3 novembre 2013

CALVI NOALE - FC UNION PRO 1-2


CALVI NOALE - FC UNION PRO 1-2
marcatori: Comin al 11'pt, Viola (rig) al 13'pt, Franceschinis al 15'st.

CALVI NOALE: 1 Fortin, 2 Masiero, 3 Torresin, 4 Pastrello (18 Ballarin dal 21'st), 5 Griggio, 6 Coletto, 7 Pasquali (15 Pensa dal 1'st), 8 Giubilato, 9 Guerra, 10 Viola, 11 Zurlo. A disposizione: 12 Veggian, 13 Riatto, 14 Zugno, 15 Pensa, 16 Pesce, 17 Bonso, 18 Ballarin. All. Sig. Massimo Susic.

FC UNION PRO: 1 Noè, 2 Bonotto, 3 Franceschinis, 4 Niero, 5 Teso, 6 Stradiotto, 7 Baratella (15 Fuxa dal 13'st), 8 Luise, 9 Nobile Andrea, 10 Comin (18 Basso dal 39'st), 11 Ella. A disposizione: 12 Camata, 13 Nobile Alvise, 14 Steffani, 15 Fuxa, 16 Casarotto, 17 Carniato, 18 Basso. All. Sig. Francesco Feltrin.

ARBITRO: Sig. Musumeci di Catania

NOTE: Ammoniti Bonotto, Griggio (N), Teso, Pasquali (N). Comin, Niero, Zurlo (N), Fuxa. Espulso Ella al 26'pt per c.n.r.  Angoli 6-3.


