27 ottobre 2013

LE PAGELLE DEL PRES : FC UNION PRO 1 - UNION QUINTO 3


FC UNION PRO: 6 -
Abbiamo perso, prima o poi doveva succedere... Dopo quasi un anno di imbattibilità sia dentro che fuori le mura amiche forse ci eravamo abituati troppo bene... Lo dico a tutti i livelli. Come dirigenti, forti del fatto che tutto filasse sempre liscio senza scossoni o problemi. Come squadra, dove siamo diventati anche troppo fiduciosi delle nostre possibilità,  senza pensare che ci sono anche gli avversari e che spesso per vincere bisogna fare anche quel mezzo scatto in più ed essere sempre concentrati al cento per cento per sbagliare il meno possibile. Anche come tifosi, dove ci siamo dimenticati forse da dove veniamo e la fatica che abbiamo fatto per essere su questi palcoscenici. Qualcuno pensa di venire al Comunale di Mogliano (oggi il terreno era in splendide condizioni grazie al lavoro di Serghei con l' aiuto di Gianni, bravi!)  come alla Scala del calcio ed adesso qualcuno persino critica o mugugna  se sbagliamo il passaggio o calciamo male davanti alla porta, nessuno applaude più quando ci riescono determinate giocate. Scendiamo di nuovo sulla terra, non siamo fenomeni, nessuno, ed il sostegno è la cosa più importante per i nostri ragazzi, anche quando sbagliano. Il poco impegno è da criticare, non l' errore. E la propria squadra del cuore la si sostiene sempre, nella buona come nella cattiva sorte. Non sottolineiamo l' errore, piuttosto impariamo ad esaltare la bella giocata. Meno mugugni e più applausi. Così aiutiamo la nostra squadra! Certe cose le si davano ormai per scontate ma nel calcio, come nella vita, ogni volta si ricomincia da capo e tutti i traguardi bisogna sudarseli. Questa è la lezione che ci viene da questa partita in cui un Union Quinto umile ma determinato ha vinto con una prova di cuore senza rubare nulla. Se capiremo questo in fretta e tutti (dirigenti, tecnici, squadra, tifosi) si ricompatteranno e torneranno umili, allora questa Union Pro darà del filo da torcere a tutti, a partire dal match clou domenica prossima con la capolista Noale. Questo al di là del fatto che la sconfitta è maturata in un modo rocambolesco e che abbiamo prodotto azioni da gol e tiri in quantità industriale. Abbiamo avuto ben sette ottime occasioni da gol nel primo tempo, senza mai riuscire a segnare, e tre clamorose occasioni nel secondo, una per attaccante, con Nobile, Basso e Comin che, per par condicio, hanno tutti sparato alto o sul portiere da pochi metri. Come fluidità di gioco offensiva e come azioni da gol create forse è stata la nostra miglior partita dell' anno, con trame pregevoli davanti. Speedy Nobile e Bomber Comin sono stati irresistibili e si sono cercati bene e spesso. Qui è davvero mancato solo il gol e il rigore fallito da Lele Comin nel recupero con un tiro alle stelle è stato l' emblema della giornata davvero storta. Abbiamo gioco-forza concesso qualche ripartenza e nel finale abbiamo subito il terzo gol su azione ben congegnata dai nostri avversari (anche se la loro azione è ripartita da un fallo abbastanza evidente commesso al limite della loro area sul nostro attaccante che è stato spinto alle spalle mentre controllava il pallone). Anche la sciagurata doppia espulsione comminata a Franchetto e Marchetti per una spinta veniale, nata per il possesso della palla, dopo un fallo a nostro favore, ci ha sfavorito molto, perchè ci ha ulteriormente sbilanciati dietro e privati di una torre in avanti. Ma vado controcorrente e dico che è la fase difensiva quella su cui dobbiamo lavorare di più, perché centralmente e in mezzo siamo partiti poco attenti ed abbiamo concesso, su due sciocche palle perse dai nostri in uscita, due azioni personali Baù, che non sarà forse molto dinamico ma che ha classe da vendere e che è stato lasciato troppo libero di tirare, ed è la cosa che nella sua carriera ha dimostrato di saper fare meglio. Ci ha punito con due tiri fotocopia, spioventi sotto la traversa, con il nostro Enrico che dovrà lavorare su questo, migliorando sia la reattività che il posizionamento. Ora è il momento di capire il perchè di una sconfitta ma da domani siamo chiamati a ripartire più forti e convinti di prima.
A Noale saremo tutti lì per riprenderci questi tre punti persi, avanti Union Pro!

