8 novembre 2015

L'UNION PRO FA LA PARTITA MA VINCE IL LIAPIAVE

LIAPIAVE 2 UNION PRO 1 
MARCATORI: pt 3’ Manzan, 19’ Florean, st 48’ Bidogia. 
LIAPIAVE (4-3-3): Fuser; Bortoluzzi, Bortot, Bianchi, Fiorotto; Benetton, Gagno, Pettenà; Furlan, Manzan (st 32’ Lorenzon), Florean (st 39’ Abazi). 
PANCHINA: Dal Bo’, M. Tegon, Boro, Cattai, Dal Mas. 
ALLENATORE: Albino Piovesan. 
UNION PRO (4-2-3-1): Noè; Ginocchi, Bonotto, Mazzaro, Vianelli; Lazzari, Luise; Morina (st 1’ Chiaro), Fuxa (st 23’ Gassama), Delpapa (st 1’ Bolchi); Bidogia. 
PANCHINA: Isotti, Ciobanu, Mazzetto, Checchin. 
ALLENATORE: Francesco Cominotto. 
ARBITRO: Shvay di Treviso. 
ASSISTENTI: Sernaglia di Treviso e De Nardi di Conegliano. 
NOTE - Espulso Ciobanu (dalla panchina) al 25’ st per proteste. Ammoniti: Bortoluzzi, Benetton, Bonotto, Lazzari, Mazzaro, Bortot, Fiorotto, Chiaro. Calci d’angolo 8 a 4 per il Liapiave. Recupero: pt 2’, st 3’. Spettatori 200 circa. 

SAN POLO DI PIAVE - Nemmeno contro il Liapiave l’Union Pro riesce a fermare l’emorragia di sconfitte arrivate ora a 6 di fila. Il gol preso a freddo (un difetto già visto nelle prime due giornate che sembrava superato) ha sicuramente condizionato la partita anche se la reazione allo svantaggio è stata buona ma sterile fino al raddoppio dei gialloblu. Nemmeno oggi la Dea Bendata (leggasi fortuna) aveva addosso la maglia dell’Union Pro visti gli ennesimi due legni colpiti da Fuxa e Bolchi (sono 5 nelle ultime 3 partite, un record!). CRONACA PRIMO TEMPO - Pronti via e padroni di casa subito in vantaggio. Al 3’ sul secondo corner di fila Benetton pennella in area dove Bortot fa da torre per la scivolata vincente di Manzan che insacca da due passi. La reazione dell’Union è veemente e costringe sulla difensiva il Liapiave. All’8’ un cross teso dalla sinistra di Vianelli costringe Fuser all’uscita con i pugni per anticipare Bidogia. All’11’ angolo di Fuxa per la testa di Mazzaro che sfiora di testa con la palla che esce a fil di palo. Al 15’ Lazzari serve Fuxa che calcia al volo dal limite con la palla che finisce in corner dopo la deviazione di un difensore. Dall’angolo susseguente di Fuxa Lazzari incorna di testa con Pettenà che anche lui di testa salva sulla linea. Dopo tante occasioni sprecate al 19’ il Liapiave raddoppia su azione di rimessa. Furlan dalla sinistra mette in area un cross morbido per l’inserimento di Florean che controlla in corsa e scarica un destro al volo sotto la traversa. Al 24’ Delpapa serve in area Bidogia che si libera bena al tiro e di sinistro sfiora la traversa. Al 28’ Florean lanciato in contropiede controlla al volo e batte di destro con Noè che di piede devia in angolo. Al 35’ Vianelli da rimessa laterale serve in area Bidogia che in mezza rovesciata mette al centro per Fuxa che di testa colpisce la parte alta della traversa. Al 39’ occasione anche per Delpapa ma il suo sinistro dal limite finisce fra le braccia di Fuser. 
CRONACA SECONDO TEMPO - Al rientro dagli spogliatoi mister Cominotto presenta subito due novità: dentro Chiaro e Bolchi al posto di Morina e Delpapa. Al 2’ è però il Liapiave a sfiorare il tris. Furlan dalla destra fa un cambio di campo servendo Florean che costringe Noè alla difficile deviazione in corner. Al 7’ Bolchi recupera palla e fa partire un destro telecomandato dai 20 metri che colpisce il palo interno a portiere battuto. Al 21’ Furlan calcia a giro di sinistro con Noè reattivo a smanacciare in angolo. Al 41’ Gassama controlla palla al limite dell’area e smarca Bolchi al tiro che spara altissimo con il sinistro. Nell’ultimo dei 3’ di recupero (pochi considerate sostituzioni, espulsione e infortuni) la Pro ritrova il gol che mancava ormai da 423’ (sempre di Bidogia nel derby contro il Treviso). Lazzari è bravo a fare da sponda per Bidogia che al limite dell’area insacca con un pallonetto in rovesciata. C’è però solo il tempo per riprendere il gioco prima del triplice fischio finale che rimanda i pensieri alla prossima gara in casa contro il Cornuda Crocetta. 
ALTRI RISULTATI - Real Martellago 2 Vittorio Falmec 1, Careni Pievigina 0 Saonara Villatora 1, Cornuda Crocetta 2 San Giorgio Sedico 1, Istrana 1 Godigese 1, Nervesa 3 Vigontina 1, San Donà 0 Treviso 1, Union QDP 0 Feltrese 0. 
Alberto Duprè
 

