27 ottobre 2013

FC UNION PRO - UNION QUINTO 1-3


FC UNION PRO - UNION QUINTO 1-3
marcatori: Baù al 7' e al 12'pt, Nobile al 9'st, Fantinato al 37'st.

FC UNION PRO: 1 Noé, 2 Bonotto, 3 Ella, 4 Niero, 5 Franchetto Alessandro, 6 Stradiotto, 7 Carniato (14 Marchi dal 10'st) (15 Fuxa dal 28'st), 8 Fiacchi (18 Basso dal 8'st), 9 Nobile Andrea, 10 Comin, 11 Luise. A disposizione: 12 Pezzato, 13 Teso, 14 Marchi, 15 Fuxa,  16 Casarotto, 17 Baratella, 18 Basso.
All. Sig. Francesco Feltrin

UNION QUINTO: 1 Mion, 2 Meneghetti (13 Dal Cortivo dal 29'st), 3 Bessegato, 4 Vigo, 5 Segato, 6 Pedon, 7 Marchetti, 8 Appiah, 9 Gazzola, 10 Baù (18 Fantinato dal 29'st), 11 Cibin (14 Marchetto dal 23'st). A disposizione: 12 Smerghetto, 13 Dal Cortivo, 14 Marchetto, 15 Perosin, 16 De Faveri, 17 Franchetto Andrea, 18 Fantinato. All. Sig. Massimo Paganin

ARBITRO: Sig. Bergamin di Castelfranco Veneto

NOTE: Ammoniti Nobile, Fiacchi, Baù. Espulsi Franchetto e Marchetti al 21'st per cnr. Angoli 10-1


Partita stregata per l'Union Pro che subisce oggi la prima sconfitta casalinga della sua storia per mano dell'Union Quinto. Risultato bugiardo per quello che si è visto in campo con i nostri ragazzi padroni del campo e pericolosissimi in avanti, dove hanno prodotto un'enormità di occasioni che però non siamo riusciti a concretizzare. Grandi protagonisti dell'incontro sono stati il portiere Mion, che ha compiuto una serie di interventi decisivi, e l'attaccante Eder Baù, autore di una doppietta d'antologia, rivelatasi decisiva nel determinare il risultato finale. Giornata da dimenticare invece per il nostro Lele Comin, il quale ha avuto il merito di creare tanto la davanti, ma ha sulla coscienza due clamorose opportunità fallite nel finale che potevano valere almeno il pareggio. Il primo tempo della partita è assolutamente pirotecnico: grande intensità, ritmi frenetici e tante occasioni da gol, come quella che al 4' si guadagna Comin, bravo nell'entrare rapidamente in area ma non altrettanto da angolare a sufficienza il diagonale che Mion devia con la punta del piede. Nel giro di 5' Baù dimostra di essere un lusso per questa categoria e con due cannonate dalla stessa distanza, circa 25 metri, supera un incredulo Noè con il pallone che si abbassa all'ultimo e finisce in rete proprio sotto la traversa. Inizio choc per l'Union Pro che però non ci sta e reagisce già al 10', ancora sullo 0-1, con un tiro di Comin, stavolta più efficace, che viene bloccato in tuffo dal portiere. Al 13' è la volta di Nobile che ci prova con un pericoloso diagonale da destra, troppo angolato però per sorprendere Mion. Al 23' Niero verticalizza il gioco, palla a Comin che appoggia bene per l'accorrente Nobile, il quale calcia di potenza ma senza trovare l'impatto ideale con la sfera. Un propositivo Bonotto spinge sulla fascia destra e al 26' effettua un bel taglio in diagonale per Nobile che anticipa la difesa e riesce a tirare ancora una volta verso la porta di Mion, bravo a respingere di piede. Al 30' è la volta di Niero che colpisce deciso su corner dalla destra di Carniato con la palla che sfiora il palo alla destra del portiere. Il Quinto contiene le sfuriate offensive dell'Union Pro e al 35' riesce anche a proporsi in avanti con un calcio di punizione dalla distanza di Gazzola che termina di poco alto. Al 39' sempre un Bonotto in grande spolvero riesce a servire Fiacchi all'interno dell'area di rigore ma il suo tiro viene letteralmente murato in corner. Battuta abbastanza corta con Franchetto che la spizza di testa per Niero, il quale però, non riesce a inquadrare lo specchio della porta da pochi passi. Finale di primo tempo al cardiopalma con Noè bravissimo a fermare Baù al 42', quando l'attaccante ex Triestina riesce a scartare Franchetto ma viene ipnotizzato dal nostro portiere che gli respinge il tiro. Capovolgimento di fronte immediato finalizzato ancora una volta da Comin che da destra impegna nuovamente Mion, la palla respinta rimane in gioco con Niero che la mette subito in mezzo per l'accorrente Luise, il cui tiro dal limite viene bloccato in due tempi dall'estremo difensore ospite. Prima del fischio finale Comin riesce ancora a liberarsi al tiro ma il copione è sempre lo stesso, con Mion che si distende e salva la porta. Nella ripresa Feltrin passa subito al tridente con Basso al posto di uno spento Fiacchi ma è il Quinto a rendersi pericoloso al 9' con un contropiede di Appiah che viene chiuso alla grande da un preciso intervento di capitan Stradiotto. Proprio da questo salvataggio nasce il gol del pareggio: Comin si invola sulla destra e tenta ancora una volta il tiro, stavolta la respinta di Mion finisce proprio sulla traiettoria dell'accorrente Nobile che brucia sul tempo Pedon e ribadisce in rete il gol dell'1-2. L'Union Pro ci crede e i nostri attaccanti si intendono a meraviglia al 14' con il suggerimento di Basso per Comin che si allarga sulla destra, prima di mettere in mezzo per Nobile che, da ottima posizione, riesce anche a stoppare ma conclude debolmente tra le braccia del portiere. Al 21' episodio controverso tra Franchetto e Marchetti che vengono a contatto a centrocampo. Nell'incredulità generale l'arbitro decide per il rosso diretto a entrambi con il nostro centrale che sarà costretto così a saltare per squalifica la delicata sfida contro il Noale. Nell'ultimo quarto d'ora, in dieci contro dieci, succede di tutto: al 33' Comin si divora un clamorosa palla gol tutto solo davanti al portiere, calciando alto dopo essere riuscito a stoppare al volo un tirocross di Fuxa. Al 36' Nobile, in versione assist man, vede Basso in mezzo all'area e lo serve, Simone calcia bene ma Mion compie un autentico miracolo deviando in corner un pallone destinato all'incrocio. Purtroppo la legge del calcio che a un gol sbagliato (i gol in questo caso) fa seguire un gol subito, non ci fa sconti e al 37' l'Union Quinto chiude la partita con un contropiede letale orchestrato da Gazzola, che resiste alla marcatura di Stradiotto, e consegna al neoentrato Fantinato un pallone d'oro, scaraventato in rete dall'attaccante con un preciso diagonale rasoterra. Nonostante l'ennesima beffa l'Union Pro chiude comunque in avanti con Nobile che al 48' si procura un rigore sull'uscita irregolare di Mion. Ma oggi non c'è gloria neppure dal dischetto per Lele Comin, il cui tiro alle stelle fotografa perfettamente una giornata da dimenticare in fretta, con la consapevolezza che, contro il Noale, ci servirà tutta la rabbia accumulata quest'oggi per ottenere un risultato positivo.