15 dicembre 2013

FC UNION PRO - ISTRANA 1-1


FC UNION PRO - ISTRANA 1-1
marcatori: Biundo al 21'pt, Franceschinis (rig) al 43'st.

FC UNION PRO: 1 Noé, 2 Bonotto (13 Galardi dal 9'st), 3 Franceschinis, 4 Niero (16 Pastrello dal 27'pt), 5 Franchetto, 6 Stradiotto, 7 Casarotto, 8 Luise, 9 Nobile Andrea, 10 Basso, 11 Ella (18 Baratella dal 36'st).
A disposizione: 12 Camata, 13 Galardi, 14 Teso, 15 Nobile Alvise, 16 Pastrello, 17 Carniato, 18 Baratella.
All. Sig. Francesco Feltrin

ISTRANA: 1 Berti, 2 Stecca, 3 Furlanetto, 4 Doria (13 Conte dall'11'st), 5 Ardenghi, 6 Gallina, 7 Vidotto, 8 Tessaro, 9 Biundo (14 Favaretto dal 23'st), 10 Fabbrin (15 Visentin dal 37'st), 11 Bonetto. A disposizione: 12 Gemin, 13 Conte, 14 Favaretto, 15 Visentin, 16 Dartora, 17 Kasi, 18 Bonaldo.
All. Sig. Dino Tonin

ARBITRO: Sig. Kumara di Verona

NOTE: Ammoniti: Niero, Luise, Gallina, Tessaro, Furlanetto, Berti, Stecca, espulsi Gallina al 25' st e Tessaro al 43'st per somma di ammonizioni, Ardenghi, al 48'st per cnr. Angoli: 5-1


