8 dicembre 2015

QUATTRO CHIACCHIERE CON... DENIS MAZZETTO


A segnare il gol partita contro l’Istrana ci ha pensato Denis Mazzetto, attaccante esterno classe ’97 uscito dalle giovanili Union Pro, che ha festeggiato nel migliore dei modi l’esordio da titolare.
Domenica avete giocato una partita quasi perfetta concedendo quasi nulla all’avversario, sei d’accordo Denis? 
«Si è andato tutto bene dal punto di vista difensivo, stavolta non abbiamo commesso nessuna disattenzione che fin qui ci è costata parecchi punti in classifica. L’Istrana ha faticato a trovare sbocchi in attacco, ci siamo chiusi bene dietro pronti a colpire alla prima occasione come avvenuto sul gol». 
Parlando della tua prestazione, sei sembrato un po’ timido e frenato all’inizio per poi giocare più sciolto nella ripresa, impressione giusta? 
«Si nel primo tempo ero un po’ in affanno e non ho giocato come volevo. Non riuscivo a spezzare il fiato credo anche per l’emozione di giocare per la prima volta da titolare. Nella ripresa è andata meglio e sono anche riuscito a trovare il gol». 
E che gol! Fare il primo centro fra i “grandi” con un pallonetto con il contagiri sembra roba da predestinati, ce la racconti la tua prodezza? 
«Quando mi è arrivato il lancio di Bidogia ho visto che il portiere aveva fatto mezzo passo in avanti per uscire e allora in quel momento ho pensato subito al pallonetto e per fortuna mi è andata bene». 
Quante dediche hai da fare per questa prima rete in Eccellenza? 
«Ovviamente a tutto lo staff e ai miei compagni di squadra, poi voglio ringraziare il mister della Juniones Claudio Moser che mi ha sempre spinto a migliorarmi ed ha creduto in me e per ultimo ma ovviamente non per importanza a mio papà Loris che mi segue sempre non facendomi mai mancare l’appoggio e gli incitamenti». Ed infatti quando Denis ha segnato, il papà Loris in versione ultras si è aggrappato alla rete esultando come un pazzo ebbro di gioia. 
Avete vinto 2 delle ultime 3 partite ma siete ancora penultimi, quante speranze vedi oggi di evitare la zona playout? 
«Secondo me riusciremo sicuramente a salvarci! Le 7 sconfitte di fila ci avevano messo dei tarli in tesa che ovviamente un po’ ci hanno frenato. Dopo le vittorie contro Pievigina ed Istrana che lottano per i playoff abbiamo acquisito quella certezza che ci permette di poter affrontare a testa alta tutte le squadre. Dopo 14 giornate si sta dimostrando un campionato molto equilibrato, basta qualche vittoria di fila per uscire dalla zona playout». 
Alberto Duprè

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.