11 marzo 2015

INTERVISTA SETTIMANALE CON... ENRICO NOE'


Enrico Noè è stato protagonista durante l'ultima vittoria della nostra squadra a Monrupino.

1- Enrico, domenica è stata una giornata da ricordare per te con molti interventi decisivi che hanno salvato il risultato. Qual'è stato quello che ti ha dato più soddisfazione?
Domenica è stata una gara impegnativa, giocata su un campo durissimo e con un vento fastidioso. Penso che la parata più difficile sia stata sulla punizione di Knezevic nel secondo tempo, sinceramente non pensavo di arrivarci tanto era angolata ma mi sono tuffato e per fortuna l'ho presa.

2- Ora che la salvezza è oramai vicina, quali saranno i tuoi obiettivi personali e quelli della squadra da qui alla fine del campionato?
Il mio obiettivo penso sia lo stesso di qualsiasi calciatore, ovvero quello di giocare il più possibile.
Per quanto riguarda la squadra, prima raggiungiamo l'obiettivo della salvezza e poi penseremo ad altro, come si suol dire: "l'appetito vien mangiando". Nel girone di ritorno stiamo comunque dimostrando di poter fare la nostra bella figura anche in questo campionato. 

3- Nel giro di neppure tre anni, sei passato da portiere di riserva in Promozione a titolare inamovibile in serie D... cosa senti di dire in merito a questo percorso di crescita che stai facendo con la maglia dell'Union Pro? 
Non posso che essere contento e allo stesso tempo mi ritengo fortunato: vincere due campionati di fila giocando gran parte delle partite da titolare non è una cosa che capita a tutti!
Rispetto ai tempi della Promozione ora mi sento più maturo e per questo devo ringraziare mister Feltrin che mi ha dato fiducia per tutto questo tempo, nonostante qualche domenica io abbia commesso alcuni errori. Una gran parte del merito la devo anche al mio preparatore Nevio Favaro che da tre anni a questa parte mi sta insegnando moltissimo.

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.