17 gennaio 2015

IL PRE-PARTITA CONTRO IL GIORGIONE

L'esultanza dei nostri giocatori dopo il primo storico gol segnato in serie D durante la partita d'andata.


Archiviata la prestigiosa vittoria ottenuta domenica scorsa contro i Biancoscudati, per i ragazzi di mister Feltrin è già tempo di rituffarsi in campionato, dove ci attendono due sfide importanti contro Giorgione e Dro prima della sosta per il Torneo di Viareggio. Il nostro allenatore si gode l'impresa ma al tempo stesso getta acqua sul fuoco per evitare il divampare di facili entusiasmi: "Normale che ci sia soddisfazione e contentezza nell'ambiente dopo questa vittoria che ci ha regalato una maggiore consapevolezza dei nostri mezzi e si è rivelata utile per legittimare le qualità di questa squadra. Per quanto riguarda il nostro futuro preferisco tenere i piedi per terra e ribadisco che il nostro obiettivo resta la salvezza diretta. Solamente quando l'avremo raggiunta potremo permetterci di pensare a qualcosa di più. Ci mancano almeno una quindicina di punti per poterci ritenere tranquilli e sappiamo la fatica fatta nei mesi scorsi per ottenerli. Ricordiamoci sempre che il girone di ritorno è un campionato diverso rispetto a quello d'andata e non mancheranno le sorprese.
Martedì, quando ci siamo rincontrati con i ragazzi, ho detto loro che questa vittoria dev'essere un punto di partenza e non di arrivo per noi. Per questo non dobbiamo accontentarci e lavoreremo per ripetere quanto di positivo abbiamo fatto contro il Padova ma anche per riflettere sugli errori commessi". A tal proposito gli chiediamo di commentare l'episodio della gomitata di Trevisiol ai danni di Ferretti che costerà al nostro difensore quattro giornate di squalifica: "Enrico è molto rammaricato per quanto è successo e dal filmato si vede che la gomitata effettivamente c'è stata. I miei ragazzi devono capire che quando sono in campo sono responsabili anche nei confronti dei compagni, del mister e di tutta la società. Mi auguro che la squalifica serva ad Enrico per evitare che una cosa del genere si ripeta e nelle prossime settimane giocherà al sabato con la squadra Juniores per non perdere il ritmo partita". 
Domani faremo visita al Giorgione, formazione con la quale abbiamo pareggiato in entrambi i precedenti, compreso il match di Coppa Italia che ci ha visti eliminati ai rigori. Ripensando alla sfida d'andata Feltrin ribadisce i concetti espressi nella scorsa vigilia, ovvero come sia stata lasciata troppa iniziativa a una squadra che reputa ben organizzata e pericolosa. In particolare dovremo fare molta attenzione ai loro rapidi esterni di attacco, gente come Podvorica, Episcopo e quel Baggio che a Mogliano si è procurato e ha trasformato il rigore dell'1-1 nei minuti di recupero.
In casa Union Pro, agli indisponibili delle scorse settimane Alvise Nobile e Rossi, potrebbero aggiungersi anche Furlan e Busetto, entrambi reduci da una distorsione alla caviglia rimediata nella sfida contro i Biancoscudati: "Questa squadra ci ha abituato bene, quando siamo stati in difficoltà ha sempre tirato fuori gli artigli. Se domani dovesse mancare qualche titolare sarà per noi importante trovare subito il nostro equilibrio in campo, per cercare poi di imporre il nostro gioco e di portare a casa la vittoria. Mi aspetto una prova importante e gagliarda dai giocatori che manderò in campo, in quanto siamo decisi a mantenere questa posizione in classifica che ci siamo conquistati" conclude Feltrin.

ANDREA SECCO

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.