“Franceschinis ha preso come modello Roberto Carlos”: non scherzava il presidente Gaiba quando definiva così il nostro terzino sinistro nelle sue abituali e popolarissime pagelle del dopogara. La prestazione di Andrea, eroe del giorno grazie a una punizione pennellata all'incrocio dei pali, è stata l'emblema del carattere e della forza di tutta l'Union Pro che è venuta fuori proprio nella partita più attesa, la trasferta contro la capolista Calvi Noale. Una partita che è stata avvincente e soffertissima, proprio come ci aspettavamo, ma che alla fine, a detta anche di alcuni tifosi locali, ha premiato la squadra migliore vista sul campo. Dopo la bruciante sconfitta in Coppa Italia e quella in campionato col Quinto, l'Union Pro si presenta a Noale schiumante di rabbia e piena di voglia di rivalsa su un campo che l'ha vista sconfitta in entrambi i precedenti dello scorso anno. Priva dello squalificato Franchetto, la difesa si schiera con un inedito quartetto composto da Bonotto e Stradiotto centrali, più Franceschinis e Teso a spingere sulle fasce. Sin dai primi minuti la partita si fa subito interessante con le due rivali che non risparmiano energie e cercano di studiare i pochi punti deboli dell'avversario per provare a metterlo in difficoltà. Ci riesce per prima l'Union Pro che dopo 11' è già in vantaggio grazie a un suggerimento in profondità di Franceschinis che mette in movimento il rapidissimo Comin: il nostro bomber trova il corridoio in area e non perdona l'esperto Fortin, con un diagonale rasoterra che il portiere può solo sfiorare. Ma non c'è neppure tempo di festeggiare che il Noale trova immediatamente il pareggio: cross nella nostra area e contatto veniale tra Bonotto e Guerra che saltano insieme verso il pallone. Per l'arbitro Musumeci non ci sono dubbi e assegna il rigore a favore del Noale con conseguente ammonizione per il nostro difensore. Dagli undici metri Viola realizza grazie un tiro centrale e potente che Noè intuisce ma senza riuscire a intervenire. In questi minuti l'arbitro ci mette del suo per innervosire una partita già molto sentita e comincia a dispensare cartellini quasi fosse ad una lotteria di beneficenza Al 17' punizione dubbia assegnata al Noale dai 25 metri con Viola che calcia direttamente verso la porta ottenendo un calcio d'angolo. L'attaccante noalese ci riprova al 23' e stavolta la palla esce veramente di pochi centimetri Al 26' episodio contestatissimo a centrocampo con Ella che contrasta l'avversario in maniera assolutamente non pericolosa, rimediando, ciò nonostante, un rosso diretto apparso inconcepibile a tutti i presenti, sia in campo che sugli spalti. Questa ingiustizia si trasformerà però in un ulteriore carica agonistica per la nostra squadra che, invece di arretrare il proprio baricentro, si rende pericolosa al 32' con un'azione insistita: Comin scambia con Nobile il quale va al tiro da posizione defilata ottenendo una rimessa laterale. La palla finisce all'onnipresente Franceschinis, la cui botta dal limite si trasforma in un assist per Comin che però viene murato in corner dalla difesa avversaria. Grossa occasione per il Noale al 40' grazie a uno sfortunato rimpallo sulla schiena di Franceschinis che favorisce l'inserimento da destra di Zurlo, il quale ha tutto il tempo per prendere la mira ma, per nostra fortuna, calcia addosso a Noè, bravo a chiudergli lo specchio della porta. L'Union Pro chiude comunque in avanti e ci prova al 43' con Nobile che intercetta la verticalizzazione di Niero e prova ancora la conclusione ma la difesa avversaria è attenta. Nella ripresa parte forte il Noale che si rende pericoloso al 3', ancora per via di un fortunoso rimpallo che libera al tiro Pastrello. La conclusione è potente ma prima la deviazione di Noè in tuffo e poi il salvataggio di piede di Bonotto, neutralizzano il pericolo. Al 6' il neoentrato Pensa va via in velocità sulla fascia sinistra ed effettua un insidiosissimo traversone sul quale la nostra difesa fa buona guardia facendo sfilare la minaccia senza che nessun attaccante riesca a intervenire. Break dell'Union Pro al 14': illuminante cambio di gioco di Franceschinis che da sinistra pesca sulla parte opposta il funambolico Comin, bravo a proteggere palla e a scaricare al limite dell'area per Nobile. Il nostro attaccante non riesce però a sferrare il tiro con la palla che finisce sui piedi di Luise, fermato fallosamente da un difensore. La punizione seguente è un capolavoro di Franceschinis che corona la sua partita strepitosa andando a pescare il sette alla sinistra di un incolpevole Fortin. La gioia liberatoria del terzino e quella dei suoi compagni di squadra rimarrà uno dei momenti più esaltanti della nostra stagione. Il Noale però non ci sta a perdere la sua lunga imbattibilità e al 16' risponde subito con un tiro pericoloso di Giubilato che sibila a fil di palo nonostante una deviazione. Ma il nostro fortino difensivo resiste nonostante il doppio corner conquistato dai nostri avversari al 27' ed anche un giocatore fisico ed esperto come Guerra oggi è riuscito davvero a combinare poco grazie alla marcatura asfissiante della coppia Bonotto-Stradiotto. Al 38' è nuovamente Zurlo a ritrovarsi la palla sui piedi nella nostra area di rigore ma stavolta l'attaccante ha poco spazio per calciare e il suo tiro non insidia la porta difesa da Noè. L'Union Pro punge in contropiede grazie al neoentrato Basso, il cui suggerimento per Luise viene sventato solo da un provvidenziale intervento in chiusura di Pensa al 41'. Il finale è di grande sofferenza ma i nostri non sbagliano un colpo, sacrificandosi molto bene in fase difensiva con Bonotto attentissimo a chiudere su Zurlo al 42' e Andrea Nobile che riesce addirittura a conquistarsi una rimessa laterale, dopo una chiusura pazzesca sempre su Zurlo al 43'. L'ultimo brivido lo regala un calcio di punizione dal limite di Viola al 44' ma la palla è alta e possiamo finalmente esultare. 
“Oggi contava solo riscattare la brutta partita di domenica scorsa. Giocare contro la prima in classifica ha dato solo grandi motivazioni oltre a quelle che potevano già esserci. Era importante reagire e fare una partita di spessore e di carattere e così è stato!” ha dichiarato il match-winner nel dopogara. Mister Feltrin ha sottolineato invece come la vittoria non cambi le ambizioni di classifica della squadra che restano quelle di disputare un campionato senza patemi, cercando di prendersi delle belle soddisfazioni come quella di oggi: “siamo venuti a Noale per dimostrare di essere una squadra importante e ci siamo riusciti, dando il 110% dopo l'espulsione di Ella. Nel secondo tempo abbiamo giocato condizionati dal peso delle ammonizioni ma non abbiamo cambiato il nostro atteggiamento mettendoci l'anima su ogni pallone”. Riguardo la prestazione di Franceschinis, a nostro avviso il migliore in campo, il mister si è pronunciato così: “sappiamo il valore di France, è un trascinatore, uno che ha i nostri colori nel sangue e da sempre il massimo in ogni partita. Oltre a lui oggi mi sono piaciuti molto anche Bonotto e Nobile ma tutta la squadra si merita un voto alto, direi un bell'otto”. Il nostro mister coglie quest'occasione anche per togliersi qualche sassolino dalla scarpa, dopo la partita di domenica scorsa: “dedico questa vittoria a tutti i detrattori che vengono a vederci e pensano che dobbiamo vincere sempre. Dopo 26 risultati utili consecutivi, la squadra non va criticata se perde una partita, va invece sostenuta e vorrei sentire più calore intorno a questi ragazzi, perchè meritano più rispetto per quello che stanno facendo. Anche oggi la squadra ci ha messo l'anima e sono sicuro che questi ragazzi continueranno a dare soddisfazioni. Credo che in futuro non sarà facile per i tifosi dell'Union Pro trovare un altro gruppo che sia in grado di regalare loro questi risultati” conclude Feltrin, sperando che abbia orecchie per intendere, stavolta abbia inteso per davvero.