9 febbraio 2014

FC UNION PRO - VIGONTINA 0-3


FC UNION PRO - VIGONTINA 0-3
marcatori: Lorenzetto al 41'pt e al 19'st, Rizzi al 10'st.

FC UNION PRO: 1 Noé, 2 Bonotto, 3 Franceschinis, 4 Luise, 5 Franchetto, 6 Stradiotto, 7 Casarotto (13 Galardi dal 1'st), 8 Orlandi, 9 Nobile Andrea, 10 Basso (18 Comin dal 14'st), 11 Ella (15 Pastrello dal 14'st).
A disposizione: 12 Camata, 13 Galardi, 14 Teso, 15 Pastrello, 16 Carniato, 17 Baratella, 18 Comin.
All. Sig. Francesco Feltrin

VIGONTINA: 1 Iovino, 2 Tagliapietra, 3 Crisalli, 4 Regazzo, 5 Rossettini, 6 Salvato, 7 Barutta, 8 Canella (17 Quietato dal 36'st), 9 Lorenzetto (18 Mazzocato dal 21'st), 10 Rizzi (15 Barbini dal 16'st), 11 Nassivera. A disposizione: 12 Coppo, 13 Iosob, 14 Matterazzo, 15 Barbini, 16 Morandi, 17 Quietato, 18 Mazzocato.
All. Sig. Alessandro Bertan

ARBITRO: Sig. Mansueto di Verona.

