24 ottobre 2015

L'UNION PRO OSPITA IL SAONARA VILLATORA PER RIVEDERE LA LUCE DOPO 3 SCONFITTE CONSECUTIVE

L’Union Pro, dopo 3 sconfitte consecutive, vuol tornare a rivedere la luce ospitando il Saonara Villatora (si gioca a Preganziol ore 14 e 30, arbitra Palmieri di Conegliano). In classifica i padovani precedono l’Union di 2 lunghezze e sono reduci dalla vittoria per 1 a 0 contro il Real Martellago arrivata in pieno recupero.
INDISPONIBILI - Fra i trevigiani mancherà il jolly Tony Lazzari per squalifica mentre il giovane difensore Massimiliano Marton è sulla via del recupero e dovrebbe riprendere la prossima settimana giocando con la Juniores. Qualche dubbio resta su Alberto Bonotto che si è allenato a mezzo servizio mentre in attacco mancherà ancora Keba Gassama. La punta Matteo Sammarone è stato invece operato in settimana al menisco (a Mestre dal professor Comelato) e ne avrà per un mesetto. 
PREPARTITA - L’allenatore Francesco Cominotto torna a parlare della sconfitta di Vittorio Veneto: «Siamo stati fragili psicologicamente, quando andiamo in svantaggio non riusciamo a reagire. Siamo stati in partita fino al 40’ e poi si è spenta la luce. E’ mancata la carica agonistica, non sembravamo una squadra affamata con la voglia di rivalsa dopo il 6 a 1 subìto contro il Treviso. 10 gol presi in due partite sono obiettivamente troppi, adesso mi aspetto una reazione come dopo lo 0 a 5 all’esordio contro la Vigontina. I ragazzi mi devono dimostrare un agonismo diverso e sono fiducioso che questo avvenga». 
E’ in vista un cambio di modulo magari per proteggere di più la difesa? 
«No, andiamo avanti con il 4-3-3. Non è una questione di modulo ma di atteggiamento in campo. Dobbiamo stare più accorti stando attenti a non concedere troppi spazi». 
Il fatto di tornare a giocare a Preganziol può darvi una mano? 
«Si in questo momento abbiamo più riferimenti giocando su un campo piccolo ma dobbiamo imparare alla svelta anche a giocare sul nostro campo di Mogliano». 
Del Saonara cosa temi? 
«E’ una squadra che ha fatto pochi gol (4) ma ne ha anche subiti pochi (3), segno che badano al sodo concedendo poche occasioni. Contro il Real Martellago domenica hanno vinto nei minuti di recupero, segno che hanno carattere e che andranno affrontati con grande attenzione». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.