1 commenti:

  1. Non capisco questi pseudo tifosi che invece di sostenere la squadra se la prendono penso con il sottoscritto,anche se non fanno nomi come è tipico di queste persone. Forse fanno finta di non sapere che lo scorso anno si è ritirato uno dei due soci e mi sono ritrovato da solo e sono venuti a mancare circa 120000 euro di sponsor dalle casse della società portati dal vecchio socio . Poiché nonostante gli appelli nessuno si è fatto avanti per sostenere la nostra società, avrei potuto lasciare che tutto finisse ma ho comunque voluto dare una continuità al fantastico gruppo di lavoro costruito in questi anni e siamo ripartiti a budget ridotto ma a testa alta e senza debiti. Attenzione che io ci sto comunque mettendo lo stesso impegno economico di quando facevamo la serie D, dell'Eccellenza che è pur sempre la massima categoria regionale, grazie al sostegno del presidente Serena del Mestre con cui abbiamo chiuso un rapporto di collaborazione che sta comunque dando i suoi frutti specie nella crescita del settore giovanile sia a Mestre che a Mogliano e Preganziol. Sapevamo che per la prima squadra dell Union Pro sarebbe stata dura e così sarà fino alla fine. Non ho niente da rimproverare all'impegno dei nostri ragazzi e dello staff tecnico che sta lavorando bene nonostante i risultati non arrivino. Per salvarsi sicuramente proveremo a migliorare la squadra a Dicembre, sempre nei limiti delle nostre possibilità, ma soprattutto abbiamo bisogno di sostegno da parte di tutti. Se qualcuno oltre al sottoscritto e a Serena, non ci mette un euro, cosa si pretende? Facile sostenere la squadra quando si vince, molto più difficile è sostenerla quando si perdono sei partite di seguito . Perciò dico a questi pseudo tifosi, pochi per fortuna, e che neanche vengono più a vedere le partite della squadra, che invece di criticare sui social il sottoscritto , che è comunque sempre disponibile a farsi da parte se qualcuno si facesse avanti per rilevare la società, che di loro la società non ha bisogno e che nulla portano di positivo con questo comportamento. Se ci salveremo sapremo chi ringraziare, se non ci riusciremo da uomini di sport sapremo accettare anche questo dopo aver vinto quattro campionati... Forse qualcuno non ricorda più che la Pro Mogliano era in seconda categoria quando mi sono reso disponibile a fare il presidente di questa nostra società e che comunque tutti noi in società venderemo cara la pelle fino alla fine. Forza Union Pro!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.