2 marzo 2014

FC UNION PRO - LIA PIAVE 2-1


FC UNION PRO - LIA PIAVE 2-1
marcatori: Franceschinis (rig) al 32'pt, Benetton (L) al 16'st, Basso al 41'st.

FC UNION PRO: 1 Noé, 2 Teso, 3 Franceschinis, 4 Luise, 5 Franchetto, 6 Stradiotto, 7 Fuxa, 8 Orlandi (18 Basso dal 18'st), 9 Nobile Andrea, 10 Comin (17 Baratella dal 44'st), 11 Ella (15 Carniato dal 38'st).
A disposizione: 12 Camata, 13 Galardi, 14 Nobile Alvise, 15 Carniato, 16 Pastrello, 17 Baratella, 18 Basso.
All. Sig. Francesco Feltrin

LIA PIAVE: 1 Finotto, 2 Bortot, 3 Fiorotto, 4 Pase, 5 Cittadini, 6 Tegon, 7 Mattiuzzo (16 Menegaldo dal 44'st), 8 Vettoretto (18 Tormen dal 39'st), 9 Lopez, 10 Benetton, 11 Abazi (13 Bozzetto dal 20'st).
A disposizione: 12 Faganello, 13 Bozzetto, 14 Pavan, 15 Tonetto, 16 Menegaldo, 17 Asllani, 18 Tormen.
All. Sig. Albino Piovesan

ARBITRO: Sig. Modesto di Treviso.

NOTE: Ammoniti: Comin, Cittadini (L), Orlandi, Fuxa, Mattiuzzo (L), Vettoretto (L), Luise, Franchetto. Espulso Cittadini (L) al 31'pt per somma di ammonizioni. Angoli: 9-6

