17 gennaio 2016

L'UNION PRO TORNA DA NERVESA CON UN BUON PUNTO. POSITIVO L'ESORDIO DI BOUNAFAA

NERVESA 0 UNION PRO 0 
NERVESA (4-3-3): M. Filipetto; Battistella, Trevisiol, Sandri, Frassetto; Martini, Sambugaro (st 31’ Bigolin), Scalco; Visentin, Luna, Garbuio. 
PANCHINA: Bordignon, Calore, Canal, E. Filippetto, Santagata. 
ALLENATORE: Bruno Gava. 
UNION PRO (4-3-3): Noè; Fontolan, Lazzari, Bonotto, Delpapa; Fuxa, Luise (st 1’ Ginocchi), Morina; Bolchi (st 38’ Visinoni), Bidogia (st 1’ Bounafaa), Mazzetto. 
PANCHINA: Pomiato, Rubinato, Checchin, Sammarone. 
ALLENATORE: Francesco Cominotto. 
ARBITRO: Picelli della sezione di Mestre. 
ASSISTENTI: Da Roit di Mestre e Dal Prà di Bassano. 
NOTE - Ammoniti: Garbuio, Mazzetto, Martini, Lazzari, Battistella, Bigolin, Ginocchi. Calci d’angolo 4 a 2 per il Nervesa. Recupero: pt 0’, st 3’. Spettatori 150 circa. 

NERVESA DELLA BATTAGLIA -  L’Union Pro torna da Nervesa con un buon punto che muove la classifica e allunga a 4 i risultati utili consecutivi (2 vittorie e 2 pareggi con 0 gol subìti). Dopo un primo tempo giocato sottotono, l’Union ha preso in mano la partita nella ripresa grazie anche all’esordio dell’attaccante esterno Ayoub Bounafaa che ha già fatto intravedere ottime qualità. 
CRONACA PRIMO TEMPO - Partono forte i padroni di casa. Al 5’ e al 12’ Garbuio ha sul destro due buone occasioni ma prima alza troppo con il piatto destro e poi calcia a lato solo davanti a Noè. Al 13’ prima occasione per la Pro con il tiro dal limite di Bolchi, servito da Mazzetto, che Filippetto respinge di piede. Al 23’ e al 31’ doppia palla gol per i locali con Visentin che solo davanti alla porta calcia sul fondo. Al 40’ la Pro recrimina per un rigore non concesso: Bolchi serve in area Luise che sposta la palla e viene toccato da Filippetto con l’arbitro che fa cenno di proseguire (ci sarebbe stata anche l’espulsione del portiere per aver negato una chiara occasione da rete).
CRONACA SECONDO TEMPO - Nell’occasione il centrocampista subisce anche una ginocchiata ed è costretto a rimanere negli spogliatoi. Mister Cominotto ne approfitta per ridisegnare la squadra: dentro Ginocchi in difesa con Lazzari che sale a centrocampo e dentro anche Bounafaa per Bidogia con Bolchi che passa a fare il centravanti. Al 12’ Lazzari è provvidenziale a salvare di testa sulla linea dopo la sponda aerea di Luna: sulla respinta calcia Garbuio da fuori con Noè che si fa trovare pronto. Al 16’ Bounafaa crossa in area dalla destra con Ginocchi che di testa alza la mira a due passi dalla porta. Dopo 1’ sugli sviluppi di una punizione Garbuio va in gol di testa ma l’assistente gli sbandiera il fuorigioco dubbio. Al 20’ Luna vince un contrasto con Bonotto e di destro al volo appena dentro l’area colpisce la parte alta della traversa. Al 28’ Mazzetto conquista una punizione dal limite che Bolchi calcia con un destro potentissimo che colpisce la traversa con la palla che rimbalza in campo. Al 35’ sale in cattedra il portiere di casa Filippetto: prima con una doppia respinta su Delpapa e Bounafaa e poi con un riflesso fenomenale smanacciando sulla linea il tap-in di Lazzari di petto a mezzo metro dalla porta su angolo di Fuxa. Al 43’ lo stesso Lazzari fa da torre di testa per Mazzetto che viene chiuso all’ultimo da Sandri quando già pregustava il gol. Ultima occasione per il Nervesa: al 46’ gran botta di Garbuio da fuori area e paratona di Noè che festeggia nel migliore dei modi le 100 presenze in maglia Union Pro. 
SPOGLIATOI - L’allenatore Francesco Cominotto commenta così la partita: «Alla fine è un buon punto perché ci permette di allungare la serie positiva. Nel primo tempo la squadra non mi è piaciuta, abbiamo subìto troppo e qualche giocatore era sottotono rispetto al solito. Meglio nella ripresa dove eravamo più organizzati e abbiamo avuto occasioni per vincere come le ha avute anche il Nervesa. Bene l’esordio di Bounafaa, è bravo a saltare l’uomo anche se deve trovare la condizione migliore». 
Alberto Duprè 

1 commenti:

  1. Una partita dura dove abbiamo dimostrato di essere squadra vera. Abbiamo concesso qualche occasione di troppo specie nel primo tempo ma nel secondo tempo avremmo meritato di passare... Non pensiamo di essere diventati bravi, manteniamo alta la concentrazione e l'intensità in allenamento. Avanti così eUnion Pro e sabato tutti allo stadio per provare a vincere insieme.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.