NOE':  una partita di quelle che un portiere non vorrebbe mai giocare, con due gol nei primi minuti che avrebbero potuto smontare chiunque. Due tiri beffardi di Eder Baù a spiovere dai 25 metri, pressochè identici, che passano sopra la testa del nostro Enrico e si vanno ad insaccare sotto la traversa. Credo che Enrico debba rivedere la sua posizione in porta in questi casi, stando più vicino alla linea di porta, anche perchè non è un gigante e se la traiettoria è beffarda come in questi casi, il rischio di vedersela passare sopra è elevato. Poi è poco impegnato tranne un grande intervento su Baù sul finire del primo tempo. Subisce il terzo gol su una rasoiata dal limite sulla quale può fare davvero ben poco. Deve recuperare reattività e forza sulla gambe. Forza Enrico!

BONOTTO: anche Bonny parte poco concentrato oggi e si perde un pò quando deve costruire gioco. Il primo gol nasce così da un suo disimpegno sbagliato. Poi si riprende e cerca di spingere in fascia, un paio di buone cose ma siamo al minimo sindacale per uno come lui. E' sicuramente uno do quelli che sa e può fare molto di più ed uno di quelli che nei momenti negativi può dare un contributo di personalità per tirarti fuori dai problemi.  Ci aspettiamo una sua grande gara alla prossima, lui lo sa. E non ci deluderà !

ELLA: chiamato a fare in terzino sinistro, è difficile giudicare la prova di Gianni oggi, perchè alterna momenti molto positivi a tratti in cui commette qualche errore di misura e poi non recupera con rapidità la posizione. Dopo i due gol spinge con continuità ed è spesso al cross. Segno che la condizione ora c' è dopo un avvio difficile e si vede da come sa gestire le situazioni in campo con più tranquillità (a volte anche troppa). Spostato avanti nella ripresa, viene poi riportato a difendere a tre dopo l' espulsione di Franchetto.

NIERO: parte molle, Daniel, e dalle sue parti non riesce a chiudere in partenza su Baù che ci trafigge due volte nei primi quindici minuti. Ma poi comincia ad orchestrare il gioco e ci mette cuore e testa per far girare la squadra. Molte cose buone, sfortunato sottomisura, dove non gli entra di testa. Le prova tutte ma oggi non è giornata... Sta recuperando condizione, ci serve al massimo per novanta minuti.  Sarà protagonista!

FRANCHETTO: prendiamo due gol senza che il Franche possa metterci una pezza. Poi, contro la sua ex squadra, è il solito baluardo difensivo e non rischiamo più niente o quasi. Ci prova in attacco sulle palle alte e da dentro l' area piccola non riesce a girare in porta per un niente. L' arbitro, poco equilibrato, ci penalizza e  lo caccia su un gesto non violento e veniale dopo un' ora di gioco. Peccato, la prossima gara meritava di esserci. Ma ritornerà ancora più forte!

STRADIOTTO: anche lui preso di sorpresa dai primi due gol, poi fa il suo lavoro con la sua proverbiale grinta e cerca di trascinare la squadra da vero Capitano. Nonostante oggi sia poco preciso nei lanci su di lui si infrangono quasi sempre le incursioni avversarie. E' l' ultimo a mollare, anzi, non molla mai!

CARNIATO: a differenza di altri suoi coetanei che si accontentano di fare il compitino, Massimo non è giocatore banale. Ha visione di gioco notevole, piedi che assecondano la giocata ed il suo cervello è rapido e geniale nel proporre soluzioni. Il rovescio della medaglia è che ogni tanto alla genialata alterna lo svarione. Deve crescere in questo e lo farà se si allenerà molto e con impegno, ma per il resto ci piace parecchio!

