7 dicembre 2014

MORI SANTO STEFANO - FC UNION PRO 0-2

MORI SANTO STEFANO - FC UNION PRO 0-2 
marcatori: Busetto (rig) al 39’st e Serena al 50’st. 

MORI SANTO STEFANO: 1 Poli, 2 Pozza (15 Dossi Alessio dal 28’st), 3 Pruenster, 4 Concli, 5 Benedetti, 6 Calliari, 7 Deimichei, 8 Tranquillini, 9 Bonilla (15 Manica dal 19’st), 10 Tisi, 11 Dossi Igor (17 Simonini dal 22’st). A disposizione: 12 Rossatti, 13 Bertolini, 14 Dossi Alessio, 15 Manica, 16 Meneghelli, 17 Simonini, 18 Volani, 19 Manfrini, 20 Cunego. All. Sig. Davide Zoller

FC UNION PRO: 1 Noè, 2 Nobile Alvise, 3 Furlan ,4 Serena, 5 Trevisiol, 6 Rossi, 7 Saitta, 8 Appiah (13 Busetto dal 22’st), 9 Nobile Andrea, 10 Comin (19 Visinoni dal 33’st),11 Fuxa (20 Cattelan dall’11’st) . A disposizione: 12 Ziliotto, 13 Busetto, 14 Palmieri, 15 Morina, 16 Chiaro, 17 Barbanti 18 Casarotto, 19 Visinoni, 20 Cattelan. All. Sig. Francesco Feltrin

ARBITRO: Sig. Maninetti di Lovere

NOTE: Ammoniti: Concli, Rossi, Furlan, Nobile Andrea, Nobile Alvise. Espulso 32’ Zoller per proteste. Angoli: 3-5

