12 maggio 2014

VILLAFRANCA VERONESE - FC UNION PRO 0-1



VILLAFRANCA VERONESE - FC UNION PRO 0-1
marcatore: Comin al 31'pt. 

VILLAFRANCA V.SE: 1 Fanini, 2 Ebhote, 3 Avanzi, 4 Taddeo, 5 Tonolli (16 Vecchione dal 29'st), 6 Sega, 7 Porcelli, 8 Cissè (13 Foroni dal 23'st), 9 Dragovic (17 Avesani dal 13'st), 10 Lonzar, 11 Galliazzo.
A disposizione: 12 Baciga, 13 Foroni, 14 Turrini, 15 Masoli, 16 Vecchione, 17 Avesani, 18 Gasparetto.
All. Sig. Christian Soave

FC UNION PRO: 1 Noè, 2 Teso, 3 Franceschinis, 4 Lorenzatti, 5 Franchetto, 6 Bonotto (14 Alvise Nobile dal 1'st), 7 Fuxa (13 Ella dal 10'st), 8 Pastrello, 9 Andrea Nobile, 10 Comin (18 Basso dal 31'st), 11 Luise.
A disposizione: 12 Camata, 13 Ella, 14 Alvise Nobile, 15 Carniato, 16 Orlandi, 17 Baratella, 18 Basso.
All. Sig. Francesco Feltrin.

ARBITRO: Sig. Pasinetti di Venezia.

NOTE: Ammoniti Taddeo, Ebhote, Teso. Angoli 5-3.

Tra Union Pro e Villafranca Veronese ha vinto...lo sport! Quello che è successo al termine della partita di oggi rimarrà per sempre impresso nella memoria degli amanti del calcio con entrambe le squadre a festeggiare abbracciate insieme dopo 90' di grande agonismo che hanno visto prevalere i ragazzi di mister Feltrin. Si chiude così, con l'ennesimo successo, la cavalcata irresistibile della nostra squadra, che aggiunge il terzo trofeo in due anni alla sua giovane bacheca, laureandosi campione regionale d'Eccellenza. In una giornata quasi estiva, nonostante l'acquazzone passeggero che ha rinfrescato i giocatori subito dopo il calcio d'inizio, si sono incrociate due formazioni che faranno parlare di sè anche il prossimo anno in serie D. Bastano pochi minuti infatti per capire la bravura di entrambi gli schieramenti, i quali hanno offerto una grande prestazione ai presenti sugli spalti di Longare (VI), il campo neutro dove la LND ha voluto disputare questa finale. La prima occasione è di marca veronese e capita sui piedi di Galliazzo che conclude a fil di palo al 5' con Noè presente sulla traiettoria. Capovolgimento di fronte e Lorenzatti si mette subito in mostra con una percussione coraggiosa che viene fermata fallosamente da Taddeo al limite dell'area. Ammonizione per il centrocampista del Villafranca e calcio di punizione da posizione centrale per Lorenzatti, il cui tiro rasoterra passa sotto la barriera ma senza superare i difensori più arretrati, che spazzano la minaccia. Nella prima mezzora le due squadre si studiano a vicenda con i nostri ragazzi che cercano di opporre delle valide contromisure alla fisicità degli avversari e al loro pressing indiavolato. Forse è proprio per questo che in alcune azioni pecchiamo un po' di frenesia, cercando di giocare velocemente la palla anche laddove solitamente siamo più compassati. Alcuni disimpegni errati in appoggio ci costano infatti delle potenziali opportunità ma al 31' ci pensa il solito Comin a mettere il match sul binario giusto. Il nostro bomber finalizza infatti un'ottima giocata corale con Luise che da centrocampo serve Nobile, il quale verticalizza sulla fascia sinistra in direzione di Comin. Lele anticipa in velocità il proprio marcatore, entra in area, evita l'intervento di Sega e strozza il tiro infilando Fanini sul suo palo con un diagonale beffardo. Il vantaggio provoca la reazione immediata dei nostri avversari che ci provano subito con Lonzar, la cui conclusione centrale non crea problemi a Noè. Il nostro portiere si rende protagonista invece di due interventi decisivi al 34' e al 35': nel primo sceglie benissimo il tempo dell'uscita togliendo la palla dai piedi del veloce Cissè, nel secondo invece blocca una conclusione da fuori di Dragovic dopo averlo involontariamente servito con un rinvio impreciso. Nel finale di tempo, prima di un contatto dubbio tra Nobile e Tonolli nell'area veronese, segnaliamo un infortunio capitato ad Alberto Bonotto che finisce a terra dolorante dopo un duro contrasto. Da una prima ricostruzione dell'accaduto ipotizziamo una probabile distorsione del ginocchio destro per il nostro sfortunato difensore a cui facciamo i nostri migliori auguri di pronta guarigione. Al suo posto nella ripresa si vede Alvise Nobile che va a fare il terzino destro con Teso che scala in mezzo alla difesa assieme a Franchetto. Rispetto al primo tempo, nei secondi 45' assistiamo a molte più occasioni da gol con l'Union Pro a cercare ripetutamente la rete che chiuderebbe la contesa in anticipo. Al 7' Fuxa avanza per vie centrali, prima di scaricare sulla destra per Comin, il quale non ci pensa due volte per esplodere un tiro dal limite che centra in pieno in guantoni di Fanini. Il portiere del Villafranca non può fare nulla sul colpo di testa con cui Andrea Nobile, all'11', devia un cross al bacio di Franceschinis ma la traversa nega la gioia del gol al nostro attaccante. Al 16' Luise viene servito al limite dell'area da Comin, si accentra bene e prova la conclusione d'esterno destro che Fanini blocca senza affanni. Al 25' invece l'estremo difensore veronese deve distendersi in tuffo per non farsi sorprendere da un bolide dalla distanza di Lorenzatti, alla ricerca della terza marcatura consecutiva. Comin veste i panni dell'uomo assist tra il 27' e il 28' quando, dai suoi piedi, partono i suggerimenti per Alvise Nobile e Luise. Sul primo, il nostro difensore si conferma in un'ottima condizione di forma, provando una splendida rovesciata parata dal portiere mentre sul secondo, il centrocampista mette in mezzo un traversone pericoloso dal fondo che per poco non viene sfrutato da Andrea Nobile, anticipato di un soffio dalla difesa avversaria. Negli ultimi dieci minuti del match, complice la nostra inevitabile stanchezza, il Villafranca prende coraggio e si riversa in attacco alla ricerca del pareggio. Al 35' il giovane capitano Avanzi riesce ad andare al cross da sinistra e per poco non ne approfitta il neoentrato Avesani che arriva sulla palla con un attimo di ritardo. Al 40' Noè concede il bis con un'altra uscita tempestiva su Porcelli mentre al 41' è Franchetto a salvare il risultato sul colpo di testa ravvicinato di Taddeo. L'Union Pro prova a colpire in contropiede al 44' e lo fa ancora con uno scatenato Alvise Nobile, il cui tiro a botta sicura su suggerimento di Luise viene deviato sull'esterno della rete dall'intervento decisivo di un difensore avversario. L'ultimo pericolo lo corriamo in pieno recupero, quando il Villafranca si procura un calcio di punizione per un intervento dubbio di Teso, autore quest'oggi di una prestazione maiuscola assieme al compagno di reparto Franchetto. La battuta di Vecchione si infrange però sulla barriera così come le speranze del Villafranca che è costretto ad alzare bandiera bianca. Dopo il fischio finale però, al termine della premiazione da parte del presidente della LND Giuseppe Ruzza, i giocatori veronesi decidono che anche per loro oggi è un giorno di festa e si mettono a saltare e a cantare assieme ai nostri ragazzi. Il grande traguardo di entrambe infatti è stata la conquista del rispettivo campionato e allora, prima che cali il sipario su questa stagione, c'è ancora spazio per la gioia incontenibile di tutti i protagonisti di questa indimenticabile giornata di sport.




