24 ottobre 2013

Coppa Italia: FC UNION PRO – LIVENTINA GORGHENSE 5-6 D.C.R

FC UNION PRO – LIVENTINA GORGHENSE 5-6 D.C.R
marcatori: Carniato al 4'st, Trevisiol al 45'st.
Rigori: Comin gol, Grandin gol, Franceschinis gol, Battiston gol, Niero gol, Cattelan gol, Luise gol, Margherita gol, Basso parato, Vianello gol.. 

FC UNION PRO: 1 Pezzato, 2 Teso, 3 Franceschinis, 4 Niero, 5 Franchetto, 6 Marchi (14 Fuxa dal 24'st), 7 Carniato, 8 Fiacchi (15 Ella dal 1'st), 9 Basso, 10 Nobile (18 Comin dall'11'st), 11 Luise.
A disposizione: 12 Camata, 13 Stradiotto, 14 Fuxa, 15 Ella, 16 Casarotto, 17 Baratella, 18 Comin.
All. Sig. Francesco Feltrin.

LIVENTINA GORGHENSE: 1 Memo, 2 Cofini, 3 Battiston, 4 Soncin, 5 Trevisiol, 6 Cescon, 7 Iacono (17 Maccari dal 24'st), 8 Grandin, 9 Cattelan, 10 Polesel (18 Vianello dall'11'st), 11 Biondo (15 Margherita dal 7'st). A disposizione: 12 Brassi, 13 Barichello, 14 Zanusso, 15 Margherita, 16 Rossi, 17 Maccari, 18 Vianello. All. Sig. Carlo Marchetto.

ARBITRO: Sig. Campagnolo di Bassano del Grappa

NOTE: Ammoniti Teso, Fiacchi e Trevisiol. Angoli 2-2

Termina ai quarti di finale l'avventura dell'Union Pro nella Coppa Italia di Eccellenza, sconfitta dalla Liventina soltanto ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi sul punteggio di 1-1. Un risultato che lascia l'amaro in bocca per come si erano messe le cose con i nostri ragazzi in vantaggio fino al 90', quando abbiamo subito il gol del pareggio da palla inattiva che ci ha portato alla lotteria dei rigori dove è stato decisivo l'errore di Simone Basso. Onore comunque ai nostri avversari, bravi a crederci fino all'ultima azione e autori di una buona prestazione che ha contribuito a rendere combattuto e avvincente il match del Comunale di Preganziol. Davanti a un nutrito gruppo di tifosi, che hanno preferito seguirci nonostante la concomitanze con le Coppe Europee, l'Union Pro si è schierata con Pezzato tra i pali, Marchi sulla fascia destra, Teso in coppia con Franchetto centrali difensivi, capitan Franceschinis sulla sinistra, un centrocampo folto intorno a Niero in cabina di regia con Carniato, Fiacchi e Luise a muoversi alle spalle dell'inedita coppia Basso - Nobile. Parte bene la Liventina che spinge moltissimo sulle fasce specialmente grazie al giovanissimo Iacono, imprendibile per Marchi nei primi minuti di gioco. La prima occasione arriva però dalla fascia destra con Biondo che al 7' mette in mezzo un cross sul quale non ci arriva per poco Cattelan prima della conclusione centrale dello stesso Iacono. L'attaccante scuola Milan si mette in mostra al 9' con un azione personale ribattuta dalla nostra difesa, la palla però torna sui piedi di Cattelan, il quale trova un tiro insidioso da fuori area che rimbalza davanti a Pezzato, bravo nella circostanza a non lasciarsi sorprendere. Iacono sfrutta ancora la sua velocità al 13' quando trova la linea di fondo e crossa bene per Cattelan il cui colpo di testa è però alto sopra la traversa. La prima occasione per l'Union Pro la registriamo al 15' che si rende pericolosissima con una giocata di Nobile, il cui tiro-cross da sinistra, lambisce il palo alla sinistra di Memo che era stato ingannato da una deviazione. In questi minuti la partita è molto intensa con le due squadre che si affrontano a viso aperto, giocando in maniera frenetica per cercare il gol del vantaggio. Ancora Nobile ci prova al 31' con un bel diagonale rasoterra dal limite che Memo respinge in tuffo. Prima dell'intervallo c'è tempo ancora per due tentativi di Cattelan, il quale ci prova sia al 34' con un rasoterra che finisce fuori alla destra di Pezzato sia al 43' direttamente su calcio di punizione che scavalca la barriera ma si perde sul fondo. Dal primo minuto della ripresa Feltrin toglie un evanescente Fiacchi, già ammonito, per fare spazio ad Ella. Gianni ripaga subito la fiducia dell'allenatore con un bell'affondo sulla sinistra al 4', al quale fa seguire un preciso cross che viene allontanato dalla difesa, la palla però finisce sui piedi di Carniato, bravissimo a colpire di controbalzo realizzando una rete spettacolare, con la sfera che si abbassa e va ad insaccarsi proprio sull'angolino destro, lasciando di stucco il portiere. Primo gol con la maglia dell'Union Pro per Carniato che sarà il nostro tiratore più pericoloso fino al termine della partita. La Liventina però non ci sta e va subito vicina al pari grazie a un cross da destra dell'onnipresente Cattelan che pesca bene in area Grandin, il cui tiro a botta sicura è respinto da un intervento spettacolare di Pezzato. Ancora il nostro portiere è decisivo al 14', quando si allunga e con la punta delle dita riesce a deviare un diagonale insidioso dello stesso Grandin. Negli ultimi venti minuti le squadre cominciano a calare d'intensità e l'Union Pro, dopo aver amministrato il vantaggio, torna a rendersi pericolosa in avanti con Franchetto, che al 21' si avventa di piede su una punizione calibrata di Carniato ma senza riuscire a superare la retroguardia ospite. Ancora il nostro baby centrocampista si fa vedere al 28', riceve palla e dopo pochi passi prova il tiro della distanza che Memo controlla con qualche affanno in due tempi. La Liventina trova un improvvisa verticalizzazione al 40' ma Pezzato svetta in uscita alta e riesce ad anticipare Cattelan. Al 43' c'è tempo ancora per vedere l'ennesimo tiro da fuori di uno scatenato Carniato sul quale Memo si distende bloccando la sfera. Sembra finita ma ecco che al 45' la Liventina conquista un calcio d'angolo sul quale Trevisiol svetta più in alto di tutti siglando la rete che gela lo stadio. Ai calci di rigore non bastano le ottime esecuzioni dell'ex di turno Comin, di Franceschinis, Niero e Luise, Basso infatti si fa parare un tiro debole e poco angolato proprio prima della trasformazione di Vianello che regala alla Liventina una qualificazione insperata. Per dovere di cronaca, segnaliamo che pure la Liventina avrebbe sbagliato un rigore con Margherita ma l'arbitro ha fatto ripetere il tiro perchè Pezzato si sarebbe mosso in avanti prima dell'esecuzione, condannando così l'Union Pro alla prima sconfitta stagionale.


1 commenti:

  1. Usciamo comunque da imbattuti sul campo. Peccato ma guardiamo avanti!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.