2 aprile 2015

FC UNION PRO - UNIONE TRIESTINA 2-1

FC UNION PRO - UNIONE TRIESTINA 2-1
marcatori: Proia al 5'pt, Palmieri al 42' e Cattelan al 47'st.

FC UNION PRO: 1 Noè, 2 Alvise Nobile (16 Palmieri dal 14'st), 3 Furlan, 4 Busetto, 5 Niero, 6 Trevisiol, 7 Casarotto, 8 Serena, 9 Cattelan, 10 Comin (19 Fuxa dal 33'st), 11 Appiah (20 Andrea Nobile dal 1'st).
A disposizione: 12 Ziliotto, 13 Bonotto, 14 Bortoluzzi, 15 Rossi, 16 Palmieri, 17 Chiaro, 18 Morina, 19 Fuxa, 20 Andrea Nobile.
All. Sig. Francesco Feltrin

UNIONE TRIESTINA: 1 Di Piero, 2 Crosato, 3 Giannetti, 4 Spadari, 5 Piscopo (13 Antonelli dal 38'pt), 6 Fiore, 7 Manzo, 8 Bedin, 9 Giordano, 10 Proia (16 Thiam dal 28'st), 11 Gusella (19 Arvia dal 17'st). A disposizione: 12 Zucca, 13 Antonelli, 14 Ventura, 15 Celli, 16 Thiam, 17 Lo Perfido, 18 Sittaro, 19 Arvia, 20 Aquilani. All. Sig. Giuseppe Ferazzoli

ARBITRO: Sig. Trischitta di Messina

NOTE: Ammoniti: Manzo, Spadari, Proia e Giordano. Espulso: Manzo al 32'pt per doppia ammonizione. Angoli: 9-2