7 commenti:

  1. Complimenti!Tutto srameritato

    RispondiElimina
  2. Davvero è stata una giornata di sport nella sua espressione migliore, come vogliamo sia sempre.
    Grazie Mister e Grazie Ragazzi per aver dato tutto fino all' ultimo con un' altra grande partita di un gruppo fantastico ed averci fatto sentire orgogliosi di quello che stiamo facendo come società. Bravi !

    RispondiElimina
  3. Complimenti ragazzi, complimenti a tutto il gruppo. Giusto cosi', premiati per la vostra caparbietà e voglia di vincere insieme.

    RispondiElimina
  4. Grande giornata,grande gruppo siamo orgogliosi di voi!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie Andrea a nome di tutta la Union Pro per le splendide cronache che hanno accompagnato questa nostra esaltante stagione e ne hanno fatto la storia !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono onorato di aver visto nascere e crescere questa società in così breve tempo... non sappiamo ancora cosa ci riserverà il futuro ma è certo che nessuno potrà mai cancellare questi due anni dai nostri ricordi più belli! Grazie a tutti voi per avermi fatto crescere professionalmente ed umanamente e anche per la stima che mi avete sempre dimostrato!!!

      Elimina
  6. Tanto felice ma anche triste per Bonotto. A fine gara dalla tribuna ho gridato in modo che qualcuno sentisse
    "Sistemateci Alberto" e il DS guardandomi con un cenno del capo e un sorriso ha risposto "tranquillo lo sistemiamo sicuramente"
    Hanno scelto di far giocare una partita su un campo da 3^ categoria, forse come fondo era meglio la vigna dietro al campo. Un saluto ad Alberto

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.