22 gennaio 2016

SABATO A MOGLIANO L'UNION PRO OSPITA LA FELTRESE (ORE 15) PER CONTINUARE LA SCALATA

L’Union Pro nella terza giornata di ritorno ospita nell’anticipo di sabato a Mogliano la Feltrese (ore 15 arbitra Agostinis della sezione di San Donà). Sulla carta è la classica partita trabocchetto che sembra già vinta considerato l’ultimo posto dei bellunesi che hanno già avvicendato due allenatori. All’andata l’Union si impose a Feltre per 3 a 1 con gol di Morina, Bolchi su rigore e Lazzari. Una ghiotta occasione per la Pro per continuare a scalare la classifica con l’obiettivo di abbandonare al più presto la zona playout.
INDISPONIBILI - L’Unico assente fra i biancoblu sarà anche questa volta il centrocampista Michael Chiaro alle prese con una meniscopatia che lo terrà fuori per 2/3 settimane.  
PREMIAZIONE - Prima della partita il presidente Marco Gaiba premierà il portiere Enrico Noè con una maglietta celebrativa per le 100 presenze con l’Union Pro. 
MOVIOLA - Rivista la partita di Nervesa in video è stata confermata la prima impressione che il rigore su Luise fosse netto (con annessa espulsione di Filippetto) mentre il gol annullato a Garbuio che dal vivo sembrava regolare era invece stato corretto non convalidarlo per la posizione di fuorigioco dell’attaccante del Nervesa.
PREPARTITA - L’allenatore Francesco Cominotto preferisce tralasciare gli episodi concentrandosi su quello che non gli è piaciuto domenica: «A Nervesa è stato fatto un passo indietro a livello di prestazione che ci può anche stare considerato che giocavamo su un campo difficile. Del primo tempo salvo poche cose, abbiamo subito troppo la loro pressione. Mi è piaciuta di più la ripresa sia per l’atteggiamento avuto dai ragazzi che per il buon gioco fatto vedere». 
Contro l’ultima in classifica sono obbligatori i 3 punti giusto? 
«Noi giochiamo sempre per vincere come abbiamo dimostrato anche contro la capolista Vigontina ma se pensiamo che sia una passeggiata abbiamo sbagliato tutto. Non sarà invece una partita facile perché altrimenti non avrebbero fatto 0 a 0 nel derby con il Sedico nell’ultima giornata. Non conosciamo moltissimo di loro anche perché hanno cambiato da poco allenatore ma dobbiamo scendere in campo con il massimo della concentrazione fin dal fischio d’inizio». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.