29 marzo 2015

TAMAI - FC UNION PRO 2-0

TAMAI - FC UNION PRO 2-0
marcatore: Petris al 10' e al 28'st. 

TAMAI: 1 Peresson, 2 Petris, 3 Dal Bianco, 4 Brustolon, 5 Ursella, 6 Colombera, 7 Pavan, 8 Bozzetto, 9 Sellan, 10 Bolzon (16 Bertoia dal 45'st), 11 Federico Furlan.
A disposizione: 12 Francescutti, 13 Rigutto, 14 Davide Furlan, 15 Tuan, 16 Bertoia, 17 Corazza, 18 Kryeziu, 19 Zambon. All. Sig. Stefano De Agostini (in panchina il vice Luca Saccon)

FC UNION PRO: 1 Noè, 2 Saitta, 3 Igor Furlan, 4 Busetto, 5 Zanette, 6 Trevisiol, 7 Casarotto (20 Visinoni dal 27'st), 8 Serena, (14 Palmieri dal 35'st), 9 Andrea Nobile, 10 Comin (16 Rossi dal 27'st), 11 Cattelan.
A disposizione: 12 Ziliotto, 13 Bortoluzzi, 14 Palmieri, 15 Appiah, 16 Rossi, 17 Morina, 18 Chiaro, 19 Fuxa, 20 Visinoni. All. Sig. Francesco Feltrin

ARBITRO: Sig. Dante di Roma

NOTE: Ammoniti: Comin, Ursella, Cattelan, Saitta, Bolzon, Zanette. Espulso Visinoni al 39'st per cnr. Angoli: 7-4

Una doppietta di Petris, capitano del Tamai rimasto in panchina durante la gara d'andata, ha deciso la sfida odierna tra i padroni di casa e l'Union Pro. Vittoria che rilancia le ambizioni in chiave salvezza delle "Furie Rosse" mentre per la nostra squadra si tratta di una sconfitta indolore anche se con qualche piccola recriminazione come ci ha confermato a caldo mister Feltrin: "oggi gli episodi hanno fatto la differenza, loro sono stati bravi ad averli cercati con maggior determinazione e maggior fame rispetto a noi. Dopo il primo tempo direi che c'erano tutte le premesse per fare risultato ma a inizio ripresa abbiamo concesso loro una rete evitabile e non siamo più riusciti a reagire. Peccato perchè se avessimo sfruttato le nostre opportunità sarebbe stata un' altra partita. Oggi abbiamo sofferto soprattutto l'uomo in più del Tamai a centrocampo, sbagliando qualche passaggio e verticalizzazione di troppo". Quando gli abbiamo chiesto di commentare il nuovo modulo adottato oggi, il nostro mister ci ha risposto così: "ho voluto provare qualcosa di nuovo schierando insieme Nobile, Comin e Cattelan ma l'esperimento è riuscito a metà: ripartivamo bene nel primo tempo mentre nella ripresa ci siamo un po' appiattiti, si tratta di un modulo da rivedere ma possiamo fare sicuramente meglio, già a partire da giovedì prossimo". Ed è proprio dalle ripartenze dell'inedito tridente offensivo che sono nate le azioni più pericolose della nostra partita: al 7' Comin recupera palla a centrocampo e lancia in velocità Nobile che scatta verso la porta, resiste al ritorno del difensore avversario ma non riesce a sorprendere Peresson, bravo a respingere il suo rasoterra ravvicinato. La reazione del Tamai è volenterosa ma non produce effetti con le conclusioni di Federico Furlan (10' e 27') che terminano fuori dallo specchio difeso da Noè. L'occasionissima del primo tempo capita invece sui piedi di Comin che al 29' viene servito perfettamente da Nobile per vie centrali. Lele è rapido nel saltare il portiere spostandosi sulla destra ma la successiva conclusione colpisce in pieno il palo, lasciando di sasso i nostri tifosi che già gridavano al gol. Scampato il pericolo il Tamai prova ad affacciarsi nuovamente nella nostra area al 34' ma Trevisiol fa buona guardia sulla percussione di Pavan e consente a Noè di uscire comodamente in presa bassa. Al 36' ci prova invece Petris su suggerimento da destra di Bozzetto ma il colpo di testa del capitano del Tamai termina fuori di poco. L'ultima opportunità del primo tempo capita sui piedi di Serena al 47' ma il nostro centrocampista non approfitta di un calcio di punizione ravvicinato procurato da Busetto. Il Tamai comincia la ripresa col piede giusto e passa in vantaggio al 10': sulla conclusione dal limite di Federico Furlan, l'involontaria deviazione di Zanette, favorisce il tap-in vincente dell'accorrente Petris che sbuca alle spalle della nostra difesa e supera Noè con un rasoterra angolato. Sfortunato nell'occasione il nostro difensore centrale che sperava di festeggiare in modo migliore la sua 400esima partita in serie D. L'Union Pro sembra accusare il colpo e il Tamai si fa pericoloso soprattutto nelle mischie in area come al 15' quando Brustolon interviene in scivolata con un attimo di ritardo su corner battuto dal solito Petris. Proprio il capitano del Tamai corona la sua giornata di grazia al 28' grazie ad una punizione telecomandata ad effetto dai 25 metri che si insacca sotto la traversa per la rete del definitivo 2-0 con Noè che riesce solamente a sfiorare il tiro, ingannato dalla traiettoria del pallone. Una delle poche note liete della nostra giornata è il rientro di Marco Rossi a cui Feltrin concede gli ultimi venti minuti di partita, a tre mesi e mezzo di distanza dalla sua ultima apparizione sul sintetico di Mori. Anche i neoentrati Visinoni e Palmieri provano subito a mettersi in mostra e Visinoni per poco non approfitta di una punizione di Igor Furlan al 35' quando viene murato in corner dal difensore avversario. Quattro minuti dopo però la partita del nostro giovane attaccante si conclude anzitempo a causa di un contrasto in area, a nostro avviso fortuito, con il portiere locale Peresson che accentua la reazione inducendo l'arbitro a espellere direttamente Visinoni. Sono stati quattro i cartellini gialli dispensati oggi dal fischietto romano nei confronti dei nostri giocatori, compresi i diffidati Zanette e Saitta che salteranno dunque la prossima gara interna contro la Triestina. Nel finale il Tamai si difende con ordine, ma la nostra squadra in dieci uomini riesce comunque a creare un pericolo al 43' quando Palmieri, dopo aver triangolato con Nobile al limite dell'area, trova lo spazio per il tiro, facendosi però ribattere in corner il pallone del possibile 2-1.  

ANDREA SECCO
squalificati Saitta, Zanette e Visinoni

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.