4 maggio 2014

ISTRANA - FC UNION PRO 1-3


ISTRANA - FC UNION PRO 1-3
marcatori: Lorenzatti al 3'pt, Basso al 2' e al 26'st, Fabrin (I) al 12'st.

ISTRANA: 1 Berti, 2 Stecca (15 Riello dal 39'st), 3 Furlanetto, 4 Bonaldo, 5 Vidotto, 6 Gallina, 7 Fabrin, 8 Doria, 9 Dartora (16 Visentin dal 20'st), 10 Favaretto, 11 Scquizzato.
A disposizione: 12 Gemin, 13 Ardenghi, 14 Formentin, 15 Riello, 16 Visentin, 17 Volpato, 18 Costalunga.
All. Sig. Renzo Bonato

FC UNION PRO: 1 Camata, 2 Teso, 3 Franceschinis (13 Luise dal 34'st), 4 Lorenzatti, 5 Franchetto, 6 Alvise Nobile, 7 Casarotto (16 Carniato dal 12'st), 8 Pastrello, 9 Andrea Nobile, 10 Basso (14 Niero dal 40'st), 11 Ella.
A disposizione: 12 Noè, 13 Luise, 14 Niero, 15 Orlandi, 16 Carniato, 17 Fuxa, 18 Comin.
All. Sig. Francesco Feltrin.

ARBITRO: Sig. Tesolin di Portogruaro.

NOTE: Ammoniti Stecca (I) e Franceschinis. Angoli 1-5.

