10 novembre 2013

FC UNION PRO - PIOVESE 4-1


FC UNION PRO - PIOVESE 4-1
marcatori: Comin al 14' pt, Franceschinis (rig) al 37'pt e al 29'st, Nobile al 34'st, Deinite (P) al 39'st.

FC UNION PRO: 1 Noé, 2 Bonotto, 3 Franceschinis, 4 Niero, 5 Franchetto, 6 Stradiotto, 7 Baratella (15 Fuxa dal 21'st), 8 Luise, 9 Nobile Andrea (17 Carniato dal 37'st), 10 Comin (18 Basso dal 30'st), 11 Fiacchi. A disposizione: 12 Camata, 13 Nobile Alvise, 14 Teso, 15 Fuxa, 16 Casarotto, 17 Carniato, 18 Basso.
All. Sig. Francesco Feltrin

PIOVESE: 1 Berto, 2 Fornaro, 3 Bellon, 4 Avola, 5 Maggiò, 6 Mantovani (14 Battarin dal 35'st), 7 Pasha (15 Ribuoli dal 1'st), 8 Deinite, 9 Visinoni (18 Pellegrini dal 1'st), 10 Mason, 11 Gasore. A disposizione: 12 Ongarato, 13 De Zuani, 14 Battarin, 15 Ribuoli, 16 Calore, 17 Nasufovski, 18 Pellegrini All. Sig. Renzo Groppello

ARBITRO: Sig. Cecchin di Bassano

NOTE: Ammoniti Bonotto (UP), Visinoni, Deinese, Mantovani, Maggiò, Niero (UP) e Bellon. Angoli: 5-5

Sull'onda dell'entusiasmo dopo la vittoria di Noale, l'Union Pro ottiene un altro importante successo contro la quotata Piovese, confermando così il suo primato solitario nel girone B di Eccellenza. Non tragga in inganno il risultato finale perchè quella di oggi è stata partita vera con i nostri avversari che, dopo pochi secondi dal calcio d'inizio, si sono subito resi pericolosi grazie alla velocità del temuto Mason che riesce ad anticipare Franchetto, impegnando poi Noè con un tiro potente ma centrale, al quale seguono due corner consecutivi senza esito. L'Union Pro risponde prontamente e dai piedi di un ispiratissimo Nobile, al 3' arriva dalla sinistra il suggerimento che Comin sceglie di prolungare per vie orizzontali, chiamando in causa l'accorrente Fiacchi, il cui tiro angolato non inquadra per poco la porta difesa da Berto. Ancora Fiacchi è grande protagonista al 14', nel corso dell'azione che sblocca il risultato: il centrocampista colpisce di collo pieno sul traversone da sinistra di Nobile, Berto non riesce a respingere come vorrebbe e per Lele Comin è un gioco da ragazzi spingere il pallone in rete da pochi passi. Trascorrono due minuti e l'Union Pro prova a far male in contropiede grazie a Comin che vede e serve Baratella, il quale si ritrova in posizione molto avanzata ma non si fa spaventare dall'opportunità e la calcia angolata trovando però la risposta di piede di Berto. La reazione della Piovese è tutta in un pallonetto da fuori di Mason che termina di poco alto al 21'. Dopo qualche minuto di stasi l'Union Pro torna a farsi pericolosa nell'area ospite e sul corner beffardo di Franceschinis per poco Berto non la combina grossa, facendosi sfuggire la palla e offrendo a Niero l'opportunità di calciare a pochi passi dalla porta, dove la difesa della Piovese riesce a salvarsi in extremis. I nostri avversari provano una sortita offensiva al 32' dalle parti di Bonotto con l'ex Preganziol Gasore, che riceve in area il taglio di Deinite, rientra sul destro ma trova l'opposizione della nostra difesa. Sulla ribattuta seguente neppure Avola riesce a centrare la porta di Noè. L'Union Pro chiude la prima frazione in crescendo e Niero si conferma un tiratore scelto al 35', quando effettua una splendida conclusione rasoterra da distanza siderale che Berto riesce a deviare in corner con la punta delle dita. Il raddoppio arriva al 37' ed è ancora merito di uno scatenato Nobile che fa ammattire la difesa ospite, venendo atterrato vicino al vertice destro dell'area di rigore. Per la prima volta da inizio stagione dal dischetto si presenta Franceschinis e la sua esecuzione è perfetta: palla da una parte e portiere dall'altra. La velocità dei nostri attaccanti potrebbe rivelarsi letale anche al 42' ma Comin, giunto ai limiti dell'area ,non capisce il movimento di Nobile e il contropiede sfuma. Nella ripresa la Piovese si presenta con due nuovi giocatori in campo e dal primo minuto prova a prendere in mano le redini del gioco alla ricerca del gol che potrebbe riaprire la partita. Dopo appena 1' ancora Mason scatta sul filo del fuorigioco ma sulla sua conclusione Franchetto fa buona guardia. Passano pochi secondi e il neoentrato Pellegrini colpisce il palo pieno calciando dal limite dell'area con Noè che non ci sarebbe potuto arrivare. L'Union Pro prova a interrompere l'impetuoso agonismo dei nostri avversari grazie a un bel suggerimento con l'esterno del piede di Franceschinis ma Nobile viene anticipato per un soffio dall'uscita di Berto. Sul proseguo dell'azione, la minaccia arriva ancora dall'asse Mason-Gasore con quest'ultimo che però non riesce a superare la strenua difesa messa in atto dalla nostra squadra. Non corriamo altri rischi fino al 20' quando è ancora Gasore ad impegnare Noè con una conclusione potente ma non irresistibile. Al 26' capitan Stradiotto salta più in alto di tutti e schiaccia bene di testa sul corner di Franceschinis ma Berto riesce a bloccare il pallone sulla linea di porta. Passano tre minuti e chi poteva essere a procurarsi un altro rigore se non il nostro Andrea Nobile? Sul tiro cross da destra dell'attaccante moglianese, Bellon respinge di mano e per l'arbitro è rigore ed ammonizione per il difensore della Piovese. Franceschinis realizza un inaspettata doppietta dal dischetto, spiazzando ancora il portiere e chiudendo di fatto le ostilità. C'è ancora tempo però per assistere alla giocata più bella di tutta la partita eseguita, non a caso, dal migliore in campo di oggi: Andrea Nobile che al 34', su suggerimento di Franceschinis, in una frazione di secondo resiste alla carica del difensore, si gira di scatto e riesce a trovare l'unico spazio lasciato libero da Berto trafiggendolo sotto le gambe con un rasoterra beffardo. Standing ovation per Andrea, oggi apparso a tratti devastante, che va a prendersi l'applauso meritato dello stadio pochi minuti dopo quando lascia il campo per il giovane Carniato. La Piovese però non ci sta a subire un passivo così pesante e limita i danni con uno dei suoi giocatori più positivi: il centrocampista Deinite che realizza il gol della bandiera al 39' con un bel tiro angolato in corsa. Il bello di questa Union Pro è quello di non accontentarsi mai e sull'ennesima azione impostata da Franceschinis, tocca a Fuxa provare ad entrare nel tabellino dei marcatori, ma il suo tiro arriva con un attimo di ritardo e il difensore avversario riesce ad intercettare così l'ultima minaccia della partita.