18 novembre 2015

QUATTRO CHIACCHIERE CON... MISTER COMINOTTO


Nonostante la settima sconfitta consecutiva il presidente Marco Gaiba ha riconfermato l’allenatore Francesco Cominotto e il suo staff riconoscendogli di aver sempre lavorato con serietà e professionalità a dispetto dell’ultimo posto in classifica. 
Mister anche con il nuovo modulo le cose purtroppo non sono cambiate. 
«Abbiamo cercato di aiutare un po’ la fase difensiva giocando con il 5-3-2 con l’obiettivo di salvaguardare il risultato e provare a sorprenderli con i due attaccanti veloci. Purtroppo invece ci siamo fatti due gol da soli. Forse c’era il rigore per noi anche se non ho visto bene l’azione e sul contropiede abbiamo preso l’espulsione di Bonotto rimanendo in 10. Peccato perché l’avevamo preparata bene la partita ma ci è andato tutto storto. Sono molto rammaricato ma non vedo altra soluzione che non sia quella di allenarsi al massimo per superare questo periodo nero». 
Ha sorpreso la rinuncia in attacco di Bidogia, rifaresti la stessa scelta? 
«Abbiamo tolto un giocatore davanti per aggiungerlo in difesa. Li abbiamo aspettati per poter ripartire e per questo avevo puntato su due giocatori tecnici e veloci come Bolchi e Gassama. Abbiamo fatto le scelte per dare meno possibilità al Cornuda di fare gol e cercare magari in contropiede o sui calci piazzati di poter far male. Questa idea purtroppo invece alla fine non ci ha premiato». 
Dopo 7 sconfitte di fila hai temuto per la tua panchina? 
«La fiducia della società c’è perché comunque abbiamo un progetto da portare avanti anche se i risultati non stanno arrivando. Non voglio perdere i ragazzi perché siamo un gruppo unito nonostante le 7 sconfitte di fila. Purtroppo non riusciamo a trovare quella scintilla che potrebbe farci invertire la tendenza». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.