Con un finale da urlo l'Union Pro compie una straordinaria rimonta nei minuti conclusivi, riscrivendo così il copione di una partita che sembrava stregata. La Triestina infatti stava per ripetere l'impresa dei vicini di casa del Kras Repen che lo scorso ottobre avevano sbancato Mogliano solamente con un tiro in porta. Ma stavolta la nostra squadra non si è data per vinta e quando stavamo ormai per perdere le speranze ci ha regalato il dodicesimo successo stagionale, arrivato grazie alla prima rete di Palmieri e alla quinta di Alessandro Cattelan. Da stasera la zona playoff dista solo cinque lunghezze e chissà che i nostri ragazzi abbiano ancora voglia di stupirci da qui alla fine del torneo... giornata di sole quest'oggi a Mogliano con circa quattrocento spettatori presenti tra cui qualche decina di ultras triestini. Gli ospiti si presentano spuntati in avanti senza il tandem offensivo titolare Rocco-Milicevic,
Feltrin invece ci stupisce togliendo Andrea Nobile dalla lista dei titolari e rispolverando Appiah al centro della mediana con Busetto e Serena. Proprio il centrocampista di origine ghanese si procura la prima occasione della gara al 2' quando fa tutto da solo, entra in area da sinistra e prova a sorprendere Di Piero sul suo palo ma il portiere ospite ci arriva e blocca la minaccia in due tempi. Il primo capovolgimento di fronte è fatale ai nostri ragazzi che al 5' passano in svantaggio: Proia, promettente centrocampista laziale e già tra i migliori durante la gara d'andata, pesca il jolly intercettando una palla vagante e indirizzandola all'angolino destro della porta difesa da Noè con un gran tiro dal limite. Nonostante i recenti trascorsi, stavolta l'Union Pro sembra far fatica a reagire e nonostante la buona volontà non riuscirà mai a rendersi veramente pericolosa nell'area avversaria fino a inizio ripresa. Al 16' Comin trova lo spazio per entrare in area sulla destra chiamando in causa prima Casarotto e poi Serena ma la difesa triestina allontana la minaccia prima del nascere. Al 29' il centrocampista Bedin sfrutta tutti i suoi centimetri per incornare su corner da sinistra ma la palla esce di poco. Tre minuti dopo gli ospiti rimangono in dieci per un doppio cartellino giallo rimediato da Manzo nello spazio di un quarto d'ora. Nonostante la superiorità numerica l'Union Pro non riesce ad esprimersi ai suoi livelli abituali e a poco serve l'attenuante del dubbio sul fuorigioco fischiato in area a Comin sul filtrante di Casarotto al 48'. Nella ripresa Feltrin corre ai ripari inserendo Andrea Nobile al posto di Appiah e riproponendo il tridente offensivo nel tentativo di sfruttare la superiorità numerica. L'esperimento da frutti immediati e dopo appena 1' andiamo vicini al pareggio con uno stacco di testa di Busetto su corner di Comin che però non inquadra lo specchio della porta. Al 5' Andrea Nobile va al cross in mezzo per Cattelan, il quale viene chiuso da due difensori avversari e non riesce a deviare la sfera. Ancora Busetto di testa sfiora la rete al 13' quando impatta bene sulla punizione da sinistra di Furlan ma la palla esce di un soffio. Al 20' Comin è bravo a colpire di controbalzo dalla distanza ma anche stavolta il bersaglio sfuma di pochissimo. I minuti scorrono inesorabili e la stanchezza sembra prendere il sopravvento dei giocatori in campo con la Triestina arroccata in difesa a protezione del vantaggio e l'Union Pro ingabbiata dalla trequarti campo in su. Dopo essere passato alla difesa a 3 con l'inserimento di Palmieri, il nostro mister concede l'ultimo quarto d'ora anche a Fuxa, due cambi che si riveleranno determinanti nel finale di gara. Il tiro centrale di Cattelan al 36' e il tentativo impreciso di Serena su assist da destra di Andrea Nobile lasciano presagire al peggio ma al 42' la nostra squadra ottiene il meritatissimo pareggio sfruttando un varco lasciato dalla difesa triestina. La rimessa laterale di Serena dalla trequarti viene spizzata di testa da Cattelan che trova la collaborazione di Palmieri, bravissimo a sfruttare lo spazio concessogli per intervenire per primo sul pallone e a freddare Di Piero con un preciso diagonale incrociato. Ma non è finita qui perchè sull'ennesima ripartenza l'Union Pro trova la rete della vittoria in pieno recupero: al 47' Fuxa vede con la coda dell'occhio l'inserimento in area di Andrea Nobile e lo serve con un filtrante chirurgico che lo mette tu per tu con Di Piero anche se in posizione leggermente defilata. Andrea non ci pensa due volte ed esplode il tiro sul primo palo che i guantoni del portiere triestino deviano sulla traversa. La palla però rimbalza al centro dell'area dove Cattelan, in tuffo, sigla il più facile dei gol mandando in delirio i nostri increduli tifosi. Negli spogliatoi Feltrin si è presentato raggiante ai microfoni della stampa, godendosi questa vittoria di prestigio contro una società dal passato glorioso come la Triestina: "credo che abbiamo meritato questo successo dominando la partita e concedendo pochissimo agli avversari. Nel primo tempo abbiamo fatto fatica a concludere mentre nella ripresa siamo andati meglio anche grazie all'ingresso di Andrea Nobile che avevo lasciato inizialmente in panchina per farlo rifiatare un po' avendolo visto stanco dopo la gara di domenica scorsa a Tamai. Sono contento per il gol di Palmieri, giusto premio per l'impegno che ci sta mettendo in allenamento. Ora lascerò ai ragazzi quattro giorni di meritato riposo per premiarli e permettere loro di festeggiare la Pasqua con i propri cari. Spero che al rientro mi regalino un altro risultato positivo visto che a Fontanafredda festeggerò la mia 100esima panchina da allenatore dell'Union Pro" conclude il nostro mister.  

ANDREA SECCO

1 commenti:

  1. Non una grande gara. con tanti errori nel primo tempo ma poi é venuta fuori la nostra voglia di vincere e la loro paura di perdere... È sono 43! Orgoglioso e felice per il gol importante del pareggio di Davide Palmieri, ragazzo umile ma determinato, che si è fatto trovare pronto dopo tanta panchina e che non molla mai come è nelle caratteristiche di questa squadra e di questa società... Così li vogliamo i nostri ragazzi!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.