9 marzo 2014

UNION QUINTO - FC UNION PRO 0-2


UNION QUINTO - FC UNION PRO 0-2
marcatori: Comin al 16' e Franceschinis (rig) al 28'pt. 

UNION QUINTO: 1 Bragagnolo, 2 Pedon, 3 Bessegato (14 Meneghetti dal 1'st), 4 Marchetto (13 Franchetto Andrea dal 37'st), 5 Marchetti, 6 Segato, 7 Appiah, 8 Musso (15 Ndoka dal 17'st), 9 Gazzola, 10 Baù, 11 Cibin.
A disposizione: 12 Mion, 13 Franchetto Andrea, 14 Meneghetti, 15 Ndoka, 16 Perosin, 17 Barzan, 18 Vigo. All. Sig. Ivanoe Lanzara

FC UNION PRO: 1 Noè, 2 Galardi, 3 Franceschinis, 4 Orlandi, 5 Franchetto Alessandro, 6 Bonotto, 7 Fuxa (17 Baratella dal 34'st), 8 Pastrello, 9 Andrea Nobile, 10 Comin (18 Basso dal 12'st), 11 Ella.
A disposizione: 12 Camata, 13 Teso, 14 Alvise Nobile, 15 Carniato, 16 Casarotto, 17 Baratella, 18 Basso.
All. Sig. Francesco Feltrin.

ARBITRO: Sig. Di Leo di Molfetta.

NOTE: Ammoniti Pedon, Marchetto, Meneghetti. Espulso Meneghetti al 29'st per somma di ammonizioni. Angoli 1-2.

Dopo tanto maltempo torna finalmente il sole sui campi di gioco del campionato d'Eccellenza e, come spesso accade, alle prime giornate tiepide si accompagna un certo senso di rilassamento che ha reso questa giornata meno combattuta del previsto. Lo testimoniano le appena 9 reti segnate nelle partite odierne che hanno visto lo stop esterno del Calvi Noale e il pareggio del Nervesa contro Lia Piave ed Opitergina, proprio le ultime due squadre da noi battute in campionato. Ed è così che l'Union Pro, vittoriosa oggi in casa della nobile decaduta Union Quinto, mette un altro importante sigillo su questo campionato raggiungendo quota 50 punti e rafforzando il suo primato in classifica. Una partita non di certo memorabile quella andata in scena quest'oggi e già dal primo quarto d'ora, la sensazione è quella di assistere ad una amichevole più che ad un incontro di campionato. I primi tentativi di spezzare i ritmi bassi del match sono ad opera dei padroni di casa che sfruttano la velocità del giovane Appiah sulla fascia destra, i cui spunti però non riescono mai a concretizzarsi seriamente. L'Union Pro non si scompone e, nel giro di pochi minuti, dimostra al pubblico presente che il suo primato in classifica non è frutto del caso. Al 14' Nobile accelera improvvisamente chiamando in causa Comin, il cui passaggio di ritorno riesce a liberare il compagno in area di rigore. Nobile anticipa il portiere in uscita con una conclusione che si stampa però sul palo esterno della porta. Sono le prove generali del gol che arriva due minuti dopo a firma dell'infallibile Lele Comin, il quale controlla un lancio lungo al limite dell'area, se la alza e con un diagonale a mezza altezza la piazza sul palo più lontano dove Bragagnolo non può proprio arrivare. Gran gol per il nostro bomber che raggiunge quota 19 reti in campionato, portandosi a meno uno rispetto al suo bottino dell'anno passato. L'effetto del vantaggio anima la nostra squadra che si rende pericolosa anche al 20' grazie a un bel tentativo dai venti metri di Fuxa, servito per via orizzontali da Ella, che chiama il portiere avversario a un intervento a mano aperta per togliere la palla da sotto la traversa. Al 27' l'intraprendente Galardi, uno dei nostri giocatori più positivi quest'oggi, salta un uomo a centrocampo e con un intelligente taglio mette Ella davanti al portiere avversario. Mentre Jean sta per concludere viene agganciato irregolarmente da Pedon, rotolando a terra in area piccola. L'arbitro concede il rigore ma a sorpresa non ammonisce nemmeno il difensore del Quinto, apparso in netto ritardo e autore di un intervento falloso da dietro. Dal dischetto Franceschinis sceglie l'angolino destro e con l'aiuto del palo supera Bragagnolo per la seconda volta in pochi minuti. Dopo mezzora l'Union Pro è già sul doppio vantaggio ed è a questo punto che il Quinto prova timidamente a mettere il volto fuori dalla propria metacampo, affidandosi al proprio fantasista Eder Baù. Il giocatore ex Milan, che ci aveva castigato all'andata, non sembra essere però in giornata di grazia e si fa notare solamente in due circostanze ravvicinate: al 33' si procura una punizione dal limite che non viene sfruttata da Marchetto mentre al 35' serve bene Bessegato in area ma il terzino calcia senza guardare verso la porta non riuscendo a centrare il bersaglio. L'occasione più pericolosa durante la partita del Quinto arriva al 41', quando l'ex Cittadella Musso è bravo a pescare in area Marchetto, il cui suggerimento in scivolata non viene però sfruttato da Cibin, che da pochi passi colpisce malamente di ginocchio. L'Union Pro chiude comunque in avanti grazie a una punizione calciata al 44' da Franceschinis con Bonotto e Orlandi che colpiscono entrambi di testa, senza trovare però dei compagni in grado di raccogliere il pallone nella mischia. Durante la ripresa sembra che la nostra squadra non voglia infierire più di tanto sull'avversario e che si preoccupi principalmente di risparmiare energie in vista del big-match casalingo di domenica contro il Calvi Noale. Eppure sono sempre dell'Union Pro quasi tutte le palle gol del secondo tempo a partire dal 2', quando Pastrello prova l'iniziativa personale venendo però rimpallato dalla difesa avversaria. La sfera finisce però sui piedi di Nobile, il cui diagonale da buona posizione finisce di poco a lato. Al 12' Comin è costretto a lasciare il campo dopo un contrasto a centrocampo, sulle sue condizioni vi daremo maggiori informazioni in settimana anche se, a prima vista, non pare nulla di preoccupante. Pur senza il suo capocannoniere, l'Union Pro si fa vedere al tiro al 27', quando la punizione a giro di Franceschinis lambisce la parte alta della traversa. Non passa neppure un minuto che ci prova anche il neoentrato Basso ma il suo potente tiro da fuori esce di poco dallo specchio della porta. Al 29' l'Union Quinto rimane in dieci per l'espulsione del neoentrato Meneghetti, la cui partita non dura neppure mezzora. Sull'azione seguente però i padroni di casa hanno una reazione d'orgoglio e provano a riaprire i giochi con un calcio di punizione dal limite di Baù, la cui botta è però intercettata di piede da Bonotto. L'ultimo quarto d'ora ricorda molto i ritmi lenti d'inizio partita e così, un incontro ormai chiuso, scivola via fino alla fine con Ella che per poco non rende il risultato ancora più rotondo al 39', quando viene anticipato di un soffio da Bragagnolo dopo una bella sponda aerea di Nobile, bravo a sfruttare il suggerimento di capitan Franceschinis.