28 settembre 2014

FC UNION PRO - CLODIENSE 1-0

FC UNION PRO - CLODIENSE 1-0
marcatore: Furlan al 40'st. 


FC UNION PRO: 1 Baldan, 2 Saitta, 3 Furlan, 4 Lorenzatti (16 Busetto dal 17'st), 5 Niero, 6 Zanette, 7 Serena (19 Fuxa dal 36’st), 8 Rossi, 9 Nobile Andrea, 10 Comin (15 Trevisiol dal 1’st), 11 Casarotto.
A disposizione: 12 Noè, 13 Checchin, 14 Nobile Alvise, 15 Trevisiol, 16 Busetto, 17 Palmieri, 18 Luise, 19 Fuxa, 20 Basso. All. Sig. Francesco Feltrin

CLODIENSE: 1 Okroglic, 2 Boscolo M., 3 Moretto, 4 Boscolo B., 5 Carlucci, 6 Piaggio, 7 Mazzetto, 8 Pellizzer, 9 Santi, 10 Boscolo D. (17 Olivieri dal 10'st), 11 Mastroianni (20 Isotti dal 28'st).
A disposizione: 12 Tiozzo, 13 Chiozzotto, 14 Boscolo G., 15 Boscolo F, 16 Fulchignoni, 17 Olivieri, 18 Talpo, 19 Cigna, 20 Isotti. All. Sig. Andrea Pagan

ARBITRO: Sig. Zizza di Finale Emilia

NOTE: Ammoniti Piaggio, Zanette, Boscolo D., Carlucci, Olivieri, Mazzetto, Moretto, Pellizzer. Espulsi: 24'pt Piaggio e 28' pt Zanette per somma di ammonizioni.
Angoli: 11-1
.
Una punizione alla "Franceschinis" di Igor Furlan nei minuti finali regala un successo prezioso all'Union Pro, il primo in serie D davanti al pubblico amico. Un paragone doveroso quello con il nostro ex capitano per Furlan che ne ha ereditato il numero di maglia, il ruolo e anche la battuta dei calci piazzati. Una vittoria sudata ma fortemente voluta dai ragazzi di mister Feltrin, bravi a crederci fino all'ultimo e a concedere poche occasioni ad una squadra pericolosa come la Clodiense che aveva sempre vinto nelle gare ufficiali sin qui disputate. Sono infatti gli ospiti a partire meglio procurandosi due occasioni nel giro di pochi minuti sempre con Santi, il quale sfrutta una leggerezza di Furlan al 3' per andare al tiro sfiorando il palo di Baldan, comunque vigile sulla traiettoria, mentre al 7' calcia bene dalla distanza ma la palla scende troppo tardi e non inquadra la porta. La reazione dell'Union Pro arriva grazie a uno spunto di Nobile che si incunea in area dopo aver ricevuto da destra ma non riesce a tenere bassa la palla calciando fuori misura. I due attaccanti ospiti sono molto rapidi e al 10' dobbiamo ringraziare i nostri due centrali difensivi, bravi a immolarsi in chiusura sul tiro di Mastroianni e a sventare la minaccia. Lo stesso attaccante chioggiotto, dopo aver superato in velocità Zanette, entra in area al 18' ma al momento del tiro incrocia troppo e l'occasione sfuma. Nel giro di quattro minuti entrambi gli schieramenti rimangono in dieci minuti per la doppia espulsione di Piaggio, dopo un secondo intervento deciso a centrocampo su Casarotto, e di Zanette, incolpevole in occasione del primo giallo ma un po' ingenuo in occasione dell'espulsione, scaturita da un evitabile intervento falloso su Santi. In dieci contro dieci le due formazioni non producono molto anche se l'Union Pro chiude in crescendo, affidandosi alla verve dei suoi 18enne terribili: Stefano Casarotto e Riccardo Serena. Al 33' i due confezionano un assist a Nobile grazie un recupero di Serena a centrocampo che avanza sulla destra e mette in mezzo dove Casarotto con un tacco volante chiama in causa Nobile, bravo a cercare subito il tiro che però gli viene murato in rimessa laterale. Nella ripresa l'Union Pro ridisegna il suo assetto togliendo Comin per far posto al centrale Trevisiol e riportando Rossi in mediana dopo 15' da difensore.  La nostra squadra guadagna metri di campo e si rende pericolosa al 6', quando uno spunto di Casarotto sulla trequarti mette Nobile nella condizione di tirare ma il tocco del nostro attaccante è deviato in corner con la punta della scarpa dall'ultimo difensore avversario. La Clodiense prova ad affacciarsi in area dopo 12' di gioco ma sul tiro cross da sinistra del neoentrato Olivieri, Boscolo B. ci arriva con un attimo di ritardo e il pericolo sfuma. L'Union Pro riparte immediatamente e va vicina al vantaggio con Nobile, il cui spunto sulla sinistra gli consente di entrare in area ma ancora una volta la difesa chioggiotta fa buona guardia e spazza in corner (saranno ben undici i tiri dalla bandierina per i nostri ragazzi nel corso della partita). Il primo tiro nello specchio dei nostri arriva per la verità solo al 16' ancora con Nobile che però non riesce a impensierire il portiere avversario. Cosa che invece riesce al neoentrato Busetto, con Okroglic che non trattiene un tiro non irresistibile al 22', prima di salvarsi smanacciando in corner quasi sulla linea di porta. C'è da dire che poco prima dell'episodio il portiere della Clodiense aveva rimediato un leggero infortunio che forse lo ha condizionato nel suo intervento scomposto. Al 25' ci prova in area l'ex Real Vicenza Pellizzer ma si coordina male per il tiro e non inquadra lo specchio. L'occasione migliore per gli ospiti capita sui piedi di Santi al 39' quando l'attaccante, da posizione defilata sulla destra, colpisce la traversa con Baldan che sembra quasi sfiorare la sfera. Passato lo spavento l'Union Pro si getta in avanti e si procura un calcio di punizione dai venti metri per intervento falloso ai danni di Busetto. Sulla sfera si presenta Furlan che trova il gol della vittoria grazie ad un'esecuzione impeccabile che si insacca all'incrocio dei pali con la complicità della traversa. Terzo gol per lui da inizio stagione su calcio piazzato, amichevoli estive comprese. La Clodiense ha una reazione di orgoglio ma l'agonismo non basta e con grande attenzione l'Union Pro fa passare i minuti e porta a casa il secondo successo consecutivo. "E' stata una partita molto bloccata contro un avversario che si è dimostrato superiore alle nostre attese" ha dichiarato a caldo il presidente Gaiba. "Siamo rimasti bassi nel primo tempo e abbiamo faticato, molto meglio nel finale di partita che è stata decisa da uno dei migliori in campo quest'oggi. Mi sono piaciuti anche i cambi con Trevisiol dietro e Busetto davanti alla difesa". Mister Feltrin ci ha spiegato invece come la svolta della nostra partita sia avvenuta negli spogliatoi quando i nostri ragazzi si sono guardati in faccia e hanno capito che la partita di oggi si poteva vincere e così è stato.

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.