22 febbraio 2014

FAVAROMARCON - FC UNION PRO 3-4


FAVAROMARCON - FC UNION PRO 3-4
marcatori: Schiavon (F) al 13'pt, Andrea Nobile al 25'pt, Comin al 40'pt e al 2'st, Valier (F) al 9'st,
Caramel (F) al 13'st, Comin al 36'st. 

PONZANO: 1 Saltarel, 2 Rumor, 3 Celegato, 4 Serena (15 Coppola dal 20'st), 5 Caramel, 6 Rodighiero, 7 Gemelli, 8 Valier, 9 Schiavon (16 Svraka dal 29'st), 10 Lermee, 11 Vailati (18 Scatamburlo dall' 8'st).
A disposizione: 12 Zennaro, 13 Bazzacco, 14 Carraro, 15 Coppola, 16 Svraka, 17 Favaretto, 18 Scatamburlo.
All. Sig. Michele Favaretto.

FC UNION PRO: 1 Noè, 2 Teso, 3 Franceschinis, 4 Luise, 5 Franchetto, 6 Stradiotto, 7 Fuxa (13 Galardi dal 45'st), 8 Orlandi (18 Basso dal 24'st), 9 Andrea Nobile, 10 Comin, 11 Ella.
A disposizione: 12 Camata, 13 Galardi, 14 Alvise Nobile, 15 Carniato, 16 Casarotto, 17 Baratella, 18 Basso. All. Sig. Francesco Feltrin.

ARBITRO: Sig. Xausa di Portogruaro.

NOTE: Ammoniti Valier (F), Rodighiero (F), Fuxa, Svraka (F), Basso. Angoli 8-8.



