28 aprile 2014

FC UNION PRO - NERVESA 2-2


FC UNION PRO - NERVESA 2-2
marcatori: Lorenzatti al 24'pt, Comin al 42'pt, Zanatta M. (N) al 1'st, Moretti (N) al 23'st

FC UNION PRO: 1 Noé, 2 Teso, 3 Franceschinis, 4 Lorenzatti (18 Nobile dal 16'st), 5 Franchetto, 6 Bonotto, 7 Pastrello, 8 Luise, 9 Basso, 10 Comin (15 Orlandi dal 36'st), 11 Baratella (17 Fuxa dal 1'st).
A disposizione: 12 Camata, 13 Galardi, 14 Ella, 15 Orlandi, 16 Carniato, 17 Fuxa, 18 Nobile.
All. Sig. Francesco Feltrin

NERVESA: 1 Filippetto, 2 Salvadori, 3 Fantin, 4 Fuser, 5 Scomparin, 6 Sandri, 7 Marangon (17 Rossetto dal 1'st), 8 Moretti, 9 Zanatta M., 10 Moretto (14 Pol dal 42'st), 11 Bassan (15 Durollari dal 33'pt).
A disposizione: 12 Franceschini, 13 Bellotto, 14 Pol, 15 Durollari, 16 Lorenzet, 17 Rossetto, 18 Zanatta K.
All. Sig. Stefano Andretta