MARCHI: entra per fare il terzino sinistro, consentendo ad Ella di spostarsi più avanti. Fa bene quel poco che viene impiegato perchè poi l' espulsione di Franchetto consiglia a Mister Feltrin di riportare Ella basso e far entrare Fuxa al suo posto a fare il centrocampista. Forse bisognerebbe valutarlo meglio anche nei ruoli di interno di centrocampo che faceva lo scorso anno a Venezia. Ma deve convincere il Mister con pazienza, allenamento dopo allenamento. Non mollare Tommy!

FUXA: chiamato a fare il centrocampista in un inedito 3-3-3 dell' ultima mezzora, dà forza e sostanza in mezzo, inseguendo chiunque si muova. Ci mette cuore ed impegno. Bravo Gian!

FIACCHI: oggi Pietro si è dato da fare ed ha corso per due.  Si, è vero,  ha sbagliato molto, in fase di tocco e di appoggi, ma quando ci si mettono comunque impegno e voglia, cosa volete dire? Al di là degli errori, si è comunque spesso inserito in avanti ed ha dato ampiezza alla manovra sulla destra. Ammonito, lascia il campo per la terza punta e cioè Basso nella ripresa.

BASSO: schierato al centro del tridente, subito il suo ingresso ci porta bene e segniamo il gol che dimezza lo svantaggio. Sembra l' inizio della rimonta ma poi l' espulsione di Franchetto e le incredibili occasioni fallite, una anche dal Simo che entra di prepotenza in area a raccogliere un assist da destra, controllando e tirando di sinistro di mezza punta, quasi addosso al portiere da pochi metri, ci ricacciano indietro. Schiuma rabbia, si rifarà presto!

NOBILE: partita di grande spessore di Andrea che si danna l' anima per la squadra e aiuta sempre i compagni. Imbastisce e qualche volta disfa, segna un gol e se ne mangia un altro, sforna assist e ne sbaglia altrettanti, ma dimostra oggi di essere attaccante di categoria superiore per come sa dare profondità alla squadra e per come si batte anche in fase difensiva. Mille scatti, un gol. Una media che va migliorata. A cominciare dalla prossima. Può essere l' incubo di Noale!

COMIN : una di quelle partite che un attaccante vive come un incubo, con il pallone che non entra mai. Emblematico il rigore che spara alle stelle con pallone recuperato a Mazzocco. Ma poi, svegliandoti stravolto, pensi anche che ti sei liberato mille volte dai marcatori avversari, che non ti hanno mai visto, che ti sono riusciti mille dribbling, che hai duettato spesso e bene con i tuoi compagni, che hai fatto il bello ed il cattivo tempo, che hai tirato dieci volte in porta e sfornato assist a iosa. Per cui ti ricarichi ed aspetti con impazienza la prossima, per tornare il Bomber che sei. Forza Lele!

LUISE: nella fase iniziale si allarga molto sulla sinistra ed in mezzo restano troppi spazi di fianco a Niero ed anche per questo nascono i primi due gol. Poi mi sembra che corregga un pò la sua posizione e fa bene. Moto perpetuo, dà spinta e sostanza alla manovra. Non arriva alla conclusione in area, ci prova un paio di volte da fuori. Ma si fa trovare bene sulla trequarti e dai suoi piedi il pallone viaggia veloce verso le punte. Finisce male, ma lui c' è e si batte fino alla fine!

7 commenti:

  1. Il Pres ha ragione, si ricomincia da domenica dove le occasioni sprecate devono essere recuperate, quindi niente drammi forza ragazzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il gioco sarà quello visto ieri, cioè non visto, domenica ne prendiamo il doppio

      Elimina
  2. senza lorenzatti addio sogni di gloria.domenica poi senza il franche si piange

    RispondiElimina
  3. vai a piangere da un'altra parte va !
    senza nulla togliere al GRANDE FEDE ( un grande in bocca lupo per l'intervento), però lorenzatti è uno, ti ricordo che ci sono altri 10 giocatori, più altri di altrettanto valore in panchina. Sta sitto .

    RispondiElimina
  4. In alto la testa e andiamo a giocarci la nostra partita a Noale ! Forza Union Pro ! Dai ragazzi !

    RispondiElimina
  5. vedrete domenica vi asfaltiamo

    RispondiElimina
  6. Eccoli dove erano finiti i gufi...aspettavano solo il primo passo falso!!Maddai

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.