13 settembre 2016

L'ANGOLO DEL BUONUMORE... LE PAGELLE IGNORANTI



SCATEMBURLO 6.5 - Sul gol di Zorzetto può fare poco. Su un paio di rinvii con i piedi invece può fare molto meglio soprattutto per non avere sulla coscienza qualche tifoso debole di cuore presente in tribuna. Nel finale la doppia parata sulla botta di Gnago gli aumenta il voto in pagella. Deve chiamare di più la palla ma era all’esordio e forse la voce stentava ad uscirgli. 
FONTOLAN 6.5 - La fascia da capitano è sua e quella destra anche visto che ne fa il suo terreno di caccia con tante incursioni pericolose qualcuna conclusa frettolosamente. Ma si sa che è impossibile avere la botte piena e la moglie ubriaca. 
GINOCCHI 7 - Gnago si sarà chiesto da dove spuntava fuori questo difensore arcigno che gli ha tolto l’aria facendolo soffrire di claustrofobia. Spettacolari un paio di anticipi di testa sull’attaccante. 
GRANATI 6.5 - Pronti via e si becca subito un giallo per fermare un pericoloso contropiede del Portomansuè. Non gioca comunque condizionato dall’ammonizione intervenendo deciso quando serve. Zorzetto gli sfugge in occasione del gol ma per il resto gli mette la museruola e verso la fine lo tampona a centrocampo in stile avvertimento mafioso. Allarga subito le braccia per far capire all’arbitro che non l’ha nemmeno sfiorato, volpacchiotto Greg. 
MARCATO 7 - La versione bionda di Forrest Gump cavalca la fascia sinistra come fosse il salotto di casa sua. Lo ferma solo una distorsione alla caviglia. Non servono accertamenti in Pronto Soccorso altrimenti ci sarebbe andato di corsa anche lì. 
ZORZETTO 6 - Dal 22’ st. Entra per l’infortunato Marcato e fa il suo. Chiude bene dietro e davanti non ha occasioni di proporsi perché la manovra pende sulla destra dove Bounafaa fa il diavolo a quattro. 
RUBINATO 6.5 - Qualche errore in appoggio ma quando si corre a 100 all’ora è difficile ammirare anche il panorama no? Bella una sua incursione in area con cross al centro che Toppan ha messo in corner rischiando l’autogol. 
DA LIO 7 - Una delle più belle sorprese di questo avvio di campionato. Gladiatore in mezzo al campo, quando serve usa il fioretto ma non disdegna anche qualche sciabolata quando c’è da fermare l’avversario.
PICCOLO 6 - Ha meno occasioni di incidere rispetto a Visinoni ma un paio di buoni spunti li mette a segno. Piede e tecnica ci sono, si può solo che migliorare. 
BOUNAFAA 6.5 - Dal 15’ st. Parte in panchina perché dopo il matrimonio in Marocco del fratello non ha tanti allenamenti nelle gambe. Nella mezz’ora che gioca però è un insidia continua con i suoi scatti e dribbling sulla destra. Il Portomansuè in vista del ritorno sta già organizzando il suo matrimonio proprio per quella domenica per toglierselo dalle scatole! 
TASCA 6.5 - Schierato a sorpresa titolare, folleggia sulla trequarti e si merita la maglia con una prestazione di carattere. Peccato per il gol fallito ad inizio ripresa ma la strada è quella giusta e il gol arriverà presto.
VISINONI 7 - Il gol da solo vale il prezzo del biglietto. Altre giocate di classe valgono anche la consumazione al bar e la benzina per venire allo stadio. In poche parole gli spettatori domenica non ci ha rimesso un euro! Chi aveva l’accredito è pregato di lasciare un’offerta per non essere accusato di furto aggravato. Si procurerebbe pure un rigore ma l’arbitro gli dice «alzati e cammina». Lui va pure oltre visto che si alza, corre e fa gol! 
BOLCHI 6 - Dal 28’ st. Debilitato da una gastroenterite notturna alla vigilia non può essere al massimo. Gioca l’ultimo quarto d’ora che gli basta per sfiorare il gol con un paio di spunti sulla sinistra. Teo sabato prossimo niente pesce crudo ok? 
GERONAZZO 7 - Impossibile contare quanti scatti e quanti chilometri ha fatto. Bravo sia ad allungare la squadra che a fare da sponda per i compagni. Prestazione sontuosa che avrebbe meritato il gol.
ALLENATORE (COMINOTTO) 7 - Se il buongiorno si vede dal mattino quest’anno si dovrebbe soffrire meno (sono leciti gli scongiuri). Pur con assenze pesanti (Noè, Malerba, Luise e Delpapa e con la coppia Bo-Bo (Bolchi e Bounafaaa) acciaccata schiera una squadra offensiva e propositiva sfiorando una vittoria che sarebbe stata sacrosanta per quanto fatto vedere. Avanti così mister! 
Alberto Duprè
 

0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.