8 marzo 2015

KRAS REPEN - FC UNION PRO 1-2

KRAS REPEN - FC UNION PRO 1-2 
marcatori: Cattelan all' 11’pt, Andrea Nobile al 15'st e Rabbeni al 47'st.

KRAS REPEN: 1 Mosetti, 2 Boskovic, 3 Tawgui, 4 Rondinelli (18 Rabbeni dal 13'st), 5 Cvijanovic (16 Gulic dal 40'st), 6 Del Nero, 7 Maio, 8 Babichau, 9 Knezevic, 10 Spetic, 11 Corvaglia (19 Grujic dal 37'st). A disposizione: 12 Budicin, 13 Fross, 14 Simeoni, 15 Castellano, 16 Gulic, 17 Bozic, 18 Rabbeni, 19 Grujic, 20 Ranic. All. Sig. Anton Zlogar. 

FC UNION PRO: 1 Noè, 2 Niero, 3 Furlan, 4 Busetto, 5 Zanette, 6 Trevisiol, 7 Alvise Nobile (17 Casarotto dal 37'st), 8 Serena, 9 Andrea Nobile, 10 Cattelan (18 Visinoni dal 44'st), 11 Saitta.
A disposizione: 12 Ziliotto, 13 Bortoluzzi, 14 Appiah, 15 Fuxa, 16 Rubinato, 17 Casarotto, 18 Visinoni. All. Sig. Francesco Feltrin 