NOTE: Ammoniti: Barutta (V), Ella, Canella (V), Franchetto. Angoli: 10-3

Dopo la sconfitta nel Trofeo Veneto dell'anno scorso e il pazzo 4-4 dell'andata, la Vigontina si dimostra un avversario ostico per l'Union Pro, costretta a inchinarsi ancora una volta alla compagine padovana. Non tragga però in inganno il risultato finale: un 3-0 decisamente spropositato, essendo frutto di episodi ed errori individuali che hanno indirizzato la gara a favore degli ospiti. La nostra squadra ha fatto la partita almeno per un'ora, provando in tutti i modi a sbloccare il risultato specialmente nel primo tempo quando, per alcuni sprazzi, abbiamo visto una squadra ordinata e determinata a fare risultato pieno. Purtroppo, come confermato da mister Feltrin al termine della gara, la nostra manovra è stata troppo lenta e prevedibile per mettere alle corde i nostri avversari, probabilmente a causa di una condizione di forma non ancora ottimale: “a causa del lavoro fisico svolto durante la sosta invernale abbiamo le gambe un po' appesantite e gli allenamenti sul sintetico nelle ultime settimane, a causa del maltempo, non ci sono stati di grande aiuto in questo senso” ci ha spiegato il nostro allenatore. Sul terreno di gioco, in buone condizioni nonostante l'inevitabile pesantezza, i giocatori dell'Union Pro hanno dimostrato infatti qualche difficoltà di troppo nel controllo palla. Ciò nonostante sono proprio i nostri a rendersi pericolosi già al 6' con un controcross di Franceschinis, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, a pescare la testa di Franchetto che da pochi passi non riesce a inquadrare la porta, complice anche la marcatura del diretto avversario. La Vigontina prova a replicare con due conclusioni ravvicinate di Nassivera, la prima all'11' con un diagonale dal vertice sinistro dell'area grande ben bloccato da Noè e la seconda direttamente su calcio di punizione al 16' con la palla che termina di poco a lato. Dal 19' al 22' break per l'Union Pro, capace di creare quattro azioni pericolose in rapida successione che mettono in difficoltà la retroguardia ospite. Al 19', una bella azione corale viene finalizzata da Orlandi che cambia il gioco sulla trequarti per servire Ella, il quale entra in area da posizione defilata e sfiora l'incrocio dei pali. Passano pochi secondi ed è ancora Orlandi, dalla stessa posizione, a mettere in moto un compagno: questa volta si tratta di Basso che da centro area però ha fretta di concludere con la palla che finisce alta sopra la traversa. Ancora Simone ha una buona opportunità al 21' grazie a un contropiede di Nobile con i due che si sovrappongono e Basso che, a tu per tu con il portiere, non riesce a evitarlo conquistando solo un corner. Proprio dalla bandierina nasce l'azione che porta Franceschinis a cercare il gol dai 30 metri con una parabola insidiosa che scende fino a lambire la parte superiore della traversa. La nostra ultima occasione nel primo tempo (e anche dell'intero match), capita sui piedi del giovane Casarotto al 40', ma il trequartista, anziché allargarsi dopo aver ricevuto palla da Nobile in buona posizione, prova ad accentrarsi venendo contrastato dall'avversario con l'azione che sfuma. Al 41' la Vigontina sfrutta un ingenuità di Franceschinis per passare in vantaggio. Nel tentativo di scartare Rizzi, il nostro giocatore perde palla, consentendo all'esperto attaccante di entrare in area e di calciare angolato verso il palo più lontano. Noè, tradito anche da un rimbalzo del pallone, non trattiene la conclusione e così per Lorenzetto è un gioco da ragazzi insaccare da due passi. Passano 3 minuti e l'Union Pro rimane in dieci per l'espulsione di capitan Stradiotto, episodio che si rivelerà cruciale per le sorti del nostro match. Nel giro di pochi secondi il nostro capitano si rende protagonista di due interventi al limite della regolarità prima su Rizzi e poi su Tagliapietra, sul quale Stradiotto entra in tackle da dietro. Essendo un intervento sul pallone, prima che sull'avversario, ci si aspetterebbe più comprensione da parte dell'arbitro che invece punisce la durezza dell'intervento e sventola il rosso diretto in faccia al nostro capitano. Sotto di un gol e in inferiorità numerica, l'Union Pro nel secondo tempo non riesce praticamente mai a rendersi veramente pericolosa. Nassivera invece è scatenato e già al 2' si procura una punizione dal limite dell'area venendo fermato fallosamente da Galardi, che dal 1' era entrato per ricomporre il quartetto difensivo al posto del sacrificato Casarotto. L'arbitro però nel parapiglia ammonisce Franchetto, che seguiva da vicino l'azione, un cartellino pesante che impedirà ad Ale di essere in campo nel prossimo match contro il Ponzano, dove gioca il gemello Nicola. Anche l'attento Luise non è nella sua miglior giornata e al 10' si fa soffiare il pallone a centrocampo dal veloce Barutta che avvia la ripartenza e serve Lorenzetto libero a destra, questi prolunga la sfera nel cuore dell'area di rigore dove Rizzi supera Noè con un piattone imparabile. Il raddoppio della Vigontina costringe Feltrin a giocarsi le ultime carte a mezzora dalla fine: fuori Ella e Basso, dentro Pastrello e Comin. Ma è nuovamente un errore individuale, purtroppo ancora del nostro Franceschinis, a mettere la parola fine ai nostri propositi di rimonta al 19'. Il nostro terzino sbaglia il retropassaggio per Franchetto, il quale, spiazzato dalla traiettoria, non riesce a contrastare efficacemente Lorenzetto, implacabile a entrare in area e a trafiggere Noè per il definitivo 3-0. Negli ultimi venticinque minuti succede poco o nulla con la freschezza di Comin che da sola non può bastare per recuperare una partita ormai compromessa. L'Union Pro termina addirittura in 9 uomini a causa del riacutizzarsi dello stiramento per Pastrello, che dopo solo venti minuti dal suo ingresso in campo è costretto a dare forfait. Feltrin si augura che questo risultato negativo non demoralizzi eccessivamente i suoi ragazzi, i quali saranno chiamati ad un pronto riscatto già domenica prossima in casa del fanalino di coda del campionato. “Mi aspetto che i ragazzi tirino fuori gli artigli per dimenticare in fretta questa sconfitta che reputo eccessiva nel risultato. Nel primo tempo infatti c'erano tutti i presupposti per fare una partita diversa prima dei due episodi nel finale che si sono rivelati decisivi. Non sottovalutiamo comunque il Ponzano che rispetto al girone d'andata è una squadra diversa e non avrà niente da perdere”. Per quando riguarda la scelta della panchina iniziale per Comin, il mister spiega che Lele ha saltato un allenamento in settimana e che aveva in mente già dall'inizio una staffetta in corsa con Basso come si è poi puntualmente verificato.