26 novembre 2014

INTERVISTA AD ENRICO NOE'


20 anni da compiere tra un mese e già 61 presenze in campionato con la maglia dell'Union Pro... Stiamo parlando di Enrico Noè, baluardo della nostra porta, con cui abbiamo fatto il punto della situazione a 1/3 del campionato in corso.

1- Enrico, a Trieste sei stato uno dei migliori in campo e sembra che il tuo posto da titolare non sia più in discussione. Come sono cambiate le tue sensazioni durante questo primo scorcio di campionato?
Il posto è sempre in discussione, i complimenti fanno sempre piacere certo, ma ci alleniamo tutti insieme per migliorarci di settimana in settimana e sono fiducioso perchè il gruppo è determinato a prendere questi tre punti che ormai mancano da tanto tempo!
Le sensazioni da inizio stagione non sono poi tanto cambiate, sapevamo di andare incontro ad un campionato molto difficile,  con squadre blasonate e giocatori che conoscono bene la categoria. Potremo essere in una posizione più tranquilla ma il gruppetto di squadre che si trova a metà classifica non è poi così lontano. Noi andiamo avanti per la nostra strada, impegnandoci ancora di più come ci sta chiedendo ultimamente il mister! 

2- Come giudichi gli attaccanti avversari della serie D rispetto a quelli che ti sei trovato davanti durante i due campionati precedenti?
In questo campionato giocano attaccanti importanti come i vari Ferretti, Cunico, Peluso e Sottovia che hanno esperienze sia in serie D che in categorie superiori e
possono cambiare le sorti della partita da un momento all'altro. Credo che per un portiere giovane come me affrontare calciatori del genere sia uno stimolo in più che mi servirà a crescere ancora.

3- Nelle prossime cinque partite incontreremo tre neopromosse più il fanalino di coda Mezzocorona... pensi che sia questo il periodo cruciale della nostra stagione?
Queste partite possono essere importanti per vari aspetti: possiamo scalare un po' la classifica agganciando il gruppo di mezzo e sfruttando gli scontri diretti possiamo allungare sulle dirette concorrenti. Ogni domenica sarà una battaglia e noi saremo sempre li a combattere con il coltello in mezzo ai denti! Infine volevo approfittare dell'occasione per fare un grossissimo in bocca al lupo al mio collega Baldan e a capitan Lorenzatti che ci hanno salutato questa settimana.




0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.