16 aprile 2016

DOMANI CONTRO L'ISTRANA L'UNION PRO VUOLE BLINDARE LA SALVEZZA (MOGLIANO ORE 16)

L'Union Pro, a 2 giornate dal termine del campionato, ospita l'Istrana con l'obiettivo di chiudere il discorso salvezza prima dell’ultima trasferta contro l’Union QDP (si gioca a Mogliano ore 16, arbitra Scilla della sezione di Vicenza).

VINCERE! - Per centrare il traguardo senza dipendere dagli altri risultati servono i 3 punti (Godigese e Union QDP giocano entrambe in trasferta rispettivamente contro San Giorgio Sedico e Real Martellago) . La squadra di Marco Marchetti è ottava e conserva ancora qualche piccola speranza di playoff anche se i 4 punti da recuperare sul Liapiave e Real Martellago sono tanti. All’andata l’Union vinse per 1 a 0 grazie alla prodezza di Denis Mazzetto con un pallonetto da fuori area a scavalcare il portiere. 

INDISPONIBILI - L’unico giocatore non convocato è il centrocampista Michael Chiaro che ha finito da tempo la stagione. Per il resto tutti disponibili a partire da Tony Lazzari che rientra dalla squalifica.

MOVIOLA - Rivista al video la partita di San Donà è stata confermata la netta simulazione di D’Amico nell’occasione del rigore concesso ai veneziani e trasformato da De Freitas. Decisione difficile da prendere in diretta per l’arbitro ma che rende ancora più incomprensibili le critiche al suo operato da parte di mister Stefano Andretta. 

PREPARTITA - L’allenatore Francesco Cominotto chiede ai suoi ragazzi un ultimo sforzo per coronare la rimonta salvezza.

Mister è escluso che andete in campo pensando agli altri risultati giusto?
«Nessun calcolo, dobbiamo vincere e basta! Se Godigese e Union QDP vincessero in trasferta non mi stupirei visto che in questo campionato le sorprese sono all’ordine del giorno. Sono fiducioso perché in settimana ho visto l’atteggiamento giusto nei miei giocatori in allenamento, la concentrazione e la tensione sono al massimo per affrontare questa partita. Vogliamo salvarci con 90’ di anticipo perché affrontare nell’ultima gara l’Union QDP diventerebbe durissima considerando anche che dopo un cambio di allenatore (Faccini per Lanzara ndr) solitamente c’è una scossa positiva». 

Che Istrana ti aspetti? 
«Loro sono ancora in corsa per i playoff e, al di là si quello, ogni squadra vuole finire il campionato nel miglior modo possibile. Sappiamo quindi che nessuno ci regalerà niente ma dovremo conquistarci tutto sul campo». 

Guardando la vetta chi vedi favorito fra Careni Pievigina e San Donà impegnate nello scontro diretto?
«Avendole affrontate entrambe nelle ultime due partite dico che ho visto meglio il San Donà, è stato sicuramente più coraggioso. Senza nulla togliere al Careni che ha dimostrato di avere una società molto organizzata anche come settore giovanile, un po’ come noi diciamo. Poi è ovvio che avendo 3 punti di vantaggio possono puntare a due risultati mentre la squadra di Andretta è obbligata a vincere». 
Alberto Duprè

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.