L'Union Pro onora fino in fondo il campionato 2013/14 e si conceda dai suoi tifosi con un'altra vittoria (la 18esima stagionale) nonostante non avesse obiettivamente nulla da chiedere alla trasferta di Istrana. Dalle scelte iniziali di Feltrin, capiamo subito che la volontà dell'allenatore è quello di concedere spazio a chi non ha giocato spesso, una decisione che si rivelerà vincente. Per i vari Camata, Alvise Nobile e Casarotto questa partita infatti è una preziosa occasione per mettersi in mostra e la interpretano subito con lo spirito giusto mettendoci determinazione e impegno in ogni giocata. Anche i loro compagni giocano per vincere e ci mettono appena 3' per sbloccare il risultato: Andrea Nobile si procura una punizione dal limite da posizione molto interessante. In battuta si presentano sia il battitore designato Franceschinis che un altro piede decisamente buono: quello di Lorenzatti. Proprio il "Peluca" si incarica della punizione trasformandola con un destro a giro imparabile per Berti. Seconda rete consecutiva per il nostro centrocampista e piccola rivincita sulla malasorte che quest'anno ce lo ha tenuto lontano dai campi per ben 24 partite. La gara si rivela gradevole sin dalle prime battute con l'Union Pro brava a cercare subito il raddoppio: al 12' Casarotto verticalizza bene sulla destra dove Nobile guadagna il fondo prima di crossare in area di rigore. Basso riesce ad arrivare per primo sul pallone e di testa prova a piazzarla all'incrocio che sfiora però di pochi centimetri. L'Istrana entra in partita al 19' e lo fa con uno dei suoi giocatori più intraprendenti: l'attaccante Scquizzato, il quale prova a trasformare un'iniziativa personale sulla sinistra con un tiro dalla distanza che termina non lontano dal secondo palo. Al 22' grande opportunità per l'esperto Dartora che non sfrutta una scivolata di Franchetto sul retropassaggio di testa di Alvise Nobile, sparando alto a tu per tu con Camata. I padroni di casa credono nel pareggio e al 24' un'intelligente apertura di Doria per poco non viene deviata in rete da Fabrin che arriva sulla palla con un attimo di ritardo. Le occasioni fioccano da una parte e dall'altra: al 27' tocca all'Union Pro rendersi pericolosa, nuovamente grazie a un calcio di punizione calciato da Franceschinis che pesca Franchetto nel cuore dell'area avversaria ma il suo colpo di testa finisce alto sopra la traversa. L'Istrana va nuovamente vicina al gol al 38' con un tiro-cross dalla lunga distanza di Stecca che per poco non sorprende Camata, bravo e anche fortunato a salvarsi con la complicità della traversa. Oggi Andrea Nobile è il nostro uomo assist più pericoloso e lo dimostra ancora una volta al 41', quando dal suo cross nasce una opportunità per Basso, che conclude dopo un rimpallo della difesa ma senza trovare la giusta coordinazione. Prima del riposo c'è ancora tempo per vedere un occasione da gol con Fabrin che al 45' si mangia le mani per non aver sfruttato un preciso lancio di Dartora, alzando la mira da buona posizione. Il secondo tempo comincia sulla falsa riga del primo, con l'Union Pro che entra in campo più motivata dell'avversario e fa subito valere la sua maggior qualità tecnica. Andrea Nobile si invola immediatamente nell'area avversaria ma viene murato da un difensore sulla conclusione a rete. Passano pochi secondi ed è nuovamente il nostro attaccante a propiziare la rete del raddoppio. Con una corsa delle sue, Andrea riesce a tenere vivo un pallone che stava per uscire sul fondo effettuando un cross che Basso converte in oro, superando Berti con un colpo di testa ravvicinato. Il raddoppio dei nostri genera una reazione d'orgoglio nei padroni di casa che nei minuti successivi si guadagnano due punizioni da buona posizione ma sia sull'esecuzione di Fabrin che su quella di Furlanetto, Camata è attento e non si fa sorprendere. Il nostro portiere non può far nulla però al 12' quando un lancio in profondità di Doria, direttamente dalla sua metacampo, si trasforma in un assist perfetto per Fabrin che anticipa Franceschinis in velocità e sigla la rete della bandiera con un preciso diagonale. Dopo aver subito la rete, l'Union Pro si ricompatta e nell'ultima mezzora non rischierà più nulla chiudendo definitivamente la contesa al 26': sugli sviluppi di un contropiede Basso, anzichè servire i compagni sulle fasce, preferisce avanzare per vie centrali, evita l'intervento dell'ultimo difensore avversario e con un preciso diagonale fulmina Berti sulla sua destra. Doppietta per Simone che raggiunge così a quota 9 reti stagionali i compagni Franceschinis e Andrea Nobile. Proprio quest'ultimo, ci prova in tutti i modi a siglare la rete che gli consentirebbe di chiudere un campionato in doppia cifra per la prima volta in carriera. Al 31' per poco non ci riesce con un perfido pallonetto che sfiora soltanto la traversa a portiere battuto. Peccato anche perchè l'assist sarebbe stato del fratello Alvise, oggi certamente tra i migliori dei nostri. Nel finale c'è gloria anche per l'ex di turno Daniel Niero, a cui il mister concede cinque meritatissimi minuti che ripagano in gran parte i sacrifici fatti in questi ultimi mesi di calvario. Proprio contro l'Istrana, come ricorderete, il nostro centrocampista si ruppe perone e malleolo in uno scontro di gioco ma Daniel ha stretto i denti ed è riuscito a recuperare giusto in tempo per sentirsi parte attiva della squadra anche in questo trionfante finale di stagione. Dopo tre minuti di recupero e l'ennesimo tentativo di un generosissimo Andrea Nobile, il cui tiro dal vertice sinistro dell'area finisce di poco alto, l'arbitro Tesolin decreta la fine di questo campionato d'Eccellenza. Con 61 reti siglate e 62 punti fatti l'Union Pro ha dominato il proprio girone chiudendo con 8 lunghezze di vantaggio sul Calvi Noale (nuovamente secondo) e 10 sul Nervesa, che a metà stagione guidava la classifica. Oltre ai titolarissimi, il presidente Gaiba ci tiene a ringraziare anche i ragazzi che hanno trovato meno spazio durante la stagione ma che oggi hanno dimostrato di meritare di far parte di questo straordinario gruppo di giocatori. Un sentito grazie va anche a tutti gli sponsor che hanno sostenuto la nostra squadra quest'anno con una menzione speciale alle "Dolcerie Veneziane", il cui logo oggi figurava in alto a destra sulle nostre casacche.


0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.