13 febbraio 2016

DOMANI ALLE 15 DERBY AL TENNI CONTRO IL TREVISO

L’Union Pro si prepara per il derby di domani contro il lanciatissimo Treviso (ore 15 arbitra Furlan della sezione di San Donà) con il duplice obiettivo di allungare la serie positiva di risultati e riscattare il pesante e bugiardo 6 a 1 subìto all’andata. La squadra allenata da Claudio Ottoni (che esordì in panchina proprio nella partita di andata) dopo 4 vittorie consecutiva si è portata a soli 2 punti dalla capolista Vigontina tornando la grande favorita per la vittoria del campionato. 
DEROGA - Il Comune di Treviso ha dato il via libera ai tifosi che seguiranno la partita anche se hanno le targhe con ultimo numero dispari che in teoria non potrebbero circolare domani. Per evitare problemi meglio scaricarsi l’autocertificazione direttamente dal sito del Comune.
CLASSIFICA - Dopo l’assegnazione del 3 a 0 a tavolino contro la Godigese l’Union è risalito al quintultimo posto a braccetto del Sedico ad un solo punto dal Cornuda Crocetta e quindi dalla salvezza diretta senza playout. L’imbattibilità si allunga adesso a 7 partite con 3 vittorie e 4 pareggi. 
INDISPONIBILI - L’unico giocatore non convocabile è il centrocampista Michael Chiaro sofferente per una tendinopatia rotulea. Dopo una visita ortopedica verrà stabilita la terapia migliore per il recupero. Per il resto tutto disponibili con il rientro dei 3 squalificati Bounafaa, Delpapa e Fuxa. 
PREPARTITA - L’allenatore Francesco Cominotto commenta così l’ultimo pareggio contro il San Giorgio Sedico: «Non è stata in generale una bella partita… Dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio forse mentalmente non volevamo scoprirci troppo e abbiamo pensato esclusivamente a gestire il risultato. Nella ripresa c’è stato un calo fisico anche a causa del terreno pesante che penso abbia penalizzato soprattutto noi che privilegiamo giocare palla a terra. Abbiamo provato a cambiare gioco ma non siamo riusciti a sfruttare le sponde di Lazzari, dobbiamo essere in grado anche di giocare diversamente soprattutto quando troveremo terreni pesanti. In settimana abbiamo lavorato molto su questo fattore». 
Il Treviso è la squadra più in salute ed è tornato in piena corsa per vincere il campionato, può essere un vantaggio psicologico giocare senza avere niente da perdere? 
«Affrontiamo sicuramente una squadra molto forte che assieme al San Donà ultimamente ha fatto il doppio dei punti rispetto agli altri. Rispetto alla Vigontina che avevamo battuto quando era già in calo il Treviso adesso è nel momento migliore sia fisicamente che mentalmente. Sono però convinto che i nostri ragazzi giocheranno senza pressioni mentali, credo prevarrà la voglia di mettersi in mostra piuttosto che la pressione di giocare in uno stadio che ha visto la Serie A». 
Alberto Duprè

1 commenti:

  1. È la prima volta da quando sono Presidente, e ormai sono passati più di 10 anni, che andiamo a giocare una partita ufficiale a Treviso..Tutti ci teniamo a fare del nostro meglio per uscire con un risultato positivo. L'Union Pro non ha paura di nessuno.. Forza ragazzi!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.