5 ottobre 2014

SACILESE - FC UNION PRO 5-0

SACILESE - FC UNION PRO 5-0
marcatori: Spagnoli al 3' e al 39'pt, Sottovia al 4' e al 38'st, Beccaro al 26'st.

SACILESE: 1 Favaro, 2 Peressini (15 Biasi dal 30'st), 3 Beccia, 4 Favret, 5 Manucci, 6 Baggio, 7 Grion (13 Craviari dal 14'st), 8 Boscolo, 9 Sottovia, 10 Beccaro, 11 Spagnoli (17 Sakajeva dal 14'st).
A disposizione: 12 Andreatta, 13 Craviari, 14 Pederiva, 15 Biasi, 16 Stiso, 17 Sakajeva, 18 Cima.
All. Sig. Mauro Zironelli.

FC UNION PRO: 1 Baldan, 2 Saitta, 3 Furlan (14 Nobile Alvise dal 1'st), 4 Lorenzatti (15 Luise dal 15'st), 5 Niero, 6 Trevisiol, 7 Serena, 8 Rossi, 9 Nobile Andrea, 10 Basso (20 Comin dal 1'st), 11 Palmieri. A disposizione: 12 Noé, 13 Checchin, 14 Nobile Alvise, 15 Luise, 16 Fuxa, 17 Casarotto, 18 Busetto, 19 Visinoni, 20 Comin. All. Sig. Francesco Feltrin

ARBITRO: Sig. Gentile di Seregno

NOTE: Ammoniti: Favret, Grion, Peressini, Trevisiol, Sakajeva. Angoli: 4-2

Dopo tre risultati utili consecutivi si interrompe la striscia positiva per l'Union Pro che a Sacile si deve inchinare al cospetto di un avversario destinato a recitare un ruolo di protagonista durante questo campionato. Non è facile commentare una sconfitta di queste proporzioni anche perchè l'Union Pro non ha complessivamente demeritato durante il primo tempo, lasciandoci sperare che nella ripresa potessimo assistere ad una reazione d'orgoglio che purtroppo non è arrivata. "E' stata una partita nata male e finita peggio ma preferisco subire un 5-0 in una giornata storta che perdere 1-0 per cinque partite consecutive" commenta il presidente Marco Gaiba a fine partita, provando a prendere questa sconfitta con filosofia: "a differenza dell'esordio a Padova, che è stata una gara a sè, credo che questo risultato ci farà bene perchè ha dato tante indicazioni. A partire dalla difficoltà della categoria, fino alla condizione dei nostri giocatori, credo che ci sia tanto materiale per far si che il nostro mister riesca a migliorare la squadra già dalla prossima giornata. Sappiamo che il nostro gruppo di giocatori può fare di più e abbiamo fiducia per il proseguo del campionato" conclude il nostro presidente. Che non sarebbe stata una giornata facile lo avevamo detto anche nel nostro consueto articolo di presentazione e difatti, dopo appena 50'', la Sacilese potrebbe già passare in vantaggio con Sottovia, pescato bene in area da un lancio lungo dalle retrovie. L'attaccante ha però un eccesso di altruismo e cerca un improbabile passaggio al centro anzichè tirare da pochi metri, favorendo il recupero della nostra difesa. Poco male per gli ospiti che al 3' sbloccano il risultato grazie ad un perentorio stacco di testa di Spagnoli che sfrutta al meglio il cross da sinistra di Beccia per saltare indisturbato nella nostra area scavalcando Baldan. L'Union Pro non si lascia intimorire e ha il merito di reagire immediatamente provando a ripartire in velocità e a prendere in controtempo la retroguardia ospite. Palmieri e Basso, le novità proposte oggi da mister Feltrin, si danno entrambi un gran daffare e da un guizzo del nostro attaccante al 9' nasce una punizione interessante. Memore dall'esecuzione di domenica scorsa, Furlan prova a ripetersi ma la gioia del gol stavolta gli rimane in gola visto che la sfera colpisce in pieno la traversa prima che la difesa locale allontani la minaccia con qualche affanno. Ancora Union Pro al 13' con Basso in profondità per Nobile, bella l'idea ma il tiro termina alto sopra la traversa. Lo stesso attaccante riesce a centrare la porta al 21' ma Favaro, nonostante una deviazione, non si lascia sorprendere. La nostra squadra gioca con personalità e mette in difficoltà la Sacilese anche al 26' grazie a un contropiede dell'onnipresente Nobile che, anzichè accentrarsi e provare il tiro dal limite dell'area, preferisce appoggiare per Basso sul quale però fa buona guardia Baggio, bravo ad anticipare il nostro giocatore. Al 33' altro calcio di punizione per i nostri ragazzi con Trevisiol che da pochi passi sfiora la deviazione vincente sulla palla tagliata di Lorenzatti. Sarà questa di fatto l'ultima occasione pericolosa creata dai nostri ragazzi che nel finale di tempo subiscono il ritorno dell'avversario. Al 35' Sottovia ha tutto il tempo di aggiustarsi la mira al limite dell'area ma colpisce soltanto l'esterno della rete. Fa meglio di lui al 37' il compagno di reparto Beccaro che entra in area dopo una rapida triangolazione sulla sinistra e impegna Baldan in una doppia parata ravvicinata. Il nostro portiere non può nulla invece al 39' quando, su azione fotocopia del primo gol, uno scatenato Beccia pesca nuovamente in area Spagnoli che la spizza sul palo più lontano mettendo in ghiaccio il risultato. Doppietta da ricordare per l'attaccante scuola Milan che festeggia nel migliore dei modi i suoi primi vent'anni compiuti giovedì scorso. Nella ripresa Feltrin è costretto a correre subito ai ripari per sostituire gli acciaccati Furlan e Basso, tra i migliori dei nostri, con l'esordiente Alvise Nobile e Lele Comin. Purtroppo però l'inerzia della partita rimane la stessa del finale di primo tempo con la Sacilese che già al primo minuto impegna Baldan con una punizione dal limite calciata dal giovane Grion. Sulla fascia sinistra Beccia è sempre una spina nel fianco per il malcapitato Saitta ed è ancora dai piedi dell'esterno ex Bassano e Treviso che parte l'assist per il terzo gol che taglierà definitivamente le gambe ai nostri ragazzi. A siglarlo è Sottovia che colpisce di testa centrando la traversa prima di insaccare in acrobazia sulla ribattuta. Al 15' Feltrin decide di far rifiatare un non brillantissimo Lorenzatti con Luise ma il nostro gioco a centrocampo non riesce comunque a decollare. La partita la fa sempre la Sacilese che al 26' realizza il poker grazie a un azione personale di Beccaro, bravo a entrare in area da sinistra, dribblare Saitta e trovare lo spazio tra il palo più lontano e Baldan per entrare nel tabellino dei marcatori. Il quinto gol è invece opera di Sottovia il quale, servito da Beccaro al 38', ruba il tempo a Trevisiol e a tu per tu con Baldan realizza la doppietta che sigilla una grande prestazione per l'attacco dei padroni di casa. Giornata di grande difficoltà invece per la nostra difesa ma, come detto dal nostro presidente a fine gara, bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno e cercare di ripartire con convinzione già dalla prossima sfida casalinga contro il Legnago.

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.