a centrocampo al 47', serve Baratella, che di tacco chiama in causa Basso, ma il tiro del nostro attaccante è troppo potente e non appesantisce ulteriormente il passivo. Per Feltrin dunque ci sarà l'imbarazzo della scelta domenica prossima a Feltre, chi doveva dare delle risposte in questa serata infatti, lo ha fatto davvero alla grande!

1 commenti:

  1. La cosa che mi ha più colpito è stato vedere tanti tifosi in tribuna in una gara a qualificazione già acquisita e con la Champiions League in contemporanea... Segno che la nostra squadra piace per come gioca e per lo spirito che in campo fa vedere.
    Ieri sera per noi della società il regalo più grande è stato vincere con tanti ragazzi che in questi anni abbiamo cresciuto con noi e vederli coinvolti dal primo all' ultimo in questo nostro progetto. Speriamo che ci siano altre occasioni come questa !

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.