8 giugno 2016

CLAUDIO MOSER FA IL BILANCIO STAGIONALE DEGLI JUNIORES ARRIVATI QUARTI IN CAMPIONATO


Gli Juniores Regionali allenati da Claudio Moser, dopo aver concluso il campionato al quarto posto, hanno chiuso la stagione con lo stesso risultato nel Torneo di Trebaseleghe dopo aver perso la finalina ai rigori contro la Luparense. Poca fortuna anche nel Torneo della Marca con l’uscita ai quarti di finale sempre dopo i tiri dal dischetto. 

Mister Moser, partiamo da un bilancio sul campionato? 
«Per le prospettive che avevamo ad inizio stagione pensavo di fare meglio del quarto posto. Abbiamo avuto qualche problema in attacco dopo la partenza di Chilindar che aveva segnato 9 gol in mezza stagione. A livello di gioco abbiamo sempre fatto bene ricevendo complimenti ma ci mancava il classico finalizzatore in grado di risolvere le partite da solo. Poi, anche se non vuole essere un albi, nelle partite decisive contro Pro Venezia, San Donà e Real Martellago alcune decisione arbitrali ci hanno sfavorito e si sa che i punti negli scontri diretti valgono doppio. Alla fine si poteva arrivare comunque secondi ma abbiamo un po’ mollato». 

Il fatto di prestare tanti giocatori alla prima squadra vi ha un po’ penalizzato? 
«Abbiamo avuto qualche problema a livello di organico, più di una volta ci siamo trovati in pochi agli allenamenti e questo non ci permetteva di lavorare nel migliore dei modi dovendo prestare sempre almeno 4 giocatori. Detto questo la priorità della società era il mantenimento dell’Eccellenza perché serviva per tutto il movimento. Ci tengo a sottolineare il clima altamente positivo che c’è stato fra il sottoscritto e mister Cominotto, una massima collaborazione che è nel dna dell’Union Pro e che ha dato ottimi risultati. La nostra priorità è infatti quella di crescere giocatori in ottica prima squadra». 

Nei Tornei di fine stagione i rigori vi hanno sbarrato la strada verso la vittoria. 
«Si vero, sia al Torneo della Marca che al Torneo di Trebaseleghe siamo stati sconfitti 3 volte su 3 ai calci di rigore. Meritavamo di fare più strada ma giocare bene non è bastato. A Trebaseleghe abbiamo almeno avuto la soddisfazione di veder premiato Marco Palludo come miglior portiere». 

Per la prossima stagione si alza l’asticella degli obiettivi? 
«Con qualche rinforzo puntiamo sicuramente a migliorare il quarto posto di quest’anno. Si aggiungerà qualche ragazzo dagli Allievi più qualche altro giocatore. Ci tengo a ringraziare tutto il gruppo che era composto da ragazzi in gamba che erano sempre presenti agli allenamenti. Un grazie va anche a Francesco Stefanelli che ci ha dato una grossa mano nella preparazione». 
Alberto Duprè 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.