10 maggio 2016

IL BILANCIO DELLA STAGIONE E I PROGRAMMI FUTURI CON IL PRESIDENTE MARCO GAIBA (PRIMA PARTE)


Terminata la stagione con la salvezza in Eccellenza è tempo di fare un bilancio della stagione dando già uno sguardo alla prossima. Lo facciamo con il presidente Marco Gaiba, in un doppia intervista divisa fra prima squadra e settore giovanile (domani la seconda parte). 

Presidente, che bilancio fa di questa stagione chiusa con la permanenza in Eccellenza? 
«Questa era la stagione della rifondazione della società. Ad inizio anno, dopo l’ uscita del mio socio Michielan, abbiamo accettato il sacrificio di cedere alcune categorie conquistate sul campo sia con la prima squadra che con alcune squadre del settore giovanile pur di far sì che potesse essere garantito un futuro all’FC Union Pro ed al gruppo di persone che hanno creato questo piccolo miracolo negli anni. E’ stata una scelta difficile e che mi è personalmente costata molto. Non tutti, anche all’interno della società lo hanno capito o condiviso e ci siamo trovati costretti a ripartire tra tanto scetticismo di pubblico e mass media ma forti del gruppo di lavoro che ci aveva garantito i successi di questi ultimi anni». 

Per la prossima stagione invece quali sono gli obiettivi societari? 
«Siamo una società che non ha debiti e come tale intende continuare, andando avanti a testa alta. Io resterò e farò la mia parte. Per la prossima stagione intendiamo consolidare l’FC Union Pro con l’ingresso di alcuni sponsor (la nostra ricerca si rivolge a sponsor di piccole medie dimensioni che condividano il nostro progetto ed in grado di darci un piccolo sostegno ma continuativo nel corso dell’anno). Inoltre intendiamo continuare e stringere sempre di più nei programmi il cammino che abbiamo intrapreso con il Mestre di Serena a livello di settore giovanile e di scambio di giocatori Juniores e prima squadra. A livello di prima squadra cercheremo di fare un campionato di Eccellenza (che ritengo sia la categoria più idonea per la nostra società che punta sui giovani e che non ha moltitudini di tifosi) di livello, partendo meglio di quest’anno e posizionandoci da subito in modo da dover guardare la classifica verso l’alto e non verso il basso». 

Sarà ancora mister Cominotto, come anticipato tempo fa, a guidare la squadra? 
«Si abbiamo confermato alla guida tecnica Francesco Cominotto coadiuvato da Fabiano Ballarin ed il suo staff che è molto cresciuto nel corso dell’ anno e con cui mi sono trovato benissimo e vogliamo allestire una formazione con tanti giovani bravi ma anche alcuni giocatori meno giovani di livello ed in grado di guidare il gruppo dando quei valori che sono indispensabili per far fronte alle difficoltà. Questo gruppo di ragazzi ha saputo soffrire, ha mangiato la polvere ma ha saputo compattarsi ed uscire fuori insieme dalle difficoltà fino a raggiungere con fatica l'obiettivo della salvezza senza passare dai playout. Alla fine eravamo una squadra non solo un gruppo di giocatori. Ora abbiamo una base su cui costruire il futuro per cui vogliamo mantenere e rafforzare questo gruppo. Anche il prossimo anno mi aspetto un campionato molto combattuto e senza squadre deboli per cui sarà importante partire bene e mettere via punti preziosi». 

Sono in arrivo anche novità riguardo a nuove strutture ce lo conferma? 
«Si a livello di strutture cercheremo di passare dal progetto ai fatti con la nuova Club House ed il campo da Calciotto in sintetico a Mogliano (che poi è utilizzabile anche come tre campi da calcetto). Stiamo approfondendo in questi giorni il discorso delle garanzie con le banche visto che il finanziamento del progetto da parte del credito sportivo c’è già ma serve la fidejussione a garanzia e non è facile ottenerla come società sportiva. Intendiamo mantenere la gestione dello stadio di Preganziol e di sviluppare lì una parte del nostro settore giovanile come abbiamo fatto già quest’anno». 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.