Quarta vittoria consecutiva per l'Union Pro che, al termine di un secondo tempo emozionante, regola per 2-1 il Lia Piave grazie a una rete nel finale del neoentrato Simone Basso, il nostro autentico talismano quando si entra in "zona Cesarini". "E' un grande periodo di forma per Simone e sono contento di come il mister lo stia utilizzando in campionato" dice con soddisfazione il presidente Gaiba al termine di una partita incerta e combattuta fino all'ultimo secondo. I nostri avversari infatti, pur avendo giocato in dieci per un'ora, hanno chiuso in crescendo, provando in tutti i modi a mettere in difficoltà la retroguardia dell'Union Pro, apparsa oggi non impeccabile. I nostri attaccanti invece si sono messi in evidenza con Comin e Nobile, bravissimi a trovare spazi e a controllare la palla in velocità nonostante la pesantezza del terreno di gioco. Proprio il nostro tandem offensivo confeziona la prima palla gol della partita dopo soli 2' quando Comin arretra per conquistare palla a centrocampo e lancia immediatamente Nobile sulla fascia sinistra. L'attaccante entra in area, se la sposta sul destro ma trova l'opposizione dell'avversario che allontana il suo tiro. La reazione avversaria arriva al 3' con Abazi che riceve in area spalle alla porta e tenta una difficile girata che non inquadra lo specchio. Cosa che non riesce neppure a Lopez, il cui tentativo da fuori area al 7' finisce alto sopra la traversa. Dall'altra parte Comin tenta di sorprendere Finotto ma la sua conclusione a giro, sugli sviluppi di un corner, non centra il bersaglio. Al 15' Lopez protesta per un contatto in area con Teso non sanzionato dall'arbitro Modesto. Il pallone scivola via facilmente sul bagnato e per poco non trae in inganno Noè che al 22' non trattiene un tiro dalla distanza di Mattiuzzo, salvandosi comunque in corner. Per registrare la prima vera emozione della gara occorre però aspettare il 29' quando un contropiede avviato da Fuxa mette in moto i cavalli di Nobile, il quale approfitta di un incertezza dell'avversario per presentarsi in area di rigore e servire nel mezzo il liberissimo Comin che a tu per tu con Finotto colpisce male e fallisce così l'occasione per portarci in vantaggio. Poco male visto che dopo 2' ancora una scatenato Nobile si procura un rigore dopo essere stato toccato da Cittadini. Per il centrale difensivo, già ammonito, scatta il secondo giallo che lo manda anzitempo negli spogliatoi. Dal dischetto Franceschinis cancella l'errore di Favaro e supera il portiere che riesce soltanto a sfiorare la sua conclusione centrale. Il Lia Piave reagisce prontamente al 36' con Noè che si salva, anche con l'aiuto della traversa, sul colpo di testa di Abazi. Sul capovolgimento di fronte, l'Union Pro recrimina per un rigore apparso evidente ai danni di Fuxa. Il nostro centrocampista aveva seguito l'azione in velocità di Comin, riuscendo a recuperare una palla vagante ai limiti dell'area prima di puntare dritto alla porta dove viene a contatto con Finotto, che gli arpiona il pallone dai piedi scaraventandolo a terra. Ma per l'arbitro è tutto regolare. Prima dell'intervallo segnaliamo anche una bella conclusione a giro di Comin al 41' che chiama il portiere avversario ad un intervento in tuffo per respingere. La ripresa è decisamente più pimpante rispetto al primo tempo con le due squadre che si affrontano a viso aperto cercando la rete che potrebbe cambiare le sorti del match. Fioccano così le occasioni con Franceschinis che spaventa il Lia Piave al 3' grazie ad una punizione dai 20 metri che scavalca la barriera e sfiora l'angolino basso alla sinistra di Finotto. Rispondono gli avversari al 5' ancora con l'insidioso Abazi che sfrutta un rimpallo per calciare verso la porta scaldando i guantoni a Noè. Comin cerca gloria al 11' e sugli sviluppi di un corner di Franceschinis, allontanato di testa da Pase, prova una difficile girata al volo che attraversa tutto lo specchio della porta prima di spegnersi sul fondo. La determinazione del Lia Piave viene premiata al 16' quando lo specialista Benetton si incarica di battere un calcio di punizione dai 25 metri: l'esecuzione è telecomandata e Noè non ci può arrivare nonostante la palla finisca proprio sul suo palo. L'Union Pro non si demoralizza e reagisce subito sfiorando il nuovo sorpasso con Fuxa, il quale, imbeccato da Comin al 18', riesce a superare il portiere ma non Fiorotto che salva il pallone proprio sulla linea di porta. La nostra difesa soffre il contropiede del Lia Piave e al 22' subisce l'azione personale di Vettoretto che riesce a entrare in area e a concludere con la palla che finisce sull'esterno della rete. La reazione dell'Union Pro spetta a Nobile che al 26' fa vedere tutte le sue qualità in dribbling, prima di concludere verso la porta senza però riuscire a centrarla. Botta e risposta ancora con Vettoretto che al 35' prova a emulare Benetton su punizione ma senza fortuna. A decidere la partita, come detto in precedenza, è ancora un gol pesante di Basso che al 41' incorna di forza un cross col contagiri di Franceschinis mandando in delirio i tifosi presenti sugli spalti. Ma non è finita e al 43' tratteniamo il fiato quando, in una mischia nella nostra area, Bortot si ritrova sui piedi il pallone del pareggio ma Noè salva il risultato con un grande riflesso di piede. Il Lia Piave, sbilanciatosi alla ricerca del pareggio, ci lascia spazio in contropiede e così Nobile al 44' raccoglie le ultime energie rimaste per un pazzesco coast to coast sulla fascia sinistra, seguito da un diagonale velenoso che sfiora di un niente il palo a portiere battuto. Nel recupero anche il neoentrato Baratella vuole lasciare un segno sulla partita e al 47' si rende protagonista di una bella azione sulla destra, riuscendo a saltare Tegon prima di mettere in mezzo dove nessun compagno riesce però a sfruttare il suo assist. Dopo un tiro di Lopez parato da Noè e l'ultimo disperato tentativo di Fiorotto al 49' l'Union Pro può finalmente esultare per questi tre punti fondamentali nel proseguo di questo splendido campionato.