16 febbraio 2014

PONZANO - FC UNION PRO 0-2


PONZANO - FC UNION PRO 0-2
marcatori: Andrea Nobile al 23'pt, Basso al 41'st.

PONZANO: 1 Sartorello, 2 Leto, 3 Broggio, 4 Granati, 5 Continetto, 6 Bityqi (16 Samadraxha dal 25'st), 7 Busà, 8 Carbonetti, 9 Franchetto, 10 Moscou, 11 Buranello (14 Cecconi dal 34'st).
A disposizione: 12 Sadiku, 13 Kone, 14 Cecconi, 15 Verde, 16 Samadraxha, 17 Sartor, 18 Muffato.
All. Sig. Dario Donà.

FC UNION PRO: 1 Noè, 2 Galardi, 3 Franceschinis, 4 Luise, 5 Bonotto (13 Alvise Nobile dal 9'st), 6 Teso, 7 Fuxa, 8 Orlandi (18 Basso dal 28'st), 9 Andrea Nobile, 10 Comin (17 Baratella dal 43'st), 11 Ella.
A disposizione: 12 Camata, 13 Alvise Nobile, 14 Steffani, 15 Carniato, 16 Casarotto, 17 Baratella, 18 Basso. All. Sig. Francesco Feltrin.

ARBITRO: Sig. Bodini di Verona.

NOTE: Ammoniti Granati (P), Fuxa, Franceschinis, Busà (P), Andrea Nobile e Teso. Angoli 2-6.

L'Union Pro torna alla vittoria in casa della "cenerentola" del girone Ponzano al termine di una partita tutt'altro che scontata. Rispetto alla gara d'andata, dove avevamo dominato in lungo e in largo, stavolta la nostra squadra si presenta alla partita reduce da un periodo di lieve appannamento e non sembra in grado di fare la differenza come al solito. A dire la verità nei primi venti minuti di gioco è l'Union Pro a creare di più ma la nostra manovra, che passa spesso per i piedi di Orlandi, si ferma sistematicamente ai limiti dell'area, dove Nobile e Comin faticano a trovare spazi e sembrano accusare più di altri le non perfette condizioni del terreno di gioco. In compenso buone indicazioni arrivano dalla inedita coppia difensiva Bonotto-Teso che sostituisce i titolari Franchetto e Stradiotto, entrambi fuori per squalifica. Al 7' Bonotto è attento sul traversone da destra di Leto e si esibisce in una spettacolare chiusura acrobatica. Non è da meno il compagno di squadra Teso che al 18' toglie dai piedi di Franchetto, lanciato a rete da Moscou, la palla del possibile vantaggio. Quando è l'Union Pro ad affacciarsi per la prima volta nell'area di rigore avversaria per gli avversari non c'è scampo ed è cosi che al 23' Andrea Nobile sblocca il risultato. Grazie a un azione personale, il nostro attaccante si crea un varco nella difesa avversaria e trafigge Sartoretto con un bel diagonale ravvicinato. Per registrare il primo tiro dei padroni di casa bisogna attendere il 28' con un debole interno destro di Buranello che finisce senza pretese tra le braccia di Noè. Al 35' Sartorello sceglie bene il tempo dell'uscita e di piede anticipa per un soffio Comin, lanciato a rete da Orlandi. Il Ponzano però reagisce bene allo svantaggio, alzando il proprio baricentro e rendendosi più intraprendente in avanti. A questo punto sale in cattedra il nostro portiere Enrico Noè che tra la fine del primo tempo e l'inizio del secondo, compie tre interventi decisivi che salvano il risultato e sono decisivi per il buon esito della nostra partita. Il primo arriva al 38' con un gran riflesso di piede su Moscou, servito al bacio da un suggerimento di Busà che lo aveva pescato tutto solo in mezzo all'area. Al 41' invece Noè si supera in tuffo andando a recuperare un pallone che sembrava destinato in fondo al sacco dopo l'imperioso stacco aereo di Franchetto. Si dispera il gemello del nostro Alessandro così come il compagno di reparto Buranello che al 4' della ripresa si inserisce dietro i nostri difensori, tagliati fuori da un preciso traversone di Leto, vedendosi respingere la deviazione sottomisura ancora da un prodigioso tuffo del nostro portiere. Sugli sviluppi dell'azione Bonotto riceve una ginocchiata involontaria sulla schiena che lo fa cadere a terra. Non sembra nulla di grave ma la botta è talmente forte che Alberto non riesce ad abbandonare il campo sulle sue gambe e viene portato in barella negli spogliatoi. Confidiamo in un pronto recupero del nostro difensore che viene sostituito da Alvise Nobile, il quale si posizione a sinistra con Franceschinis a scalare in mezzo in coppia con Teso. Esauritasi la forza offensiva del Ponzano, l'Union Pro torna finalmente a rendersi pericolosa e per poco non riesce a raddoppiare ancora con Andrea Nobile. Il nostro attaccante, lanciato in profondità da un velocissimo Comin al 14', ha il tempo di prendere la mira prima di sferrare il suo diagonale ma Sartorello stavolta ci mette il guantone e riesce a deviare in corner. La partita si anima nel quarto d'ora finale dove fioccano le occasioni soprattutto per la nostra squadra. Con l'inserimento al 28' di Basso al posto di un esausto Orlandi, l'Union Pro si fa decisamente più offensiva e lo dimostra al 34' con un azione personale di Comin, il cui bolide dal vertice destro del'area di rigore chiama Sartorello ad un intervento plastico. Sui due corner consecutivi che ne scaturiscono, l'ex portiere del Treviso tiene a galla i suoi con due interventi eccezionali: prima sullo stacco di testa di Teso e poi sul diagonale a botta sicura di Comin. Al 38', dopo una ribattuta della difesa locale, ci prova anche Luise ma il suo tiro dal limite a cercare l'incrocio non sorprende Sartorello. Capovolgimento di fronte e un brivido ci attraversa la schiena quando Franchetto devia di testa un cross da sinistra con il pallone che sibila a fil di palo. Ma la paura dura poco e dopo 2' arriva il gol che chiude definitamente la contesa odierna: Basso va via in contropiede a Granati che tenta invano di strattonarlo per la maglia, alza la testa e vede Comin sulla sinistra servendolo direttamente sui piedi. Lele entra in area e si presenta a tu per tu con Sartorello ma ancora una volta è l'estremo difensore ad avere la meglio deviando a mano aperta la conclusione del nostro attaccante. La palla però rimane in gioco ed è proprio Basso il più lesto ad approfittarne spedendo in rete da pochi passi il pallone del definitivo 2-0. Il Ponzano cerca fino all'ultimo il gol della bandiera ma neppure una spettacolare semirovesciata del neoentrato Samadraxha al 48' riesce a superare Noè che si salva con la complicità della traversa. A fine partita tra i più soddisfatti c'è sicuramente Andrea Nobile tornato al gol dopo un periodo di digiuno: "ci voleva proprio questo benedetto gol ma oggi era importante vincere e siamo riusciti a portare a casa tre punti fondamentali". Il nostro attaccante è apparso molto contento anche per l'esordio stagionale del fratello Alvise, con il quale non aveva mai giocato insieme in una partita ufficiale: "un po' mi faceva strano in effetti trovarmi in campo con Alvise, lui da sempre il 110% in allenamento e oggi quando è entrato ha giocato veramente bene. Se gioca concentrato secondo me ha grandi potenzialità".