Inutile negarlo, ci aspettavamo un finale d'annata decisamente migliore per l'Union Pro che nell'ultima partita del girone d'andata perde uno dei suoi giocatori più rappresentativi: il centrocampista Daniel Niero, che ha subito la frattura di perone e malleolo in un contrasto di gioco al 26' del primo tempo. Una brutta tegola che va ad aggiungersi all'infortunio di Lorenzatti, di cui Daniel era diventato il degno erede a centrocampo e che potrebbe costringere la società a intervenire nuovamente sul mercato. Al nostro sfortunato giocatore, trasportato prontamente all'ospedale Cà Foncello di Treviso, auguriamo una buona guarigione sperando di rivederlo sugli spalti quanto prima. Passa in secondo piano quindi la partita di oggi, la quale, forse anche per l'assenza di Niero, si è rivelata più complicata del previsto contro un avversario che ha rischiato di fare risultato pieno fino a pochi minuti dal termine. L'inizio partita non è stato di certo memorabile per la difesa dell'Istrana che su un terreno piuttosto ondulato ha sbagliato diversi disimpegni senza che i nostri giocatori siano riusciti ad approfittarne. Priva dell'acciaccato Comin, l'Union Pro non è riuscita ad esprimersi ai suoi livelli abituali in attacco, arrivando alla conclusione solo dopo 15' con un tiro improvviso di Basso che non è riuscito a sorprendere Berti dalla lunga distanza. L'Istrana invece comincia a pungere in contropiede e lo fa al 18', quando un pallone dalla destra mette in movimento Fabrin, fermato solamente da un intervento in extremis di Bonotto che scatena le proteste degli ospiti. Dopo tre minuti l'Istrana passa in vantaggio grazie a un pallonetto dal limite di Biundo, freddo nel superare Noè dopo aver ricevuto nuovamente il pallone dalla fascia destra. L'infortunio di Niero rende ancora più complicata la nostra rimonta con Feltrin costretto a ritoccare la linea mediana, inserendo Pastrello come interno destro e spostando Luise in cabina di regia. Dopo i dieci minuti di sospensione che servono agli infermieri per caricare Daniel in barella e portarlo fuori dal terreno di gioco sotto uno scrosciante applauso, si riparte con l'Union Pro che si riversa subito in avanti. Ci prova prontamente Basso, che sfiora il palo alla destra di Berti con uno stacco imperioso su corner, imitato al 31' da Franchetto, il cui colpo di testa viene salvato sulla linea da un attento Doria. L'azione non finisce qui con lo stesso Franchetto che riesce a servire in area il compagno di reparto Stradiotto, la cui spettacolare rovesciata non inquadra però la porta avversaria. Due minuti dopo è l'Istrana a rendersi pericolosa, stavolta con Fabrin, il cui colpo di testa fa gridare al gol i tifosi ospiti ma la nostra difesa riesce a salvarsi allontanando la minaccia. Al 36' punizione dal limite calciata da Franceschinis con il pallone che sfiora soltanto l'incrocio dei pali. Capovolgimento di fronte e stavolta è provvidenziale Noè a disinnescare, con uno spettacolare tuffo, il micidiale contropiede dell'Istrana finalizzato da un tiro potente di Biundo. Si va negli spogliatoi con la sensazione che per la nostra squadra la strada sia tutta in salita ma nella ripresa l'Union Pro prende coraggio e con il cuore più che con la testa, come osserva il presidente Gaiba, va alla caccia del pari. La prima occasione è però dell'Istrana che al 5' ci spaventa con un cross di Bonetto spizzato di testa da Biundo che però non riesce a deviare nello specchio della porta. Nobile prova un azione personale al 16' e sul suo tiro c'è pure un mani di Ardenghi prima che l'arbitro fermi il gioco sulla conclusione di Basso per fuorigioco. Proprio Basso sfiora la rete al 18' quando riceve in area un cross dalla destra di Franceschinis con la palla che colpisce prima la traversa e poi la linea senza che voglia saperne di entrare in rete. Al 22' proteste per un contatto tra Berti e Nobile con il portiere dell'Istrana che sembra travolgere il nostro giocatore ma neanche stavolta l'arbitro concede il rigore. Oggi Nobile non riesce a concludere molto ma la sua mobilità manda in tilt la retroguardia dell'Istrana e il primo ad abboccare è Gallina che rimedia la seconda ammonizione al 25' lasciando i suoi compagni in inferiorità numerica. Ormai c'è solo Union Pro in campo con la partita che si fa molto fisica e nervosa per via di numerosi interventi fallosi da parte dei nostri avversari che cercano di spezzare il gioco. Al 27' Pastrello si inserisce molto bene in area ma non riesce a controllare un pallone invitante a pochi passi dalla porta. Al 43' viene finalmente premiata la nostra caparbietà con il giovane Casarotto che si accentra per il tiro venendo fermato fallosamente da Tessaro in area di rigore. Secondo giallo anche per lui e rigore che Franceschinis trasforma calciando forte sotto la traversa. Mancano pochi minuti e in 11 contro 9 l'Union Pro prova addirittura a vincere la partita e ci va veramente vicina: al 46' ci guadagniamo infatti una punizione dal limite da posizione centrale ma stavolta Franceschinis angola troppo e il pallone esce. Al 48' arriva la terza espulsione dell'Istrana per un rosso diretto al capitano Ardenghi che interviene scomposto su Nobile lanciato a rete. C'è ancora tempo però per l'ultima azione con il neoentrato Baratella che sfiora il palo saltando di testa in mischia ma il risultato non cambierà più. Negli spogliatoi Feltrin fa fatica a parlare della partita ancora visibilmente scosso da quanto capitato a Niero: “è uno dei leader di questa squadra, mi dispiace davvero molto per quanto successo”. Riconosce comunque all'Istrana di aver giocato meglio nel primo tempo mentre nel secondo tempo l'Union Pro ha saputo sfruttare gli spazi concessi dall'avversario, conquistando un meritato pareggio. “Peccato perchè l'episodio del rigore negato a Nobile al 22' della ripresa poteva essere la svolta della partita ma credo comunque che il pareggio oggi fosse il risultato giusto per quello che si è visto in campo.” ha concluso il nostro allenatore.