28 marzo 2015

IL PREPARTITA CONTRO IL TAMAI

L'esultanza di Gabriele Comin dopo aver siglato la rete del pareggio nella gara d'andata.

Con il ritorno dell'ora legale da domani il calcio d'inizio del campionato di serie D slitterà alle ore 15. Per l'Union Pro quest'ultima parte di stagione comincerà in trasferta, facendo visita ai pordenonesi del Tamai. Le "Furie Rosse" stanno attraversando un momento molto delicato vista la crisi di risultati che sta caratterizzando il proprio girone di ritorno. Se il campionato fosse iniziato l'11 gennaio infatti, la squadra di mister De Agostini sarebbe ultima in classifica, con appena 5 pareggi ottenuti in dieci partite. Invece, grazie ai punti messi in cascina durante la prima parte di stagione, il Tamai si trova ancora in zona salvezza ma con solo un punticino di vantaggio da gestire sul Giorgione. 
Mister Feltrin però non vuole abbassare la guardia e con la consueta scaramanzia ammonisce i suoi giocatori: "sappiamo che i nostri prossimi avversari hanno dei problemi, speriamo di non risolverglieli noi". Il pericolo per l'Union Pro sarà quello di affrontare fuori casa una squadra che ha un disperato bisogno di fare punti e che concede molto poco in difesa. Nonostante le dieci sconfitte sinora subite infatti il Tamai è ancora la quinta miglior difesa del torneo con 31 reti al passivo, cinque in meno rispetto alla nostra squadra. Domenica a Marano inoltre, i nostri prossimi avversari sono riusciti a passare in vantaggio prima di subire la rimonta dell'Altovicentino, rischiando però di pareggiare allo scadere quando si sono visti fischiare contro un fuorigioco inesistente. 
Oltre al centrale difensivo Faloppa, assente per squalifica, De Agostini potrà contare sugli stessi effettivi che sono scesi in campo a Mogliano durante la partita d'andata. In quell'occasione, grazie alla rete dell'1-1 segnata da Gabriele Comin, l'Union Pro uscì ufficialmente dal suo periodo nero mettendo le basi per la sua straordinaria rimonta che l'ha portata al settimo posto solitario a poche lunghezze dalla zona playoff. A parte lo squalificato Niero e l'acciaccato Alvise Nobile, che ieri sera si è dovuto fermare a metà allenamento per un risentimento alla caviglia, i giocatori della rosa sono tutti disponibili, compreso Riccardo Serena, ristabilitosi a tempo di record dopo la forte botta rimediata domenica scorsa a Pedavena. "L'ecografia ha scongiurato qualsiasi lesione interna, Serena ha comunque preferito saltare per precauzione i primi due allenamenti settimanali, svolgendo un lavoro differenziato giovedì e tornandosi ad allenare regolarmente con la squadra già da ieri sera, se se la sentirà domani avrà buone probabilità di partire dal primo minuto" ha spiegato mister Feltrin che per il finale di stagione sta recuperando altri due giocatori importanti come Marco Rossi e Alberto Bonotto. "Entrambi non sono ancora al top della condizione ma si stanno allenando bene con la squadra, spero di potergli testare al più presto, magari anche grazie a qualche amichevole infrasettimanale" ci confida il nostro allenatore.
Vista la situazione di abbondanza, Feltrin spiega che domani potrebbe varare un nuovo modulo tattico: "stiamo studiando diverse soluzioni anche per favorire il buon momento di forma dei nostri attaccanti". Non è da escludere quindi l'impiego simultaneo di Andrea Nobile, Cattelan e Comin se a centrocampo troveranno spazio due giovani oltre a Saitta, chiamato a presidiare la fascia destra della nostra difesa. Prima di concludere la nostra intervista Feltrin ci tiene ad augurare una pronta guarigione al collega De Agostini che da inizio anno sta soffrendo a causa di problemi di salute ma da vero guerriero rimane al suo posto per aiutare la sua squadra a risollevarsi da questo non facile momento.

ANDREA SECCO

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.