ARBITRO: Sig.ra Ponso di Bassano

NOTE: Ammoniti: Bonotto e Lorenzatti. Angoli: 8-8

Come accade nelle favole i sogni diventano realtà e oggi per i tifosi dell'Union Pro è stata una giornata di quelle da custodire gelosamente nell'album dei ricordi più belli. Prima e dopo la partita col Nervesa, ultima squadra ad arrendersi allo strapotere dei nostri beniamini, lo stadio Comunale di Mogliano Veneto si è trasformato in un grande palcoscenico a cielo aperto dove hanno sfilato uno per uno tutti i ragazzi delle giovanili. A qualcuno di loro un giorno questo pubblico riserverà nuovamente un accoglienza calorosa stavolta con la maglia della prima squadra e ci fa piacere pensare che i frutti del grande lavoro che i nostri tecnici stanno facendo da tempo si vedranno solamente tra qualche anno. Sono proprio i nostri ragazzi, disposti in due file a formare un grande corridoio bianco come il colore delle tute che indossano e delle bandiere che fanno sventolare, ad accogliere le due squadre in campo tra il tripudio generale del pubblico. Nonostante la posta in palio sia nulla in termini di classifica, l'Union Pro ci tiene comunque a chiudere in bellezza davanti ai propri tifosi e sin dal principio ce la mette tutta per cercare la via del gol. Al 4' Baratella, riconfermato titolare dopo la splendida rete siglata a Mestre, recupera un pallone sulla fascia destra e serve a Comin un pallone invitante che il nostro attaccante non riesce però a sfruttare, scivolando al momento della conclusione. Lo stesso Comin non esita ad arretrare di parecchi metri pur di trovare un pallone giocabile e al 13' avvia un'azione personale da centrocampo, chiamando in causa il compagno di reparto Basso, il quale ottiene un corner nel tentativo di chiudere la triangolazione. Dalla bandierina il pallone arriva proprio sulla testa di Simone che anticipa Filippetto ma senza centrare lo specchio della porta. Un'altra occasione da rete la registriamo al 18', quando Franceschinis fa partire un cross velenoso sempre dalla destra che ne Teso e ne Franchetto riescono a ribadire in rete da pochi passi. Il Nervesa mette la testa fuori al 19' e lo fa in contropiede, finalizzato da un tiro forte ma centrale di Moretti che centra in pieno Noè. Gli ospiti prendono coraggio e nel giro di pochi minuti si procurano quattro corner consecutivi, sull'ultimo dei quali Fantin mette in rete di testa quando l'arbitro aveva già fermato tutto per un fuorigioco. Nel momento migliore degli avversari l'Union Pro trova inaspettatamente il vantaggio grazie al gol del dodicesimo giocatore in questa stagione: il rientrante Lorenzatti. Un premio strameritato per lui, che in tante occasioni aveva incitato i suoi compagni dagli spalti risultando così il nostro "dodicesimo" uomo in campo e per i tifosi, che saltano di gioia quando il pallone calciato da fuori area dal 27enne italo-argentino si insacca imparabilmente alla sinistra dell'incolpevole Filippetto. Il Nervesa prova a reagire e si affida alla verve del centrocampista Moretti che va alla conclusione su punizione al 25' e con un tiro da fuori al 39' ma senza inquadrare la porta. L'Union Pro, sulle ali dell'entusiasmo, trova il gol del raddoppio al termine di una splendida azione in velocità: siamo al 42' quando Comin parte in progressione sulla sinistra servendo l'avanzato Basso. Dopo la sponda a Lorenzatti, Simone si ripete con un'altra splendida giocata che libera al tiro Lele proprio nel momento in cui entra in area, dove, con estrema freddezza, infila Filippetto grazie a un preciso diagonale. Grande gioia per Comin che con questa rete raggiunge quota 21 in campionato, una in più rispetto alla scorsa stagione. Si va negli spogliatoi con la sensazione che la partita sia ormai conclusa ma il Nervesa non è venuto a Mogliano a fare lo spettatore e lo dimostra pochi secondi dopo l'avvio del secondo tempo. Franchetto perde un contrasto a centrocampo, dando il via libera al contropiede di Zanatta che è abilissimo a infilare la nostra difesa e a spiazzare Noè per la rete che dimezza le distanze. Il Nervesa ci crede e prova a colpire con Moretto che al 10' prova il tiro dalla distanza impegnando Noè in un difficile intervento in corner con la mano di richiamo. Al 12' sempre l'attaccante ospite è bravissimo a concludere spalle alla porta con un bel gesto atletico che non riesce però a sorprendere Noè. Subito dopo comincia a piovere con insistenza e sul terreno pesante è meglio non rischiare un giocatore come Lorenzatti che difatti Feltrin toglie subito inserendo Nobile e passando al 4-3-3. Questo assetto offensivo porta subito tre calci d'angolo consecutivi ma la difesa del Nervesa, pur con qualche difficoltà, riesce ad arginare la minaccia. Capovolgimento di fronte e sul corner del Nervesa al 17' è ancora Moretto a rendersi pericoloso svettando più in alto di tutti ma il suo colpo di testa viene bloccato dal solido Noè. Sull'azione successiva l'Union Pro potrebbe chiudere la partita ma il tiro-cross del neoentrato Fuxa sul suggerimento di Comin finisce di poco a lato. Ironia della sorte, pochi minuti dopo è il Nervesa a trovare la rete del definitivo 2-2 grazie a una conclusione da lontano di Moretti che mette fuori causa Noè, probabilmente a causa di una deviazione involontaria di Teso. L'Union Pro non ci sta e con le ultime energie rimaste prova a regalare una nuova vittoria ai propri tifosi. Al 26' Bonotto recupera palla e avvia l'azione dalle retrovie mettendo in movimento Basso che, una volta raggiunta la trequarti, serve Comin sulla destra, il cui diagonale costringe Filippetto a rifugiarsi in angolo. Sugli sviluppi del corner la difesa ospite pasticcia e per poco non ne approfitta Basso che riesce a concludere da pochi passi, sfiorando il palo a portiere battuto. L'ultima occasione della partita capita al 29' sui piedi di Andrea Nobile che da buona posizione angola troppa il tiro che si spegne sul fondo. Nell'ultimo quarto d'ora le squadre calano i ritmi, quasi non volessero infierire più l'una sull'altra e al fischio finale finalmente la festa dell'Union Pro può continuare! Uno ad uno, i nostri ragazzi vengono chiamati dallo speaker al centro del campo, ricevendo così una calorosa ovazione, prima della corsa rituale sotto la curva. Nel dopo partita c'è ancora tempo per un gustoso rinfresco offerto dalla società, al quale riusciamo intercettare un raggiante Marco Gaiba che commenta così questa giornata speciale: "mi ha fatto davvero piacere vedere oggi allo stadio tanti volti noti, sia delle gente che ci è stata sempre vicina in queste due stagioni, sia dei giocatori degli anni passati che hanno voluto condividere con noi questa giornata di festa". Il presidente ha inoltre definito la serie D come un punto di arrivo per la nostra società che il prossimo anno cercherà di mantenere questa impegnativa categoria esclusivamente con le proprie forze, provando a mantenere a Mogliano i pezzi pregiati dell'attuale gruppo di giocatori. 




0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.