11 ottobre 2014

L'AVVERSARIO DI TURNO: LEGNAGO SALUS


Il prossimo avversario dell'Union Pro sarà il Legnago Salus, formazione tra le più longeve del veronese con alle spalle oltre novant'anni di storia calcistica. Nonostante la partenza al di sotto delle aspettative , appena un punto nelle prime cinque partite, il Legnago rimane una formazione di assoluto rispetto come certifica l'andamento delle ultime stagioni. Per il quinto anno consecutivo infatti, i nostri avversari militano in serie D, categoria nella quale hanno ottenuto un ottimo terzo posto nel 2012 alle spalle della corazzata Venezia e del Delta Porto Tolle. Negli ultimi due campionati invece il Legnano ha ottenuto una tranquilla salvezza, la prima nel girone veneto e la seconda in quello lombardo. Alla guida tecnica della squadra siede da questa stagione un mister d'esperienza come Leonardo Rossi che ha già collezionato numerose panchine con formazioni di serie C1 e C2. Cinquantaquattrenne nativo di Frosinone, Rossi è stato un calciatore di successo avendo giocato in squadre blasonate come Bologna, Spal, Piacenza, Livorno, Messina, Catania ed Empoli.

"Sulla carta è una partita da vincere ma se andiamo ad analizzare l'avversario capiamo che non centra niente con l'attuale posizione in classifica" esordisce Francesco Feltrin. Il nostro mister ci fa notare infatti come il Legnago disponga di una rosa di assoluto valore con giocatori di grande esperienza e provenienti un po' da tutta Italia. "Non ci faremo influenzare dalla loro posizione in classifica e sappiamo che domani ci aspetterà una gara difficile. Sappiamo qual'è il nostro valore, quali sono i nostri pregi e i nostri difetti e vogliamo affrontare con lo stesso spirito tutte le partite di campionato". A proposito della sconfitta di domenica scorsa a Sacile, Feltrin ci ha spiegato come ci sia stato un confronto con la squadra dal quale è emersa una forte volontà di riscatto da parte di tutti: "abbiamo capito che la scoppola rimediata potrà essere salutare per noi in futuro e credo che i ragazzi abbiano già assorbito il colpo, allenandosi bene durante tutta la settimana". 
A queste buone notizie, a cui si aggiunge il rientro di Zanette al centro della difesa, si contrappongono le scorie dell'ultima partita che ha visto uscire malconci diversi giocatori. Lorenzatti e Busetto, le cui condizioni saranno meglio valutate nei prossimi giorni, non potranno essere a disposizione per infortunio mentre cercheremo di recuperare all'ultimo momento Furlan, Basso e Visinoni.

Per quanto riguarda il Legnago, Feltrin ci ha spiegato le sue impressioni, dopo aver visionato sabato scorso il match casalingo contro il Tamai. "Loro avevano 2-3 giocatori fuori e si sono disposti in campo con un 4-2-3-1. In difesa hanno due centrali dalla buona fisicità come Friggi e Tobanelli mentre a destra ha giocato Viviani, un ragazzo molto duttile visto che è stato impiegato nelle precedenti sfide anche come trequartista. 
In mezzo al campo ci sono Longato che detta i tempi e dispone di un buon piede e Fonjock, un giocatore molto aggressivo capace di unire la qualità alla quantità che ho allenato ai tempi della primavera del Treviso. Sugli esterni hanno giocato il rapido Valente a sinistra e il temibile Fioretti a destra, un ragazzo di buona gamba che ha già siglato una doppietta contro il Kras Repen. In attacco hanno un ventenne ma di grande esperienza come Rivi, che ha militato nelle file del S. Marino, del Padova e del Mantova. Si tratta di un giocatore di movimento che ha momentaneamente tolto posto al 28enne Adriano, ex Pescara e Sacilese che nei campionati scorsi i suoi gol gli ha sempre fatti".

Ecco la formazione titolare del Legnago scesa in campo durante l'ultima partita di campionato:
Cybulko, Viviani, Talin, Fonjock, Friggi, Tobanelli, Fioretti, Longato, Rivi, Valente, Tresoldi. 


0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.