Sembra proprio che l’aria trentina sia un vero toccasana per la nostra squadra che dopo aver sbancato Dro, conquista anche il campo del Mori, tornando così a respirare anche in classifica. Una vittoria molto importante quella odierna, che ci consente di superare in un colpo solo Legnago e Fontanafredda, agguantando il Giorgione in decima posizione. Grande merito va dato ai cambi azzeccati da parte del mister e naturalmente ai nostri ragazzi, i quali hanno concesso una sola occasione pericolosa ai padroni di casa nel corso dei 90 minuti. In avanti si è rivelato prezioso l’inserimento di Cattelan, bravo a procurarsi il rigore del vantaggio ed autore di alcune giocate che ci fanno ben sperare così come quelle sfoderate oggi da Visinoni, protagonista nell’azione che ha portato al raddoppio allo scadere. Sul campo sintetico di Mori si sono presentate due formazioni piuttosto rimaneggiate: tra i padroni di casa mancavano il capitano Cristelotti, il mediano Sceffer e l’esterno Eisenstecken mentre l’Union Pro è costretta a rinunciare in difesa agli squalificati Zanette e Niero con Rossi recuperato in extremis anche se non al meglio della condizione. Il Mori sa di giocarsi molto quest’oggi e ci pressa nella nostra metacampo sin dai primi minuti di gioco. Il primo tiro nello specchio dell’Union Pro è a opera di Concli che al 7’ calcia centralmente senza impensierire Noè dopo una punizione battuta da Igor Dossi. All’11’ Bonilla è bravo a evitare l’intervento in anticipo di Rossi ma il suo tiro a giro termina abbondantemente sopra la traversa. La nostra squadra si fa vedere al 16’ con Comin, imbeccato bene da Serena, il cui cross dalla destra non trova però nessun compagno pronto alla deviazione vincente. Dalla stessa zona di campo ci prova anche Furlan sugli sviluppi di un calcio di punizione al 20’ ma Poli intercetta facilmente la sfera. Al 23’ Fuxa avanza sulla trequarti ma anziché prolungare l’azione, prova direttamente a sorprendere Poli con un tiro dalla distanza che costringe il portiere del Mori a un intervento in due tempi per bloccare un pallone velenoso. Passano due minuti e Andrea Nobile si rende protagonista di una bella giocata a centrocampo, liberandosi di due avversari e verticalizzando in profondità per Comin, fermato in fuorigioco a tu per tu col portiere. Il Mori torna a farsi vedere dalle parti di Noè al 27’ ancora grazie a un guizzo del giovane Bonilla che prova il tiro a giro da buona posizione ma Alvise Nobile gli si mette davanti al momento giusto, impedendogli così di centrare lo specchio della porta. Il fratello Andrea, dopo il gol di domenica scorsa , va molto vicino al bis alla mezzora ma il suo tiro dalla distanza sfiora il primo palo con Poli comunque vigile sulla traiettoria. Nel finale di primo tempo doppia opportunità ravvicinata per Lele Comin che però viene murato dalla difesa locale sia al 39’ che al 41’. Il Mori non sta a guardare ma ne la punizione dalla distanza di Tisi al 43’ ne il tiro di Tranquillini dal limite al 46’ impensieriscono il nostro portiere Noè. Prima del duplice fischio di Maninetti c’è tempo anche per il tentativo di testa di Serena che si coordina bene sul cross da sinistra di Comin ma colpisce troppo lontano dalla porta per far male a Poli. La ripresa si apre senza cambi e con il Mori che prova a sbloccare la partita al 3’ ma sul cross da destra del solito Bonilla è bravo Noè ad anticipare in uscita l’intervento dell’attaccante avversario. Union Pro vicina al gol al 5’ con un gran tiro dal limite di Serena destinato all’incrocio, deviato in corner da un intervento provvidenziale della difesa locale. Dopo aver accumulato minuti preziosi ieri con la Juniores, Cattelan fa il suo esordio in prima squadra all’11’ dimostrando da subito le doti che hanno convinto la dirigenza a puntare su di lui. La sua precisa verticalizzazione al 18’ pesca Comin in area di rigore, dove Lele cade a terra dopo un contrasto con un avversario ma l’arbitro lascia proseguire. Al 20’ si vede anche l’altro nuovo acquisto Appiah, bravo ad anticipare la giocata avversaria e ad avviare il contropiede ma meno a finalizzare l’azione per vie centrali, favorendo l’anticipo del difensore avversario su Comin. Proprio sul capovolgimento di fronte concediamo l’unica vera occasione al Mori ma fortunatamente Tranquillini ci grazia, sciupando un rigore in movimento su suggerimento di Dossi. Passato lo spavento, la nostra squadra si rende pericolosa ancora una volta ed è proprio una bella giocata di Cattelan al 29’ ad avviare il tentativo di Serena che resista alla carica del difensore ma viene murato al momento del tiro in area così come Nobile sulla ribattuta. Lo stesso Cattelan prova direttamente a cercare la porta al 32’ ma il suo tiro deviato non si trasforma in una minaccia per Poli. Il Mori cala vistosamente nel finale e l’unico tentativo della squadra trentina negli ultimi venti minuti di partita è un tiro fuori misura di Benedetti al 37’. Due minuti dopo si verifica l’episodio che deciderà la gara: il neoentrato Alessio Dossi, nel tentativo di fermare Cattelan, frana addosso al nostro attaccante commettendo fallo da rigore. Dal dischetto si presenta Busetto, in campo da un quarto d’ora, che con grande freddezza trasforma la massima punizione, spiazzando Poli alla sua sinistra. Sulle ali dell’entusiasmo e con forze fresche in attacco, la nostra squadra chiude in avanti la sua partita e al 44’ una triangolazione Serena-Visinoni per poco non mette in ghiaccio la partita. Ma il raddoppio è questione di pochi minuti e arriva all’ultima azione grazie a una splendida giocata di Visinoni, il quale avanza verso l’area palla al piede, cerca il fondo e quasi si ferma sulla linea per proteggere il pallone, prima di vedere con la coda dell’occhio l’inserimento in area di Serena che riesce a servire con un delizioso pallonetto. Per Riccardo è l’occasione giusta di lasciare il segno in una partita che lo ha visto assoluto protagonista in mezzo al campo e la sfrutta con una spettacolare semirovesciata, superando Poli per il gol del definitivo 2-0.

1 commenti:

  1. I ragazzi ci hanno creduto fino alla fine e stanno facendo ritornare l' entusiasmo... Grazie ai nostri tifosi vicini alla squadra anche a Mori . Ora tutti in stadio a Mogliano domenica con il Mezzocorona per un' altra impresa !!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.