17 novembre 2013

FC UNION PRO - PORTOMANSUE' 3-1


FC UNION PRO - PORTOMANSUE' 3-1
marcatori: Comin al 26' pt, Bozzon (P) al 42'pt, Franceschinis (rig) al 25'st e Nobile al 43'st.

FC UNION PRO: 1 Noé, 2 Bonotto, 3 Franceschinis, 4 Niero, 5 Franchetto, 6 Stradiotto, 7 Fuxa (16 Casarotto dal 33'st), 8 Luise, 9 Nobile Andrea, 10 Comin (18 Ella dal 41'st), 11 Basso (15 Fiacchi dal 1'st).
A disposizione: 12 Camata, 13 Nobile Alvise, 14 Teso, 15 Fiacchi, 16 Casarotto, 17 Carniato, 18 Ella.
All. Sig. Francesco Feltrin

PORTOMANSUE': 1 Peccolo, 2 Rosolen, 3 Campaner, 4 De Nardi, 5 Talazzo, 6 Pellegrinet, 7 Cester, 8 Zucchiati (15 Perissinotto dal 37'st), 9 Bozzon (18 Gbali dal 43'st), 10 Rizzioli (14 Dei Negri dal 22'st), 11 Bussi. A disposizione: 12 Rossi, 13 Borgolotto, 14 Dei Negri, 15 Perissinotto, 16 Serafin, 17 Benedetto, 18 Gbali. All. Sig. Mauro Conte

ARBITRO: Sig. Boscolo di Chioggia

NOTE: Ammoniti Comin, Nobile, Bozzon e Pellegrinet. Angoli: 5-2


L'Union Pro inanella la sua terza vittoria consecutiva contro il Portomansuè e continua così a godersi il primato solitario in classifica, da oggi consolidato grazie al pareggio esterno del Nervesa a S.Polo di Piave. Prestazione positiva dei nostri ragazzi, specialmente nel secondo tempo, dove siamo riusciti a far valere la nostra forza, legittimando così una vittoria che è stata tutt'altro che scontata fino ai minuti conclusivi. L'inizio della partita infatti non è stato dei migliori con la squadra che ha avuto bisogno di una ventina di minuti per assimilare il nuovo modulo: un inedito 4-3-3 con Simone Basso centravanti di sfondamento affiancato dai nostri imprendibili Comin e Nobile, sinora certamente la coppia gol più incisiva dell'intero campionato. Per attendere la prima emozione bisogna aspettare l'11', quando Basso colpisce di testa su corner calciato in mezzo all'area da Franceschinis con la palla che è facile preda di Posocco. Proprio il nostro terzino commette un errore di leggerezza al 20' con un retropassaggio corto che serve involontariamente Bozzon ma il France è attento e recupera prontamente in scivolata, facendo tirare un respiro di sollievo ai numerosi tifosi presenti anche oggi in tribuna per sostenere la squadra. Ci vuole un iniziativa personale di Nobile per risvegliare l'Union Pro ed è così che al 25' il nostro attaccante si procura un corner dopo essersi inserito in area dalla sinistra impegnando Posocco con un tiro a fil di palo. Sugli sviluppi del calcio d'angolo, Comin riceve palla e si inventa una parabola ad effetto “alla Del Piero”, come fanno notare alcuni tifosi sugli spalti, che scavalca imparabilmente il portiere insaccandosi in rete con l'aiuto della traversa. La nostra squadra, galvanizzata dal vantaggio, ci prova al 28' anche con Niero, il cui tiro da fuori passa in mezzo a una selva di gambe senza che nessun giocatore riesca a deviare verso la porta. Basso vuole sfruttare l'occasione concessagli dal mister e al 38' protegge bene palla su suggerimento di Franchetto, trova lo spazio per il tiro e calcia forte da fuori area con la sfera che finisce però di poco alta sopra la traversa. Il finale di primo tempo è scoppiettante con il Portomansuè che trova il pareggio alla prima vera azione della sua partita: sulla destra Bozzon cerca e trova il dialogo prima con Cester e poi con Rizzioli, si accentra all'altezza del limite dell'area, evita l'intervento in scivolata di Niero, e con un tiro potente e preciso centra la rete alla sinistra di Noè. L'Union Pro risponde subito con Nobile che al 44' si inventa un pericolosissimo tiro al volo con la palla che schizza rasoterra verso il palo più lontano ma Peccolo è bravissimo ad arrivarci con la punta delle dita e a dire di no anche a Comin sulla ribattuta successiva. Non c'è un attimo di respiro con il Portomansuè che punge subito in contropiede con Bussi, fermato solamente da una tempestiva uscita di Noè, e poi con Basso e Nobile che ci provano in rapida sequenza. In occasione del suo tentativo Basso si fa male ed è costretto a cedere il posto a Fiacchi dal 1' della ripresa con l'Union Pro che ritorna quindi al collaudato 4-3-1-2. Il Portomansuè si fa vedere con le accelerazioni di Bussi ma, sia Bonotto che Franchetto, fanno buona guardia su di lui al 5'. Con il passare dei minuti sale in cattedra l'Union Pro che si presenta al tiro con una certa pericolosità come capita all'8', quando Comin sfrutta bene una triangolazione con Nobile e da posizione decentrata prova comunque a calciare verso la porta con la palla che colpisce l'esterno della rete. A Lele, si sa, riescono meglio le conclusioni difficili ed eccolo tentare allora uno spettacolare tiro al giro al 14', stavolta a mezza altezza, che impegna ancora Peccolo in un difficile intervento. Al 16' a Lele basterebbe molto meno per centrare lo specchio della porta ma il nostro attaccante non riesce a sfruttare il rimpallo vinto da Bonotto e si lascia prendere dalla frenesia di calciare con la palla che si impenna sopra la traversa. Occasionissima al 19' per Nobile che da ottima posizione non riesce a sfruttare un assist al bacio di Fuxa arrivando scoordinato sul pallone con il tiro che finisce alto. Al 22' gridiamo al gol quando il mancino di Franceschinis scavalca la barriera sugli sviluppi di un calcio di punizione centrale ma la palla sfiora solamente il palo alla sinistra di un immobile Peccolo. A sbloccare il risultato ci pensa sempre il nostro terzino due minuti più tardi spiazzando il portiere su calcio di rigore, assegnato per un intervento falloso ai danni di Comin. Impeccabile la trasformazione del France che va a segno per la terza domenica consecutiva raggiungendo quota 5 reti in campionato, niente male per un difensore come lui. Per farsi perdonare l'errore del primo tempo, Franceschinis ci mette una pezza anche in fase difensiva salvando su Bussi lanciato a rete con un preciso intervento in scivolata al 27'. Il Portomansuè prova a impensierirci anche nel finale ma il colpo del KO lo realizza un implacabile Nobile, sfruttando nel migliore dei modi un invito da sinistra del neoentrato Ella e riuscendo ad anticipare in velocità Peccolo con un piattone da predatore d'area che vale il 3-1 definitivo.