Quanto successo oggi rimarrà certamente impresso a lungo nella memoria dei calciatori, degli addetti ai lavori e degli appassionati presenti al comunale di Favaro Veneto, i quali hanno assistito a una partita incredibile e dai continui ribaltoni. Sotto una pioggia leggera ma persistente, mista a fredde folate ventose, l'Union Pro ha rispettato i favori del pronostico andando a cogliere la seconda vittoria consecutiva in trasferta e riportandosi momentaneamente in vetta alla classifica. “Dopo un buon primo tempo abbiamo fatto di tutto per complicarci la vita -spiega il nostro allenatore-. Il loro secondo gol nasce da un corner regalato da Franchetto che ha colpito male il pallone mentre sul terzo gol abbiamo perso la marcatura in area lasciando il loro difensore libero di colpire da pochi passi”. Feltrin è comunque soddisfatto della reazione della squadra che è stata in grado di contenere le sfuriate di un avversario sulle ali dell'entusiasmo per la doppia rimonta dall'1-3 al 3-3, riuscendo a colpire nel finale con uno scatenato Comin, autore oggi di una splendida tripletta. A questo proposito il mister si toglie un sassolino dalla scarpa spiegando che Lele è in grado di essere decisivo se impiegato con giudizio, lasciandolo rifiatare un po' ogni tanto, stesso metodo che applica anche nei confronti di Nobile e Basso, gli altri attaccanti della nostra rosa. “Credo che il risultato finale sia meritato viste le occasioni che siamo riusciti a creare e devo dire che, rispetto alle ultime uscite, ho visto anche una crescita della condizione generale della squadra. Non era facile reagire subito dopo uno 0-3 casalingo ma siamo stati bravi a smaltire la sconfitta andando a vincere a Ponzano e dando continuità alla nostra classifica con i tre punti di oggi” precisa Feltrin. Eppure, dopo il primo quarto d'ora di partita, pochi avrebbero scommesso su un risultato positivo della nostra squadra che subisce il pressing iniziale dell'avversario deciso a racimolare punti preziosi in chiave salvezza. Dopo 5' un disimpegno sbagliato di Franceschinis si trasforma in un assist involontario per Valier che però ci grazia da ottima posizione. Non è altrettanto magnanimo invece Schiavon che al 13' scatta in posizione dubbia su lancio lungo dalla difesa trovando campo libero davanti a sé e deposita in rete indisturbato, dopo aver evitato Noè in uscita. Lo stesso attaccante ci prova dopo 60 secondi scheggiando la parte superiore della traversa con un bolide da fuori area. L'Union Pro si rende finalmente pericolosa al 17' grazie a un'incursione in area di Fuxa che però viene murato al momento di concludere. Il primo tiro della nostra partita è invece di Ella, che al 22' scalda i guantoni di Saltarel provandoci da fuori area sugli sviluppi di un corner. Al 23' salgono in cattedra i nostri attaccanti con Nobile che rifinisce per Comin, il cui tiro viene stoppato da una tempestiva scivolata del difensore avversario. L'Union Pro fa la partita e al 25' conquista il meritato pareggio: Comin viene servito nei pressi dell'area da un lancio lungo, avanza, carica il tiro ma Saltarel ci arriva in tuffo; il portiere non può però far nulla sulla ribattuta di Nobile che da pochi passi ristabilisce la parità. Comin viene spesso cercato dai compagni e al 38' è Nobile a tentare di restituirgli il favore mettendolo in movimento con un lancio lungo che lo pesca sull'out di destra ma il tiro di Lele, complice il terreno pesante, non mette in difficoltà Saltarel. Proprio Nobile propizia la rete del sorpasso al 40' con una bella azione in velocità che viene neutralizzata al limite dell'area dall'intervento di un difensore avversario. La palla però resta li e Comin, che aveva intelligentemente seguito l'azione, se ne impossessa subito, riesce a evitare l'intervento di Salterel allargandosi a sinistra e centra la rete. Prima del riposo segnaliamo anche una buona opportunità per Orlandi che al 43' recupera una palla proprio in area di rigore ma temporeggia quella frazione di secondo in più che consente all'avversario di deviare in corner la sua conclusione ravvicinata. La pirotecnica ripresa si apre come meglio non potrebbe e dopo 2' Nobile, servito sulla fascia sinistra da Ella, si inventa un assist da urlo per Comin, aggirando l'avversario di turno e servendo con un colpo sotto l'accorrente Comin, il quale brucia in velocità l'avversario, supera nuovamente il portiere in uscita e realizza così la sua quindicesima rete stagionale. La partita sembra saldamente nelle nostre mani ma le emozioni non sono ancora finite. L'errore in disimpegno di Franchetto regala un corner al Favaro, sui cui sviluppi Valier spara una cannonata da fuori di prima intenzione che si insacca alle spalle dell'incolpevole Noè. La rete galvanizza i padroni di casa che aumentano i ritmi e si rendono nuovamente pericolosi al 12' con Gemelli che ci prova al termine di una mischia nella nostra area di rigore con la nostra difesa che riesce in qualche modo ad allontanare la minaccia. Il Favaro spinge e si procura ben cinque corner nello spazio di pochi minuti. Proprio in occasione dell'ultimo della serie, il nostro reparto arretrato si perde Caramel che spunta all'improvviso e di testa pareggia tra l'incredulità dei nostri sostenitori. Tutto da rifare per l'Union Pro che però nelle difficoltà si esalta e lo dimostrerà anche in questa occasione. Al 28', come già era avvenuto a Ponzano, Feltrin si gioca la carta Basso e passa ad un tridente offensivo che sortisce subito buoni effetti. Siamo al 30' quando Nobile, servito da Comin, cerca di superare le maglie della difesa avversaria e va a terra dopo un contatto. Per l'arbitro è calcio di rigore ma Franceschinis conferma di non essere in un momento brillantissimo e si fa ipnotizzare da Saltarel che devia in corner il suo mancino a mezza altezza. Ma neanche questo scalfisce la convinzione dei nostri ragazzi e così al 36' è proprio il neoentrato Basso a propiziare la rete decisiva, girandosi alla grande sul proprio marcatore e chiamando Saltarel ad un difficile intervento in tuffo con un tiro potente destinato sotto la traversa. La palla però non esce e come un boomerang ritorna nel bel mezzo dell'area di rigore dove Comin è il più lesto di tutti ad approfittarne marcando la propria tripletta e fissando il risultato sul 4-3. Il Favaro però non ci sta e si tuffa alla disperata ricerca del pareggio in un finale di partita carico di tensione sportiva. I ritmi rimangono sostenuti e molti dei nostri giocatori, specie i più tecnici, sono in difficoltà su un campo così pesante dove viene fuori alla distanza la maggiore fisicità del Favaro. Il nostro Noè però si conferma attentissimo e ben due volte, al 41' e al 49', dice di no alle conclusioni ravvicinate di Gemelli, smanacciando anche l'ultimo corner sui cui sviluppi l'arbitro decreta la fine di questo soffertissimo e avvincente incontro.