6 settembre 2014

L'AVVERSARIO DI TURNO: BIANCOSCUDATI PADOVA


Con l'avvio della prima storica stagione in serie D parte anche la nuova rubrica: "L'AVVERSARIO DI TURNO" in cui andremo a presentare, di volta in volta, le squadre che se la vedranno contro i nostri ragazzi.
Il calendario non è stato certo clemente con l'Union Pro che esordirà in trasferta contro una delle protagoniste annunciate del campionato: i Biancoscudati Padova.
La neonata società guidata dall'imprenditore Giuseppe Bergamin è sorta questa estate sulle ceneri del glorioso Calcio Padova che dal 1910 ha rappresentato la città del Santo ai massimi livelli del panorama calcistico italiano. 
Nel giro di un mese la nuova dirigenza è stata in grado di allestire una rosa competitiva su tutti i fronti ingaggiando giocatori importanti e dal curriculum invidiabile per questa categoria.
Parliamo ad esempio di Gustavo Ferretti, capocannoniere del girone lo scorso anno con la maglia del Marano, squadra per la quale ha realizzato 52 gol in 61 partite disputate. Il trentenne italo-argentino meglio conosciuto come il "Rulo" (riccio) ha dichiarato di voler segnare il suo primo gol ufficiale nel nuovo stadio e di certo sarà un cliente molto difficile per la nostra difesa. Assieme a lui il partner d'attacco dovrebbe essere Alessandro Cesca, 33enne udinese scuola Milan, l'ultimo anno in C2 con la maglia del Rimini. A centrocampo spicca l'esperienza del veterano Marco Cunico, undici stagioni a Portogruaro di cui 8 in categorie professionistiche compresa la serie B che a 36 anni compiuti di certo vorrà togliersi qualche altro sfizio prima di appendere gli scarpini al chiodo. In mediana attenzione anche alla qualità del 29enne Nicola Segato proveniente dal Porto Tolle, nel quale ha segnato 5 reti nell'ultimo campionato di C2 e alla velocità del 25enne Marco Ilari, reduce da quattro stagioni nei professionisti.
Il reparto arretrato dei nostri avversari non potrà contare su quelli che dovrebbero essere i centrali titolari: Dan Thomassen che ha giocato nel massimo campionato danese e Davide Sentinelli, 34enne col vizio del gol. La difesa quindi si reggerà presumibilmente su due fedelissimi di mister Parlato come Daniel Niccolini e Matteo Dionisi. Proprio l'allenatore è l'ennesimo valore aggiunto di una squadra che non fa mistero di puntare alla promozione diretta. Carmine Parlato è stato un difensore di buon livello negli anni novanta prima di sedersi in panchina dove ha esordito col botto, vincendo subito la serie D con il Rovigo. 
Traguardo questo che ha saputo replicare lo scorso anno a Pordenone dopo aver allenato diverse stagioni in Lega Pro.
Dal 1994, anno della storica promozione in serie A, il Padova gioca all'Euganeo, impianto che attualmente dispone di ventimila posti. Ci aspettiamo un' affluenza di pubblico importante per sostenere il nostro avversario soprattutto nei minuti iniziali. "Penso che loro partiranno a strombatutto - ci spiega mister Feltrin - cercando di chiuderci nella nostra metacampo. Per questo dovremo essere pronti sin dall'inizio, provando a rimanere alti e attenti in fase di palleggio, senza farci condizionare troppo dall'inevitabile emozione del debutto". Secondo il nostro allenatore i Biancoscudati hanno pochi punti deboli: "dispongono di molti giocatori di provata qualità, esperienza e con una fisicità importante e per questo dovremo stare attenti soprattutto alle palle inattive".  Nonostante ciò è convinto che la nostra squadra andrà all'Euganeo senza fare la vittima sacrificale, cercando anzi di rendere la vita difficile al nostro avversario: "Stiamo lavorando bene e domani saremo al completo a eccezione di Zanette che è squalificato. Non penso sia un vantaggio per noi affrontare un avversario così importante durante la prima di campionato visto che entrambe abbiamo cominciato da poco" prosegue il mister, lasciando intendere che anche per i Biancoscudati l'esordio potrebbe rivelarsi insidioso nel caso i loro automatismi non siano ancora rodati a sufficienza.

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.