ARBITRO: Sig. Di Giovanni di Brescia

NOTE: Ammoniti: Babichau e Busetto Angoli: 5-7 

Nemmeno la bora del Carso è riuscita a far ammainare le vele dell'Union Pro che conferma così il suo ottimo momento di forma andando a cogliere un importantissimo successo in casa del Kras Repen. Una vittoria che ha fatto particolarmente felice tutta la dirigenza, compreso mister Feltrin, il quale è apparso visibilmente soddisfatto al termine dell'incontro. "Questa era una partita che valeva doppio e sono molto contento di aver portato a casa i tre punti. Oggi la squadra ha cercato sempre di ripartire, ribattendo colpo su colpo alle iniziative avversarie e riuscendo a fare la partita nonostante le assenze.
Abbiamo giocato con un modulo nuovo e due giocatori come Saitta e Alvise Nobile impiegati in due ruoli inediti, nonostante questo siamo riusciti a metterli in difficoltà specialmente nel primo tempo, dove forse avremo potuto segnare anche un altro gol. Quando il Kras attaccava ci siamo difesi molto bene rischiando poche volte, nelle quali è stato bravo Noè in almeno tre occasioni. Un elogio lo faccio anche a Cattelan che oggi ha giocato una grossa partita, sostenendo da solo il peso dell'attacco, combattendo su ogni palla e segnando una rete importante. Per noi è fondamentale avere giocatori così, in grado di sostituire degnamente i titolari quando vengono chiamati in causa" ha spiegato il nostro allenatore. Proprio l'attaccante scuola Milan è stato la novità principale dell'undici che è sceso in campo a Monrupino con i fratelli Nobile a imperversare sulle fasce d'attacco e l'inedita coppia di centrali Serena-Saitta a protezione di Busetto, posizionato davanti alla difesa. La prima occasione rilevante capita sui piedi di Maio che al 5' si aggiusta il pallone dal limite e prova a sorprendere Noè, bravo a rifugiarsi in angolo. Alvise Nobile prova a farsi vedere dalle parti di Mosetti al 9', quando viene pescato da un cross da destra di Saitta ma il suo tiro non inquadra per poco lo specchio della porta. Cosa che riesce invece per ben due volte, nel giro di pochi secondi, a Cattelan che prima fa il solletico al portiere con una conclusione centrale e poi trova la rete del vantaggio con una spizzata di testa sul cross da sinistra di Andrea Nobile, bravo nell'occasione a farsi spazio nelle file della retroguardia locale. Al 18' il Kras va vicino al pareggio con una punizione dal limite dell'area calciata bene da Rondinelli ma Noè intuisce la traiettoria e con l'aiuto della traversa riesce a sventare la minaccia. Scampato il pericolo l'Union Pro si riversa in avanti con Cattelan che al 20' restituisce il favore a Nobile servendolo al centro dell'area. Il nostro giocatore, spalle alle porta, riesce comunque a concludere, girandosi bene e sfiorando di poco la traversa con un diagonale teso. Al 28' il Kras prova a suonare la carica ancora su punizione ma stavolta la distanza è siderale e il tiro di Knezevic termina a lato, anche se non di molto. Due minuti dopo Maio prova a cercare nuovamente la porta ma il suo tiro centrale è una facile preda per Noè. L'Union Pro chiude la prima frazione di gioco all'attacco e sfiora il raddoppio al 36' con Alvise Nobile che avanza sulla fascia destra e viene servito da una spizzata di Cattelan su lancio lungo di Niero. Il nostro giocatore è bravo a entrare in area,  resistendo alla carica dell'avversario ma al momento di concludere da posizione leggermente defilata sfiora soltanto il palo con un diagonale che meritava sorte migliore. Ancora il più giovane dei fratelli Nobile sfiora di testa su corner tagliato di Andrea al 43' con il pallone che sfila davanti alla porta del Kras senza che nessuno dei nostri giocatori riesca a intervenire. L'ultima occasione capita allo scadere a Cattelan che avanza indisturbato verso la porta ma non riesce a sorprendere Mosetti calciando centrale dal limite dell'area. Anche nella ripresa la nostra squadra parte forte e al 4' Andrea Nobile impegna subito il portiere bravo a chiudergli lo specchio. Sull'azione successiva però il numero 1 del Kras ha un'indecisione in uscita che per poco non viene sfruttata da Niero, il cui pallonetto dai 40 metri sfiora la porta sguarnita. Al 15' l'Union Pro legittima la sua supremazia siglando la rete del raddoppio: come era successo a Legnago, Andrea Nobile è letale a sfruttare un'indecisione del difensore avversario, in questo caso Cvijanovic, anticipando il suo intervento e avanzando indisturbato verso la porta, prima di trafiggere l'incolpevole Mosetti da pochi passi. Il Kras, che pochi minuti prima del gol aveva sostituito il centrale Rondinelli con l'attaccante Rabbeni, sbanda ancora in difesa al 20' ma Cattelan non riesce ad approfittare dell'assist da sinistra di Andrea Nobile, calciando alto da buona posizione. Al 26' i padroni di casa si procurano l'ennesima punizione da posizione interessante che costringe Noè a un grande parata per togliere dal sette il tiro telecomandato di Knezevic. Il nostro portiere si ripete anche al 32' deviando in corner un bolide dalla distanza di Spetic. Il Kras prova a cercare la rete che riaprirebbe la contesa ma sbilanciandosi in avanti lascia spazi alle nostre micidiali ripartenze come accade al 43', quando Mosetti è decisivo nel chiudere lo specchio ad Andrea Nobile, oggi immarcabile sulla fascia sinistra. Al 45' altro grande intervento di Noè, sicuramente tra i migliori in campo, che intercetta di piede il tiro ravvicinato di Grujic liberato da una giocata di Babichau. Nel recupero il Kras trova la rete della bandiera sfruttando un disimpegno errato di Saitta che consente a Rabbeni di illudere i propri tifosi. Ma oramai non c'è più tempo per tentare un ultimo disperato assalto e l'Union Pro può così festeggiare la sua decima vittoria in campionato che ci consente di agganciare il Montebelluna al settimo posto con 36 punti. Quando gli chiediamo di commentare la nostra posizione in classifica Feltrin ci risponde così: "Il nostro obiettivo rimane la salvezza anche se ormai ci mancano pochi punti e non ci precludiamo nulla. Sono convinto che faremo bene anche domenica prossima e se continueremo così potremo riuscire anche a mantenere l'imbattibilità da qui alla fine del torneo."

ANDREA SECCO

1 commenti:

  1. Grandi ragazzi .. Vittorie così ci danno ancora più fiducia e ci fanno capire il vero valore e la coesione di questo gruppo cresciuto nel tempo e dove tutti si sacrificano per il compagno e per la squadra. Ora giochiamo un gran calcio, tatticamente evoluto come negli anni scorsi e le vittorie sono il nostro premio ... Un grazie ai tifosi, appassionati come non mai e che anche ieri hanno fatto sentire il proprio sostegno alla squadra ed il proprio orgoglio per i nostri colori !

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.